Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Games Of Thrones 7×04 7×05 7×06

Recensione Serie Tv: Games Of Thrones 7×04 7×05 7×06

Ci volevano tre puntate pressoché inutili per vedere degli episodi degni del resto della serie. Eppure, qualcosa ancora non va. La sensazione è infatti che si voglia allungare il brodo, inutilmente visto che di materiale da trattare ce n’è fino alla fine della prossima decade. Ma andiamo con ordine…

 

Il Nord non dimentica…e finalmente si riunisce.

Finalmente, nel quarto capitolo, abbiamo una vera reunion degli Stark, sopravvissuti al sanguinoso viaggio a Sud e all’invasione delle Piovre a Nord. Abbiamo visto Bran tornare a casa. Quando se ne era andato era appena un bambino storpio ma al ritorno è molto cambiato e non è più quello di un tempo, come lui stesso ammette con Meera che lo saluta per tornare alla sua famiglia. Finalmente, però, vediamo tornare anche la piccola Arya, che ormai tanto piccola non è più. In un certo qual modo è diventata la piccola grande guerriera che aveva sempre sognato. Una sorta di chiusura del cerchio, rispetto all’inizio della prima stagione dove la vedevamo cercare di ritagliarsi un posto tutto suo con regole sue. Nonostante la felice circostanza, di certo non si fanno attendere i problemi. Troppi Stark talentuosi sotto lo stesso tetto non sono certo una buona cosa, per chi è abituato a bisbigliare, ed ecco che ben presto Ditocorto tenta di metterci lo zampino. Vedremo se la sua presa sarà abbastanza salda e se i piccoli lupi sono cresciuti più forti e astuti di quello vecchio.

Per quanto riguarda Jon…beh, è più Stark di quanto si pensasse ma è anche ben altro e per ora sta bene dove sta, a mio parere.

Fuoco e Sangue

Ed eccoci affrontare uno, senz’altro il primo, momento più epico della stagione e che fa dell’episodio numero quattro una vera bellezza. Lo ammetto, ho riguardato la scena della prima vera apparizione di Drogon, sul campo di battaglia, più e più volte e ho pianto. Anche perché diciamolo, su una cosa Lady Olenna aveva ragione, Danaerys non è una pecora e, finalmente,

si è comportata di conseguenza perché tra incendiare città, distruggerle come Harrenal e tenere tre draghi a volteggiare come colombe su un’isola disabitata c’è un abisso. A che serve avere tre draghi, se poi non li si usa?

E finalmente Dany mostra il suo vero potere. Forse, poi, esagera un po’ col barbecue quando arde vivi i Tarly, ma non si può dire che il gesto non abbia un esito più che positivo, visto che con due fuochi fa inginocchiare l’intero altopiano e diversi Lannister.

Per quanto riguarda invece il Targaryen inconsapevole, Jon Snow, diventa innegabile l’attrazione che va creandosi attraverso gli episodi con Dany. Trascuriamo la parentela, infondo tra i Targaryen non era così fuori dal comune. Jon, però, è cresciuto tra gli Stark, ha già rinunciato una volta alla sua moralità per una donna e, diciamolo, Danaerys sembra tutto tranne che una zietta!

Ovviamente Jon se non si mette contro tutti coloro che gli stanno attorno non è contento. Ha deluso i Lord del Nord andando a Sud per incontrare Danaerys, delude Dany perché non vuole inginocchiarsi, parte per il Nord e in più alla fine rischierà un secondo linciaggio decidendo di accettare La Madre dei Draghi come sua regina dopo che lei ha mollato tutto, preso baracca e draghetti ed è salita al Nord per salvargli il culo.

Questo era il piano: Tyrion avrebbe chiesto a suo fratello, mano dorata, di intercedere presso la sua amante/regina/gemella per favorire un incontro con Danaerys . Lo scopo è convincere Cersei della minaccia degli Estranei e “dimenticarsi” un istante del trono di spade per far fronte comune contro il nemico. Come convincerla è molto semplice: mostrarle che la minaccia è reale, quindi farle vedere un estraneo. Ecco che Jon si offre cavallerescamente di partire per recuperare un non-morto al di là della Barriera.

Questa è stata la parte più controversa di questi episodi: partono in una manciata e ne tornano ancora meno, ma comunque più di quanti sarebbe logicamente pensabile. Senza contare che i tempi sembrerebbero assolutamente sfalsati, neanche avessero twittato a Dany (“piccolo contrattempo, gita al lago visto il tempo, ci raggiungi?”), invece di aver mandato Gendry a piedi a raggiungere la Barriera.

Altro punto delicato: Gendry. Era così necessario tornare a scovarlo dai bassifondi di Approdo del Re? Poteva avere senso quando il problema era la discendenza di Robert Baratheon, ma ormai questo punto in agenda lo abbiamo spuntato da un bel pezzo e del caro vecchio e ubriacone Re Rob non gliene frega più nulla a nessuno. Vedremo, ma per me si poteva evitare.

Comunque, ricevuto il messaggio di Jon, la cara Dany parte alla carica, con tutti i suoi draghi, in soccorso del bel caduto. Forse una cazzata. Certo Jon è importante, ma era necessario rischiare tanto per salvare lui e quel manipolo di imbranati? Speriamo di sì, anche perché il prezzo è dannatamente alto. La caduta di Viserion è stato un duro colpo.

Non mi aspettavo di vedere la morte di un drago così presto, dimostrazione ulteriore che Danaerys non li ha sfruttati abbastanza sul campo e hanno imparato solo a “volteggiare”.

Vedremo se il sacrificio sarà valso il rischio, visto soprattutto che Viserion viene recuperato dal nemico alla fine del sesto episodio ed entra ufficialmente nell’armata dei morti.

Questa sì che sarà difficile da svangare!

 

Gli assenti

 

Chi manca in tutto questo? I Lannister. In questi episodi non sono molto presenti, eccetto che per farsi bastonare/caricare/bruciare. Vediamo Jaimie salvarsi per un pelo dalle fiamme di Drogon, tornare ad Approdo del Re e dare le brutte notizie a Cersei e incontrare Tyrion per la prima volta da quando lo ha aiutato a fuggire dalla sua sentenza di morte. In pratica, Jaimie prendere batoste fisiche ed emotive praticamente da ogni parte. Cersei la vediamo a mala pena, mentre da una notizia di dolce attesa al gemello (ancora? Tre figli morti non ti bastano?). Sorge spontaneo chiedersi: Cersei, in tutto ciò, che cosa fa della sua vita a parte bere come una spugna?

Intanto ha acconsentito all’incontro con Dany. Vedremo che cosa succederà.

Prossimo appuntamento: finale di stagione.

Recensione Serie Tv: Games Of Thrones 7×04 7×05 7×06
5 su 1 voti

Gaia

x

Check Also

Recensione Serie TV: Arrow 5×20 Underneath

  Avevamo lasciato Oliver e Felicity privi di sensi sul pavimento del ...

error: Contenuti di proprietà di RFS