Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Game of Thrones 5×01-07

Recensione Game of Thrones 5×01-07

 

 

Il gioco per la conquista del Trono è ricominciato! Fin dalla prima puntata ci rendiamo conto che quella a cui assisteremo in questa stagione, non è una rivisitazione della serie di Martin ma una cosa a sé stante. Stagione dopo stagione la serie televisiva ha preso le distanze da quella letteraria e in questa quinta stagione il distacco è abissale e tangibile. Molti personaggi intraprendono strade e compiono scelte ben diverse da quelle immaginate da Martin. Non ci resta quindi che osservare il dispiegarsi della storia, senza possibilità di suggerimenti e spoiler vari.Got-5-poster-banner-1

Come sempre il primo episodio riafferra i fili delle storyline lasciate per strada nella stagione precedente e imbastisce quelle nuove.

game-of-thrones-bannerRitroviamo quindi Tyron. Fuggito dopo l’uccisione del padre ospite di Varys, da sempre dalla parte di Daenerys. Quest’ultimo vuole convincerlo a unirsi alla causa dei Targaryen. Tyron in fondo è un uomo solo ormai, odiatissimo in primo luogo da quella sorella che vuole solo il potere e che, dalla morte del padre ha solo da guadagnare. Cersei è la con-il-fratelloprotagonista delle prime immagini della puntata, immersa in un flashback che ben ci spiega come il suo destino le sia stato predetto in gioventù. Al funerale del padre, di fronte a un Jaime sempre più succube e innamorato della sorella, si libera di tutto l’odio che prova per quel fratello deforme, che lei ha sempre reputato indegno. Jaime non potrà fare altro se non partire per il Regno dei Martell al fine di proteggere Myrcella la figlia sua e di Cersei, che Tyron aveva inviato lì, con scopi diplomatici.

Personaggio principale di questa puntata è Daenerys che si trova a scontrarsi con le vecchie usanze di Meeren. I vecchi padroni richiedono la riapertura delle arene di combattimento. Gli Immacolati, tra le mura della città non sono imbattibili come in campo aperto e diventano facili vittime dei figli dell’arpia, che rimpiangono i vecchi costumi. La nostra Regina non ha problemi solo con i suoi sudditi ma 5x01-The-Wars-to-Come-game-of-thrones-38383329-1439-1055anche con i suoi draghi. Drogon è sparito, mentre Viserion e Rhaegal sono infuriati per essere stati imprigionati. La sua situazione è decisamente difficile

Altro fronte quello della Barriera. L’inverno sta arrivando, Stannis e Melisandre amministrano la questione Bruti come sempre con violenza. La prima illustre vittima di questa stagione è Mance Rayden che non accettando di inchinarsi a Stannis, preferisce essere bruciato vivo.

Rivediamo un vecchio personaggio: Lancel cugino e amante di Cersei. Entrato nella setta religiosa degli sparvieri non perdiamolo di vista, lascerà il segno.

Questa prima puntata non esaurisce i personaggi principali, e occorrerà una ricca seconda parte, per riannodare i protagonisti principali, primo tra tutti Arya Strark.

Arya raggiunge Essos con un intento ben preciso: unirsi a Jagen H’ghar e ai suoi senza nome. Come lei anche sua sorella Sansa non èGoT-Arya interessata a essere difesa da Brinne, che vede la sua promessa infrangersi contro la volontà delle due sorelle Stark. Sansa, con quel viscido di Petyr, raggiungerà Grande Inverno. Certamente non è più la ragazza ingenua della prima serie, ma non ha lo spirito indomito della sorella minore. Arya è uno dei personaggi più amati, l’ultima vera Stark rimasta e, per quanto voglia entrare a far parte dei senza nome, non potrà mai disconoscere le sue origini né quello che per lei ha rappresentato il padre.

Cersei , con la morte del padre e un figlio facilmente manipolabile sul trono, ha finalmente nelle sue mani il potere tanto ambito. In queste puntate la sua natura doppiogiochista e insensibile viene a galla come mai prima d’ora. La sua nemesi Daenerys invece, non se la cava affatto bene come abbiamo già detto, infatti commette un grave errore nella gestione del Regno, che le costerà moltissimo. Drogon è tornato ma resta indipendente e libero; è game-of-thrones-season-5-premiere-131005giunto il momento che la madre dei draghi si riprenda i suoi figli.

