Home / Fantasy / Recensione: “Il Regno del Fuoco” di Laura Rocca (#3 Le Cronistorie degli Elementi)”

Recensione: “Il Regno del Fuoco” di Laura Rocca (#3 Le Cronistorie degli Elementi)”

 

L’animo di Celine non potrebbe essere più sereno: Aidan ha finalmente accettato di vivere il sentimento che li unisce e nel Regno del Fuoco le protezioni sono ancora integre.
A pochi giorni dalla partenza per la nuova spedizione, però, le cose si complicano. Serve un nuovo volontario per il posto vacante di guaritrice, ma alle selezioni si presenta solo Kaina, e la regina, nonostante il disappunto, è obbligata a portarla con sé.

La missione si rivela da subito ostica. Gli Spiriti degli Elementi sembrano non aver apprezzato la testardaggine della ragazza e, nonostante il suo impegno, non le concedono più udienza, la privano della loro guida e la gettano nello sconforto. Legarsi ad Aidan è stato un errore? Altre ombre si addensano segretamente sul suo destino. Urchaid, servo fidato di Fàs, ha stretto un’alleanza con una persona molto vicina a Celine: il nemico la vuole e farà di tutto per averla. Con il cuore e la mente persi in un groviglio di emozioni destabilizzanti, la regina si appresterà a combattere nuove battaglie e andrà alla ricerca della forza interiore perduta, quella che le permetterà di riacquistare la speranza.

Sei impressa sulla mia pelle, nel mio cuore, nella mia anima e tutto questo brucia, come fuoco che divampa, come ciò che sento per te. È sempre stato così, anche quando lo negavo, ti maltrattavo, ferivo, allontanavo, ogni volta che cercavo di nascondermi i miei sentimenti mi ritrovavano sempre: tu sei colei che mi ha riportato alla vita, io ero morto e non lo sapevo.”

Per la terza volta sono tornata a immergermi nel fantastico mondo creato da Laura Rocca per le sue Cronistorie degli elementi. Celine, in questo nuovo capitolo, si inoltra nel Regno del fuoco alla ricerca, e al recupero, dell’Arco di Fuoco distruttore. Dovrà individuare la persona che lo cela dentro di sé, e farselo volontariamente consegnare nel luogo dove l’arma magica è stata forgiata.

Il suo rapporto segreto con Aidan le dà forza e i loro amici li proteggono, facendo in modo che essi si possano incontrare, senza destare sospetti. Se qualcuno del consiglio venisse a sapere che loro si amano nonostante la profezia dei Prescelti, sarebbero separati per sempre, ma Celine in questo caso si troverebbe privata del grande potere che riesce a generare quando Aidan le presta aiuto.

Per rendere ancora più difficile una situazione già critica, alla missione si è unita Kaina, la guaritrice che tempo addietro Aidan frequentava e che vuole a tutti i costi riallacciare i rapporti con lui. Per riuscirci è disposta davvero a fare qualunque cosa. Inoltre, entrambi, sanno che lei non li perderà mai di vista e che è stata mandata lì anche come spia di Davios, il quale da sempre è il più ostile verso Celine, così come Lonn, il tecnico di sistemi di sorveglianza e cugino di Kaina e dello stesso Davios.

Anche gli spiriti sono contrari alla loro unione e al loro amore, per questo, per gran parte dalla pericolosa missione, non si paleseranno alla prescelta, che dovrà trovare l’arco senza il loro aiuto. Solo nel momento in cui tutto sembra perduto, una rivelazione che dovrà rimanere segreta, illumina di speranza i due innamorati, ma il destino ha in serbo per la coppia momenti molto duri e grandi dolori.

Riuscirà il loro amore a essere più forte di un’antica profezia? Per cosa o per chi, si può barattare un enorme potere? E cosa li aspetterà nel prossimo Regno della Terra, che dovranno purificare? Solo nei prossimi libri lo scopriremo e il viaggio è ancora lungo.

