Home / Made in Italy autori italiani famosi ed emergenti / Recensione: “Guida astrologica per cuori infranti” di Silvia Zucca

Recensione: “Guida astrologica per cuori infranti” di Silvia Zucca

Trama

Trent’anni passati da un po’, single (NON per scelta) e con un impiego che offre ben poche prospettive di carriera, Alice Bassi accoglie la notizia del matrimonio del suo indimenticato ex come il proverbiale colpo di grazia. Se non fosse ancora abbastanza, nella piccola rete televisiva per cui lei lavora, arriva Davide Nardi. Sguardo magnetico e sorriso indecifrabile, Davide sarebbe il sogno proibito di Alice… peccato sia stato assunto come «tagliatore di teste». Insomma: non ce n’è una che vada per il verso giusto. Ma poi Alice incontra Tio, un attore convinto di conoscere il segreto per avere successo: l’astrologia. Non quella spacciata sui giornali, bensì una «vera» lettura delle stelle, che esistono proprio per segnalarci i giorni più favorevoli per la sfera professionale o per farci trovare l’anima gemella. Seppur scettica, Alice decide di provare e inizia a uscire con uomini compatibili col suo segno zodiacale. Però, stranamente, l’affinità astrale non le impedisce di collezionare incontri sbagliati, fallimenti imbarazzanti e sorprese di cui avrebbe fatto volentieri a meno. Come non impedisce a Davide di diventare sempre più attraente. Tuttavia a lui Alice non osa chiedere di che segno sia. Perché ha paura che la risposta la deluda o, peggio, che la illuda. E perché, in fondo, spera che l’amore non abbia bisogno delle stelle per trovare la sua strada.

