Da non perdere
Home / coming soon / Recensione “Hotel Transilvania 3”

Recensione “Hotel Transilvania 3”

DATA USCITA: 22 agosto 2018
GENERE: Animazione, Commedia, Family, Fantasy
ANNO: 2018
REGIA: Genndy Tartakovsky
ATTORI: Claudio Bisio, Cristiana Capotondi, Adam Sandler, Selena Gomez, Andy Samberg, Kevin James, Steve Buscemi, Mel Brooks
PAESE: USA
DURATA: 97 Min
FORMATO: 2D e 3D
DISTRIBUZIONE: Warner Bros. Italia

Dopo oltre un secolo passato a distribuire chiavi e munire il suo albergo di ogni mostruoso comfort a disposizione, anche il vampiro più indaffarato della Transilvania ha bisogno di una piccola pausa estiva. Mento affilato, occhiaie profonde e tintarella di luna, il bisbetico Dracula si lascia convincere dalla figlia Mavis a imbarcarsi con tutta la famiglia su una gigantesca nave da crociera extra lusso. Ovviamente si unisce a loro anche il resto del gruppo: Frank e signora, il lupo mannaro Wayne con la disordinata cucciolata, il riservato uomo invisibile Griffin, la maliziosa mummia Murray e il mansueto, taciturno mostro di gelatina Blobby.

Mentre tutti si divertono e partecipano alle attività di bordo, invece che dai colossali buffet illimitati, dalle piscine cristalline e dalle insolite escursioni, la curiosità del cinico conte viene stuzzicata dal capitano della nave: la seducente Ericka… che si rivelerà la discendente del famigerato cacciatore di vampiri Van Helsing.

Divertente, ma senza pretese. I personaggi mantengono le loro caratteristiche principali continuando a inventare strane contorsioni, nomignoli e battute e, molte situazioni risultano simpatiche, ma nel complesso l’idea che suscita nello spettatore è: e quindi?

La famiglia di licantropi scarrozza una masnada di cuccioli, Frank e la sua signora si scambiano battute sui loro arti mozzati e ricuciti, l’Uomo Invisibile e consorte proseguono a portare in giro vestiti e accessori senza niente sotto, lo scheletro continua a mangiare e il cibo immancabilmente a cadere sul pavimento, Blobby la gelatina traballa di qua e di là. L’unica novità è il fatto che Dracula si sente solo. Un fiasco, anche da questo punto di vista. Abituate come siamo al vampiro romantico, forse avremmo gradito di più un Drac che incontra di nuovo l’amore senza averlo cercato e che di primo acchito magari lo rifiuta pure, invece qui Dracula sembra quasi un single rintronato in cerca di compagnia. Il vero Zing, l’amore a prima vista nel mondo dei mostri, si incontra quando meno te lo aspetti, non quando cerchi un’alternativa alle parole crociate.

Invece di trovare un nuovo filo conduttore, questo film riprende in modo sbiadito le tematiche trattate nei primi due episodi, l’amore tra mostri e umani.

Il tutto si può riassumere in una frase: Vlad trova la fidanzata.

Non so se sia colpa del cambio di regia, ma decisamente manca della verve dei precedenti episodi.

Voto: 3 pipistrelli

A cura di;

Francesca

x

Check Also

Virginia Bramati

Novità in Uscita: “Cercasi amore vista lago” di Virginia Bramati (Serie le Ragazze di Verate #2)

    Titolo: Cercasi amore vista lago Autore: Virginia Bramati Genere: Romance Serie: Le ragazze ...

error: Contenuti di proprietà di RFS