Tentare di raccontare ciò che accade nel libro sarebbe assurdo. In più di cinquecento pagine, Laura Rocca ci crea un intero mondo in cui albergano storie d’amore e di tradimento, in compagnia di personaggi che si amano o si odiano senza mezze misure.

In questa lunga serie, l’autrice ci racconta del formarsi di tante coppie, fra i vari personaggi che prendono parte alla pericolosa missione; in questo libro rincontriamo Ailie e il sovrintendente Maheloas, ma assistiamo anche alla ritrovata felicità di Acheflow e Hewie, che, grazie a Celine possono ora frequentarsi. Nuovi amori sono pronti a nascere anche nel Regno del fuoco, e così assistiamo ai patemi d’animo di Mavi, sorella di Aidan, che ama Brian da molto e lo ha visto sempre circondato da altre donne; ora che il giovane le professa il suo amore, non riesce a credergli e ad avere fiducia in lui. Anche il guerriero del fuoco Murch avrà il suo bel daffare: chi sceglierà il suo cuore?

Adraste che lo ha respinto, o Kenina la figlia del sovrintendente del Regno del Fuoco che ha provato per lui una subitanea attrazione? E poi ci sono loro: Aidan e Celine più sfortunati di Giulietta e Romeo. Loro, che si amano tanto da sfidare spiriti e profezie, e che ora vengono messi alla prova in un modo atroce. Ho odiato un po’ l’autrice per quest’ultimo colpo di scena, ma confido che alla fine tutto si risolva nel migliore dei modi.

Sono belli e ben costruiti i personaggi di Laura, con caratteri e difetti che risaltano sia nel bene sia nel male: Kaina ne è un perfetto esempio. Difficile trovare in un libro un personaggio altrettanto odioso e detestabile. Così come perfette sono le descrizioni di luoghi e palazzi, alle volte anche troppo minuziose (qualche descrizione in meno avrebbe sveltito la lettura), ma è indubbio che queste siano anche uno dei punti di forza della serie:

Quando Celine raggiunse la sua camera, si trovò innanzi un ambiente da sogno. Dalla finestra aperta entravano i profumi della notte, accompagnati da una brezza leggera che faceva svolazzare i meravigliosi drappeggi arancioni e turchesi del letto a baldacchino. La testiera presentava intagli pregiati, come lo erano anche i tappeti coloratissimi che adornavano il pavimento color caffè. Le pareti erano arancioni arricchite da specchi con una sfarzosa cornice dorata in stile arabo. Ai piedi del letto c’era un meraviglioso baule intagliato dall’aspetto antico, ne uscivano fuori stoffe colorate che si allungavano sul pavimento sopra il quale erano poggiati cuscini viola, color cannella e dorati. Sulla destra c’era un tavolino di legno scuro ed era contornato da vivaci poltroncine. I colori della stanza erano tutti vibranti e intensi, sembravano trasmettere vitalità. L’unica eccezione, sotto il variopinto copriletto, erano le lenzuola bianche: la loro tinta da riposo.”

Una saga fantasy fra le più belle e complete degli ultimi anni. In questi libri c’è davvero tutto quello che può amare un lettore: ci sono storie d’amore, ci sono magie, ci sono nemici subdoli e crudeli, e ci sono entità magiche che nascondono la verità per perseguire i loro fini. Mancano ancora tre libri, e stento a immaginare cosa l’autrice ci riserverà, ma non vedo l’ora di proseguire questo magico viaggio e scoprire quale sarà il destino dei nostri protagonisti. Davvero bello, un’autrice fantasy giovane e piena di talento, consigliata per tutte le amanti del genere.

Fiamme-Sensualità-Lieve NUOVA

Recensione a cura di:

Lucia63

Editing a cura di:

Cahapi

Lascia un commento

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

Vota qui L\'articolo.

Lady Arya

Lady Arya
Blogger presso RFS
x

Check Also

BLACK WIZARD: + FORTE DEL TEMPO, di Lullaby

          Disponibile on line dal 20 giugno 2017 ...

error: Contenuti di proprietà di RFS