Recensione

Diciamocelo, per quanto possiamo essere scettiche, millantare di non crederci, perorare la causa del “Sono baggianate!”, a tutte noi capita di sbirciare l’oroscopo! Spesso lo facciamo senza nemmeno rendercene conto, salvo poi guidate dall’inconscio, vedere le cose dal punto di vista di ciò che abbiamo letto nella rivista relativamente all’oroscopo della settimana. Questo per dire che siamo condizionabili, anche quando non pensiamo di esserlo.
Ognuna di noi, partendo da questi presupposti si ritroverà per qualche aspetto in Alice Bassi, la protagonista del divertente romanzo.
Partiamo dall’inizio. Alice ha trent’anni, è single e ha un lavoro che le piace ma che non ha sbocchi di carriera. Nei giorni meno buoni si affida al suo “Kit di sopravvivenza”, rigorosamente nascosto sotto il letto, perché quando tutto pare girare storto, lei si fa “un overdose di zucchero formato celluloide”. Ci racconta di come nella sua videoteca facciano bella mostra di sé i film di Kubrick, Kiarostami e Kusturica, ma nella sua scatola sotto il letto ci siano: “Dirty dancing”,” Notting Hill” e “Pretty Woman” insieme a una busta di popcorn da spadellare. Questo quadretto ci fa comprendere sin dalle prime pagine, quanto Alice sia una persona normale. Una giovane donna che affronta i piccoli drammi quotidiani come può.
Alice ha un ex fidanzato storico, Carlo, con il quale è in buoni rapporti, almeno di questo era convinta, fin quando non scopre che lui si sta per sposare, a sua insaputa. Questo la spiazza non poco, non solo perché si ritrova a dover fare i conti una volta di più con la sua situazione sentimentale, ma anche perché Carlo non glielo ha mai confidato, lasciando che Alice lo scoprisse -ahimè per caso- dalla pagina facebook della sua futura moglie Cristina. Mettiamoci poi che Alice, Carlo e Cristina lavorano tutti nello stesso posto e il danno è servito. E siccome le disgrazie non accadono mai una alla volta, nella vita di Alice arriva Davide Nardi. Che di lavoro fa il “tagliateste” e in questo caso, deve risanare i conti della piccola casa di produzione dove Alice lavora. Davide non poco enigmatico è anche bello come il sole. E siccome Silvia Zucca ha voluto regalare ad Alice una giornata topica per l’inizio di questo libro e farci conoscere dopo poche pagine tutti i personaggi principali, ecco che chiusa in bagno in un momento di sconforto Alice incontra Tio, che diverrà suo amico fedele … e consulente astrologico. Sì, perché Tio crede profondamente nell’oroscopo, ma non quello dei giornali. Lui crede nella vera lettura delle stelle che, a suo parere, sono in grado di indicarci i periodi buoni, quelli contrari, e soprattutto di aiutarci a trovare l’anima gemella. E così, mentre l’amicizia fra Tio e Alice sboccia con semplicità, lei comincia a credere agli astri, e finisce per uscire con uomini improbabili, basandosi su quello che le stelle dicono. E Davide? A Davide Alice non ha il coraggio di chiedere di che segno è, ma finisce per esserne sempre più attratta. In un racconto a tratti veramente spassoso, Silvia Zucca ci regala la vita di una ragazza di trent’anni come tante che sogna il vero amore e che si ritrova catapultata in una carriera lavorativa che non si aspettava potesse avere simili sbocchi. Il libro è davvero ben scritto, la storia tiene e la narrazione dal punto di vista di Alice, che in certi momenti diventa introspettiva, è davvero azzeccata. Alice è simpatica, e il modo di raccontarci la sua vita include il lettore sin da subito nella storia. La cura dell’autrice nel descrivere i personaggi, ce li rendi reali, persone normali, con pregi e difetti comuni, tanto che alla fine del romanzo sembrerà di conoscerli davvero.
Non ci sono drammi in ‘Guida astrologica per cuori infranti’, né momenti di disperazione profonda o di empasse dei protagonisti, tali da celare l’evolversi della trama. La bellezza di questo romanzo è forse proprio questa. Già dalle prime pagine il lettore immagina in che direzione andrà l’epilogo ma si sa, nei libri come nella vita succede di tutto, e non sempre possiamo arrivare al finale per la strada che vogliamo. Alice raggiungerà il lieto fine, ma la strada che percorrerà sarà costellata di piccoli errori e disavventure, non certo tali da rovinarle la vita, ma importanti abbastanza da farle rimettere in discussione alcune cose.
Mi rendo conto, scrivendo, che sto parlando soprattutto di Alice, forse perché è una ragazza normale che appassionatamente e con autentica semplicità ci racconta la sua storia, ma nel romanzo troveremo molti altri personaggi, altrettanto importanti e carismatici: Davide, il classico bello e bravo, che però nel corso della storia ci riserverà molte sorprese, Tio, personaggio eclettico e stravagante con un cuore enorme e un’anima davvero buona. C’è Paola, amica storica di Alice, adesso sposata e neo mamma, ma sempre pronta e disponibile per Alice. Con lei vedremo altre fatiche “normali”. Ci sono Carlo e Cristina, che devono fare i conti con le loro responsabilità, e capire se e come sono pronti ad affrontarle. E infine troviamo personaggi minori che ruotano attorno dalla vita di Alice e che ci faranno sorridere, ma anche un po’ arrabbiare.
Alice crescerà in questo romanzo, e da giovane donna che cerca la sua strada, attraverso una serie di eventi che la porteranno a maturare, arriverà a essere una donna consapevole delle proprie possibilità.
Il libro ruota attorno all’astrologia e Silvia Zucca, ha scelto di renderla perno importante della narrazione. Se proprio vogliamo trovare un difetto nel romanzo forse è questo… in alcuni momenti le spiegazioni astrologiche sono davvero troppo tecniche, il che fa si che una narrazione brillante e scorrevole per la maggior parte del tempo, diventi a tratti quasi pesante. Sono solo pochi passaggi, che però spezzano l’incedere alla lettura, rendendola leggermente più ostica.
‘Guida astrologica per cuori infranti’ è un bel romanzo, che merita di essere letto. Non so se abbia davvero le potenzialità per candidarsi a best seller del 2015 così come è stato annunciato, ma di certo è uno di quei libri che meritano un posto nelle libreria di ogni casa, pronti per essere letti nei momenti in cui si ha voglia di un po’ di leggerezza.
Alice, Davide, Tio, sono personaggi da conoscere, perché a volte è necessario ricordare che esistono storie semplici con personaggi (quasi) normali, in grado comunque di farci sognare e divertire.

Fiamme Sensualità Medio

Recensione a cura di:

Liz

Editing a cura di:

LadyLightmoon

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

x

Check Also

Recensione: “Vivienne. Da escort a moglie imperfetta” di Lily Rose

Care Fenici, Buffy oggi ci presenta “Vivienne. Da escort a moglie imperfetta” di ...