Home / Recensioni libri cult / Recensione: “Il bacio del diavolo” di Colleen Gleason (serie Regency Draculia #3)

Recensione: “Il bacio del diavolo” di Colleen Gleason (serie Regency Draculia #3)

Care Fenici, oggi per Maljka un grande classico: “Il bacio del diavolo” di Colleen Gleason

Londra, 1804. Bellissima e spregiudicata, Narcise Moldavi sembra nata per affascinare gli uomini, mortali o immortali, e proprio per questa sua capacità è sempre stata un’arma letale nelle mani del crudele fratello Cezar. Finché si è innamorata di Giordan Cale. Ma dopo averle giurato amore eterno, lui l’ha tradita nel più crudele dei modi, e da allora Narcise vive solo per la vendetta. Così, quando incontra Chas Woodmore, uno spietato cacciatore di vampiri, capisce che lui è lo strumento perfetto per saziare la sua sete: quell’uomo la desidera, l’adora, sarebbe disposto a uccidere per lei. E Narcise non è una donna che dimentica o che perdona.

La loro bellezza è incantevole.

Il loro potere senza limiti.

Per secoli la solitudine ha dato loro la caccia, ma all’improvviso un raggio di luce illumina le tenebre della loro esistenza con la promessa di un amore destinato a durare per l’eternità.

Niente. Non c’è proprio niente da fare. Questa serie della Gleason non mi è piaciuta affatto. O meglio, ci sono sicuramente parti che si fanno leggere, la scrittura è sempre scorrevole, come in tutti i suoi precedenti romanzi, i personaggi ben delineati così come l’ambientazione ma la storia, le storie in se mi hanno un po’ delusa. Le ho trovate lente e ripetitive.

Il titolo originario di questo romanzo è “The vampire Narcise” proprio perché è incentrato su questa protagonista.

Lei è vivace, terribilmente bella e sexy, la donna che ogni uomo o non morto sogna, eterea e tremendamente crudele con i suoi nemici o con chi le si mette contro.

Lui è Cesar Moldavi, il fratello maggiore di Narcise, il più cattivo dei cattivi, temuto ma non rispettato, sdegnato e disprezzato da uomini e donne in egual misura, il Voivoda della Moldavia ovvero il governatore di tutto il regno.

Fondamentalmente il racconto è suddiviso in tre parti: la prima dove la protagonista è sottomessa e sfruttata, anche sessualmente dal fratello, per l’intrattenimento dei suoi ospiti e dove durante un incontro conosce Giordan Cale, socio d’affari del fratello; la seconda dove incontra Chas Woodmore, il sexy e temerario cacciatore di vampiri (cosa già accennata nei due libri precedenti ma approfondita solo in quest’ultimo) e il finale… che lascia alquanto a desiderare perché, a parer mio, abbastanza scontato.

Quello che è certo è che è stato tutto tremendamente estremizzato: amori, emozioni, gelosie e depravazioni, forse anche troppo per certi versi.

Credo che la Gleason abbia fatto un flop con questa serie. Ma è solo un mio modesto parere.

#1  Patto col Diavolo (The Vampire Voss)

#2  Il marchio del Diavolo (The Vampire Dimitri)

#3  Il bacio del Diavolo (The Vampire Narcise)

#4  Vampire of the Caribbean (Tales of Lord Raine St. Albans & Captain Arial Bonny) MAI PUBBLICATO IN ITALIA

 

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Recensione: “Follia” di Patrick McGrath

Care Fenici Maljka ci racconterà un thriller psicologico:Follia ...