Home / Recensioni MM / Recensione: “Giorni nel blu” di Mary Calmes (serie Storie di Mangrove #1)

Recensione: “Giorni nel blu” di Mary Calmes (serie Storie di Mangrove #1)

Care Fenici, oggi Kiki ci parla di “Giorni nel blu” di Mary Calmes (serie Storie di Mangrove #1)

Innamorarsi di un collega non è quasi mai una buona idea, specialmente per un uomo a cui è appena stata data l’ultima possibilità per salvare la propria carriera. Ma fin dal primo momento in cui Dwyer Knolls vede Takeo Hiroyuki, bellissimo ma socialmente inetto, sembra destinato a prendere solo delle pessime decisioni.

La vita di Takeo è scandita da continui fallimenti nel tentativo di rendere orgoglioso il padre, un uomo giapponese fissato con le tradizioni. Sfortunatamente, avere successo negli affari per Takeo è difficile quanto cambiare il proprio orientamento sessuale. In effetti, l’unica cosa in cui sembra eccellere è notare Dwyer Knolls.

Quando i due partono per Mangrove, in Florida, per un viaggio di lavoro, la loro amicizia incerta diventa più solida e si trasforma in qualcosa di più profondo. La loro improvvisa sintonia sarà abbastanza forte da permettere loro di costruire un futuro insieme, oppure si tratta solo di un abbaglio ispirato dalla brezza dell’oceano?

Il libro di cui vi parlo oggi è Giorni nel blu di Mary Calmes, uscito l’anno scorso con Dreamspinner Press, primo volume della serie Storie di Mangrove.

In occasione della pubblicazione del secondo capitolo, Notti tranquille, che uscirà il 18 dicembre e che vi recensirò in anteprima, ho pensato che vi avrebbe fatto piacere sapere qualcosa di più anche del primo romanzo. Giorni nel blu è uscito ad aprile 2017, quindi un po’ di ripasso fa bene a tutti!

Storie di Mangrove è ambientato nell’omonimo paesino della Florida. Attorno a esso ruotano le vicende contenute nelle cinque brevi novelle che ha scritto la Calmes, tutte di un’ottantina di pagine. Brevi e autoconclusivi, questi piccoli romanzi sono dei gioiellini, scritti nello stile caro all’autrice: attraverso semplicità, dolcezza e schiettezza ci parla di uomini normali alle prese con l’emozione più complicata che esista, l’amore.

I protagonisti del primo romanzo sono Dwyer e Takeo, che si incontrano sul posto di lavoro alla Sakura Limited a Chicago, una società di sviluppo immobiliare che ha la sede centrale a Tokio. Sono due uomini molto diversi tra loro: Dwyer è dolce e intelligente, mentre Takeo, di origini giapponesi, è un rompicapo umano! Schivo al limite dell’asocialità, di poche parole e minuzioso, tanto da risultare antipatico, attira subito l’interesse del collega americano.

Mentre la vita di Takeo sembra scandita da continui fallimenti nel tentativo di rendere orgoglioso il padre, un uomo giapponese fissato con le tradizioni, Dwyer, pur in un momento di assestamento dell’azienda, non smette di ricevere elogi dai vertici della Sakura. Mentre il giovane americano è il collega che tutti vorrebbero avere, il giapponese è un personaggio bizzarro, che segue le regole alla lettera: la sua inflessibilità lo porta a essere malvisto da tutti gli altri membri dell’azienda, che finiscono per tenerlo a distanza. Due uomini diversi come il giorno e la notte, attirati l’uno verso l’altro da una dolce alchimia e quando il lavoro li porta a Mangrove, non possono fare altro che cedere al sentimento che li travolge, scoprendo di essere l’uno il completamento dell’altro.

Dalle pagine della Calmes traspaiono i profumi e i colori dei luoghi che descrive. La brezza dell’oceano, gli odori prepotenti dei fiori, il caldo del sole che non dà tregua. Immerso in questo panorama da favola, il lettore impara a vedere Takeo attraverso gli occhi di Dwyer, e a capire che la bellezza è presente in ognuno di noi. Takeo non riusciva a trovare quella stima di sé che lo avrebbe reso un uomo migliore. Spetta al compagno fargli vedere la strada che lo porterà a essere più consapevole e maturo.

Pur nella brevità della storia, Giorni nel blu è una bellissima novella. Innamorarsi di un collega non è quasi mai una buona idea, ma i protagonisti riescono a strappare più di un sorriso al lettore. Lo consiglio a tutti quelli che hanno voglia di leggere un testo rilassante e non complicato, ma pieno di buoni sentimenti.

#1  Giorni nel blu

#2  Notti Tranquille

Romanticamente Fantasy

Avatar
x

Check Also

Recensione in anteprima: “Guardia e Ladri – Serie Delitti e Disastri #2” di Rhys Ford

Buongiorno Fenici, oggi Lucia ci parla di “Guardia e Ladri – Serie ...