Da non perdere
Home / Recensioni libri cult / Recensione: “Il principio della magia” di October Avalon (serie Il Circolo di Mezzanotte #7)

Recensione: “Il principio della magia” di October Avalon (serie Il Circolo di Mezzanotte #7)

Care Fenici, oggi Maljka ci parla di “Il principio della magia” di October Avalon (serie Il Circolo di Mezzanotte #7)

In un tempo molto lontano, Anne Borke strinse un patto di sangue con il popolo delle Ombre che incatenò lei e le successive incarnazioni della Dea al mondo dei demoni.
Il sentiero della Luce si legò in maniera indissolubile a quello del Buio.
Secoli dopo la scomoda eredità ricade sulle spalle di Lilith Blackwood, una solitaria liceale, ma anche una strega naturale, dotata di grandi poteri.
Lilith è la reincarnazione di Diana la Regina di tutte le streghe, il completamento del Triformis Dea della stregoneria.
Chiamata a ristabilire la Vecchia Religione e il Culto Lunare sulla Terra, solo lei può fermare la stirpe degli oppressori delle streghe.
L’unico disposto a volerla proteggere è Michael il vice capo dell’Ordine del Cristallo di Fuoco, l’antica e spietata stirpe di cacciatori di streghe. Michael non solo è un cacciatore devoto al suo Ordine, ma è il figlio della Strega che in vita incarnava Proserpina, nelle cui vene scorre la magia.
Cosa accadrà ora che l’antico patto tra i demoni e le streghe è stato ripristinato?
Lilith – momentaneamente sprovvista dei poteri della Dea – ha attinto a piene mani alla Magia Oscura, e improvvisamente si trova ad essere venerata come una Regina da un esercito di demoni in un mondo alternativo.
Il suo contatto con i demoni ha attivato un processo irreversibile, dove tutto sembra essere predestinato e senza ritorno.
Ma quando le cose si complicano, se lasciamo agli eventi lo spazio di accadere, la magia si compie!

Eccoci arrivati al penultimo capitolo di questa serie, purtroppo non ancora conclusa. Vediamo Lilith alle prese con Anne Borke, colei che in un tempo molto lontano ha fatto un patto di sangue con il popolo delle Ombre, perché solo il sangue può legare indissolubilmente una strega a un demone, soprattutto se la strega in questione ha bisogno di favori.

Faith, dopo aver acquisito per errore l’enormità dei poteri di Lilith, si trova a dover combattere con il mondo oscuro, ha evocato e chiesto favori a ben dodici demoni. Come ne uscirà da questo pasticcio?

La storia controversa tra Lilith e Michael troverà risvolti quasi inaspettati e saranno molti i colpi di scena che vi lasceranno con il fiato sospeso. Conosceremo anche una strana vecchietta che farà vivere un viaggio inaspettato a Faith e Lilith. Ma qual è il suo scopo?

Come nei capitoli precedenti della serie, troviamo dei rimandi storici molto utili per la comprensione della storia stessa e, cosa forse più importante, per la creazione di una propria cultura su questo mondo ancora esistente, anche se in modo diverso.

C’è una cosa in particolare però che non ho amato: il copia incolla di alcune parti dei precedenti libri (troppe forse), in cui Lilith rievoca il passato in ogni sua minima parte. A parer mio, e soprattutto per chi ha letto tutta la serie, l’ho trovato molto ripetitivo. È solo un mio personalissimo parere, l’autrice avrà sicuramente fatto tutte le valutazioni necessarie prima di prendere questa scelta.

Consiglio a tutte le amanti del genere quest’autrice tutta italiana! Ha una scrittura semplice e fluida, in grado di catturare il lettore fin dalla prima pagina. Ogni personaggio creato, sia primario che secondario, ha una forte caratterizzazione, così come le ambientazioni: sono molto ben descritte e ricche di particolari.

1- Il circolo di mezzanotte

2- La regina delle streghe

3- Le figlie di Ecate

4- Ombra di luna

5- Il patto delle ombre

6- Regina di cuori

7- Il principio della magia

 

 

 

 

 

Romanticamente Fantasy

Avatar
x

Check Also

Recensione: “Il sapore della felicità” di Nora Roberts (serie Il Quartetto della sposa #3)

Care Fenici, oggi Emanuela ci parla di “Il sapore della felicità” di Nora ...