Home / Recensione libri / Recensioni MM / Recensione: “Il cuore di un cowboy” di Z.A. Maxfield * Serie The Cowboys Vol.1

Recensione: “Il cuore di un cowboy” di Z.A. Maxfield * Serie The Cowboys Vol.1

 

 ♦ Traduttore Rebecca Arcangeli

Triskell Edizioni, acquistabile qui

Trama azzurro

Malloy, caposquadra del J-Bar Ranch, è un tipo riservato che si muove in modo quasi furtivo attorno agli altri, come un vecchio coyote, facendo il proprio lavoro e tutelando la propria privacy.
Questo fino a quando non arriva Crispin Carrasco.
Snello, muscoloso e con una bocca che non smette mai di parlare, Crispin innesca qualcosa in Malloy, qualcosa che il caposquadra non sapeva esserci.
Ma come può un coyote solitario avvicinarsi al calore di un fuoco? E cosa più importante, cosa accadrebbe se quel fuoco lo bruciasse?

Recensione azzurro

Ciò che mi viene in mente come prima affermazione è: peccato! Peccato perché questo è un buon romanzo, pieno di principi sani, ideali puri e sentimenti che trascendono l’infida realtà che ci circonda. Il difetto maggiore che ho riscontrato, però, è l’eccessiva fossilizzazione su conversazioni e avvenimenti che poco importano ai fini della trama. Se l’idea di base era quella di far entrare il lettore in empatia con i personaggi, facendogli conoscere ogni minimo dettaglio, non ha avuto un gran successo per quanto mi riguarda. Anzi, a volte mi sono addirittura annoiata, scorrendo velocemente le pagine per arrivare a eventi che fossero degni di attenzioni. Ripeto, è davvero un peccato.

Crispin e Malloy rappresentano un amore guerriero, capace di combattere contro le ostilità dettate da un mondo prettamente maschile, quello dei ranch americani, ma soprattutto che lotta contro i proprietari dei cuori di cui è ostaggio. No, non è esatto ciò che ho appena detto. L’amore di cui parlo cerca di far capire a Malloy che al mondo c’è qualcosa per cui vale la pena lottare, il lavoro e l’affetto della famiglia non bastano a farci sentire meno soli. Tutti noi, Malloy per primo, visto l’infanzia drammatica che ha passato, abbiamo bisogno di una persona che ci abbracci quando andiamo a letto, che ci dica: “andrà tutto bene”, “ci sono io, per te e con te”.

Perché ho fatto questa sviolinata? Perché il cowboy protagonista di questo romanzo ha un cuore grande quanto l’intero universo, ma ha troppa paura di lasciare che il suo vero io venga alla luce. Egli infatti non è mai stato attratto particolarmente da una donna, pensava però che ciò derivasse dalla sua indole solitaria. Si scopre omosessuale nel momento in cui al J-Bar arriva Crispin, un ragazzo dal quale si sente subito attirato, che scatena in lui un sentimento di protezione che non ha mai provato in tutta la sua vita. Crispin è un gay dichiarato, chiacchierone e senza “peli sulla lingua”. Dice tutto ciò che gli passa per la testa, fa tutto ciò che il suo cervello e il suo cuore gli suggeriscono di fare, senza alcun tipo di vergogna.

Crispin e Malloy sono dunque due antitesi, il giorno e la notte, il fuoco e il ghiaccio. Ma come la vita ci insegna, gli opposti si attraggono e, nel momento in cui il lupo solitario comprenderà i suoi veri sentimenti per il ragazzo appena arrivato al ranch, scoppieranno un amore, una passione che potrebbero riempire tutti gli spazi vuoti che ha nel suo cuore.

Era felicità e speranza e la peculiare tenerezza di essere amato; sentimenti così sconosciuti per me che avevo quasi dimenticato di averli mai provati prima. Imparai che non aveva bisogno di guardarmi negli occhi per essere intimo con me, e imparai che sentire il suo corpo sudato e soddisfatto steso sulla mia schiena era come essere disteso sotto a quella coperta di stelle nella mia camera da letto quando ero bambino.

Un gay dichiarato, però, potrà davvero cambiare il cuore di un cowboy, il quale obiettivo è sempre stato quello di costruire una famiglia, con una donna e tanti piccoli marmocchi?

Certo non posso rivelarvelo io. Ciò che posso dirvi, però, è che nonostante la premessa che ho fatto all’inizio, nonostante il ritmo sia lento e non vi siano particolari avvenimenti eclatanti, lo consiglierei. L’amore ha “millemila” sfumature diverse, ed è davvero interessante vedere come un testone come Malloy lotti contro se stesso per conoscere il suo vero io e accettare che la vita non sempre si realizza nella maniera in cui abbiamo sperato e sognato. No, a volte è molto meglio.

Fiamme-Sensualità-Medio NUOVA

Recensione: Mytra

 

Editing: Bettina

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione MM anteprima: Nelle sue mani di Mary Durante serie Fallen Alphas #1

Titolo: Nelle sue mani Serie: Fallen Alphas #1 ...