Home / Fantasy / Recensione: “Il fato degli dei: Lacrime d’ametista” di Donatella Perullo

Recensione: “Il fato degli dei: Lacrime d’ametista” di Donatella Perullo

Trama

Ognuno nasce con un fato, quello di Roswita è essere l’unica in grado di fermare la malefica Dea Irmin.
Roswita è un’adolescente volitiva, cresciuta in un bosco, nascosta al mondo da Iosò, una misteriosa anziana che chiama nonna. Trascorre le sue giornate a studiare e a giocare nella natura insieme all’inseparabile Lupa; e non sospetta il perché del suo isolamento. Fin quando un giorno un incontro inaspettato la stravolge… ma lui è il principe Fredric dei Noctiluca, figlio della malefica Irmin. In un susseguirsi di eventi, intrighi e misteri, Roswita dovrà combattere per il proprio amore e per la salvezza del mondo rinunciando per sempre alla propria innocenza.
Un romanzo dalla prosa delicata ma incisiva, scritto con maestria, che conduce in luoghi incantati e al contempo infernali. Lacrime d’Ametista è un fantasy fiabesco, destinato a lasciare un segno indelebile nel cuore dei lettori.
«L’amore può trascinare tutto con sé, anche l’odio più feroce».

Recensione

Sono molto dispiaciuta nel non poter mostrarmi entusiasta di questo racconto.
Probabilmente un libro introduttivo alla storia vera e propria, e per questo mi aspettavo vicissitudini più coinvolgenti, qualcosa che facesse venir voglia di leggere il seguito… insomma uno di quei racconti che leggi e dici “oddio e adesso?? Come continua? Non vedo l’ora di sapere come va a finire!”… e invece niente… proprio nulla. Una delusione.
È il classico racconto di una ragazza che si innamora, si riscopre guerriera (tra l’altro addestrata in una foresta incantata da una vecchietta solo su arti letterarie e mediche, di armi, a parte l’arco per cacciare –che non usa mai- niente) e che si pone di salvare un regno, che in pratica conosce solo tramite i libri, e il suo grande amore. La classica storia del bene contro il male. Insomma una fiaba.
Manca completamente della caratterizzazione dei personaggi che sono (insopportabilmente) buoni, puri e casti, o malvagi in modo assoluto.
I “forse” lasciati in sospeso sono assolutamente intuibili (non li cito per non fare spoiler), triti e ritriti di cliché già abbondantemente sfruttati. Forse è proprio per questo che non sono riuscita a farmi prendere e finire è stata quasi una sofferenza.
A favore del libro devo dire che è ben scritto, tutto sommato scorrevole, anche se il linguaggio è un po’… come dire… datato. Personalmente lo preferisco più moderno, ma è adoperato talmente bene da essere, appunto, scorrevole e leggero.
È davvero un dispiacere non sentirmi di consigliarlo, a meno che non si stia parlando di una fascia d’età compresa tra i 10 e i 12 anni, ma purtroppo mi trovo proprio in questa situazione.

Fiamme-Sensualità-Nulla NUOVA

Recensione a cura di:

Marty

Editing a cura di:

 Tayla

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione:Ruckus – senza regole di L.J.Shen serie The Saints #2

Autore: L.J. Shen Editore: Always Publishing Genere: Contemporary ...