Home / Recensione libri / Recensione: Il vampiro cerca moglie di Andie M. Long Commedia romantica paranormale Supernatural Dating Agency #1

Recensione: Il vampiro cerca moglie di Andie M. Long Commedia romantica paranormale Supernatural Dating Agency #1

Titolo: il vampiro cerca moglie
Autore: Commedia romantica paranormale
Genere: Commedia romantica paranormale
Serie: Supernatural Dating Agency #1
Editore: Queen Edizioni
Data d’uscita: 12 Marzo 2020
formato: solo ebook

#0.5 Dating Sucks
#1 The Vampire wants a Wife – Il vampiro cerca moglie
#2 A Devil of a Date
#3 Hate, Date, or Mate?
#4 Here for the Seer
#5 Didn’t Sea it Coming
#6 Phwoar and Peace

“Il vampiro cerca moglie è stata una lettura divertente, frizzante e a carattere totalmente inglese che ti farà
desiderare che i soprannaturali siano davvero là fuori alla ricerca dell’amore e di averne uno come
partner”. – USA Today Autore Bestseller, Kimberly Knight.

Gestire un’agenzia di incontri può essere mortale…
Shelley Linley è stufa di avere a che fare con clienti squilibrati. Un altro burlone ha fatto domanda
alla sua agenzia di incontri, dicendo di essere un vampiro e vuole l’aiuto di Shelley per trovare una
moglie.
Malgrado tutto, quando decide di incontrarlo per una seconda intervista, Shelley scopre che lui non
ha idea di quello che vogliono le donne. Peccato perché è super sexy, divertente e ha molti amici
single a cui potrebbe consigliare la sua attività, anche se dice che sono lupi mannari e demoni.
Se solo riuscisse ad ignorare le sue allucinazioni, potrebbe sicuramente aiutarlo ad incontrare
qualcuno. Tutto precipita quando l’algoritmo del programma di incontri afferma che è proprio lei la
sua compagna ideale e questo la mette davanti a due possibilità, dare una possibilità a quel vampiro
affascinante o scappare a gambe levate.

Shelley Linley, insieme alla sua amica Kim, gestisce un’agenzia di incontri nella città di Withersea. È fiera del suo lavoro, è veramente brava a trovare l’anima gemella per tutti, tranne che per sé stessa. La fama della sua agenzia attira anche simpatici burloni, ma un annuncio assai particolare un giorno cattura la sua attenzione: tale Theodore Robert Landry sostiene di avere centosei anni e di essere un vampiro, ma a differenza dei soliti scherzi, ha compilato il questionario in maniera dettagliata, allegando anche una sua foto, che non lascia assolutamente indifferente la nostra Shelley.
Sebbene lei voglia archiviare la pratica come insensata, la sua amica Kim organizza in sua assenza un appuntamento per completare il questionario e conoscere questo Adone un po’ svitato.
La cena sarà teatro di dialoghi surreali, dove a fare la figura di quella con qualche rotella fuori posto sarà proprio la ragazza e non il bel vampiro.
Shelley, sempre più determinata a rifiutare l’incarico, convoca Theo in agenzia, per dimostrargli che il computer non ha trovato nessuna corrispondenza, così da chiudere il discorso una volta per tutte, ma incredibilmente l’anima gemella del bel vampiro parrebbe essere proprio lei.
Malgrado le sue perplessità, grazie all’ innegabile fascino di Theodore, accetta di conoscerlo meglio. Da qui si aprirà alla nostra Cupido un mondo soprannaturale a lei sconosciuto, e suo malgrado dovrà accettare di esserne parte integrante, difatti è orfana, e non ha mai conosciuto i suoi genitori, ma improvvisamente scoprirà di essere figlia di una strega.
Come se non bastasse scopre che per via di una faida tra i suoi genitori e Lucy, attualmente uno dei custodi dell’Inferno, la sua esistenza è in pericolo.
Tra maghi, veggenti, streghe vampiri e demoni, prende vita un’esilarante commedia romantica ai limiti del paradossale.
Riuscirà Theo a convincere la bella strega che sono fatti l’ uno per l’altra?

Si tratta di un romanzo breve, dove i ritmi di scrittura sono però perfetti, non ci si annoia mai e le risate sono assicurate.

Qualche colpo di scena alle volte potrebbe sembrare fin troppo accelerato, ma nel complesso s’incastra perfettamente nella narrazione.

Theo è indubbiamente affascinante, anche se alle volte sembra un po’ scollegato dalla realtà, d’altronde ha vissuto in maniera a dir poco eccentrica i suoi 126 anni. Shelley è un’adorabile pasticciona (in quanto a guai la batte solo la sua amica Kim) che deve fare i conti con una realtà assai diversa da come l’ha sempre percepita, nel complesso direi che ha assorbito il colpo con grande classe.

Un libro che regala ilarità e una visione positiva, anche nelle difficoltà.

ladykira

ladykira
Admin founder RFS

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “The Viking Chronicles 2 – L’ascesa” di Andretta Baldanza

AUTORE: Andretta Baldanza EDITORE: Delos Digital GENERE: fantasy ...