Dopo due puntate possiamo quindi ripartire con le nuove storyline e vista la mole di personaggi, continuo a ritenere che dieci puntate a stagione, siano troppo poche. Iniziamo dagli Stark. Sansa ha raggiunto Grande inverno, ormai nelle mani dei Bolton. Petyr comprende che è politicamente remunerativo trovare un accordo con questi usurpatori. Cosa c’è di meglio e di più conveniente per ambedue le parti di un matrimonio? Non ci images (85)fidiamo, ma stranamente quello psicopatico di Ramsay pare meno pazzo del solito, e sinceramente attratto da Sansa. L’Inverno è il punto focale di questa stagione e ci spostiamo ancora più a nord, alla Barriera dove Stannis è bloccato con il suo esercito. Jon è ormai diventato a tutti gli effetti Lord comandante. Hanno un’arma nelle mani: i Bruti. Spaventati anche loro da quello che arriva con l’Inverno, Jon capisce che solo una tregua e un’alleanza potrebbe garantire la salvezza. Melisandre è conscia del valore di Jon Snow e della sua importanza nell’intreccio cui lei stessa ha dato vita e, per creare un nuovo burattino stile Stannis, si reca nelle sue stanze offrendosi a lui. Rifiutata dal comandante dei Guardiani della Notte, ancora legato a Grytte, Melisandre lo lascia con la classica frase “Tu non sai niente Jon Snow”.

Se Jon non sa niente, Daenerys non se la passa certo meglio. I suoi uomini vengono coinvolti in un agguato dove Barristan perde la vita. La Regina deve prendere provvedimenti per salvare il suo trono. Dall’altra parte del Regno un’altra Regina, resa cieca dalla bramosia di potere, si allea con quei fanatici degli sparvieri cercando di usare la religione come strumento per acquisire ancora maggior potere. Ne farà le spese la casata dei Tyrrel e sia Loras che Margaery verranno arrestati, lui con l’accusa di sodomia, lei per aver mentito nel difenderlo. Cersei si è liberata così di quella che Game of Thrones 5x061ritiene la sua maggior nemica.

Madre dei propri figli, Cersei rivuole la figlia a casa e quindi con un rapido stacco seguiamo Jaime e Bronn nel territorio dei Martell. Sappiamo già che i due cavalieri si troveranno a scontrarsi con le vipere della sabbia, i Martell vogliono vendetta. Resta solo da capire come si evolverà questa Storyline. Un particolare mi ha colpito, ci speravo a dire il vero. Durante un dialogo tra Bronn e Jaime, quest’ultimo dichiara che vorrebbe morire tra le braccia della donna che ama e la sensazione è che no stia parlando di Cersei ma di Brinne.

Nella quarta puntata assistiamo a un momento veramente tenero, che rispecchia il rapporto affettivo tra Stannis e sua figlia Shireen. Jon-Snow-in-The-Gift-Official-HBOApparentemente sembra un dialogo a sé stante, ma conoscendo la crudeltà di Melisandre, il destino di Shireen non sembra splendere.

Con tutta la vicenda accentrata al nord e le storyline di Tyron e Daenerys messe momentaneamente in pausa, seguiamo Jon Snow nella sua partenza per recuperare la maggior parte dei Bruti, alleandosi con loro pur di fuggire da quell’esercito di morti, che accompagna l’arrivo dell’inverno. Non sarà una partenza gradita ai Guardiani, ma necessaria. Nella fortezza resterà Olly, il cui personaggio sta avendo una grande evoluzione e sempre più nemici. Come ho detto poco fa, restano in sospeso le storie di Tyron in catene, condotto da Daenerys e Jorah, che cerca di riconquistare la fiducia della sua Regina, e quella di Daenerys stessa, che organizza un download (49)matrimonio di convenienza tra lei e il capo delle antiche famiglie. Sinceramente tutte queste storyline, che ci hanno condotto già a metà della serie, sono troppe e rischiano di perdere di mordente.

Giungiamo così alla sesta puntata il cui finale ha scatenato polemiche senza fine. Questo episodio è frutto degli sceneggiatori, ben diverso dal libro che ha una base completamente differente. Ma partiamo dell’inizio.

33663233_game-of-thrones-06-unbowed-unbent-unbroken-la-recensione-0Arya riesce finalmente a farsi accettare da Jagen, suggestiva la scena nella sala dei mille volti. Questa storyline mi sembra davvero un po’ sacrificata a sole quattro puntate dalla fine. Tyron e Jorah, vengono catturati dai mercanti di schiavi e riescono, grazie alla dialettica del folletto. a restare insieme, bene o male si stanno avvicinando a Daenerys. La missione di Jaime si risolve positivamente visto che riesce a sventare l’attacco delle Serpi delle Sabbie contro Myrcella. Questa storyline, pare svanire quasi nel nulla svanisca sprecando personaggi che avrebbero avuto grande potenziale e chi invece appaiono senza mordente.

Cambio di scena e arriviamo ad Approdo del Re dove Cersei dà prova di tutta la sua stupidità. Facendo leva sul fanatismo degli download (47)Sparvieri, conduce all’arresto la Regina e impedisce a suo figlio di muovere contro questo gruppo di pazzi. In certi momenti però, il tessuto su cui si basa questa storia sembra cedevole. Contro la Regina e suo fratello esistono solo le parole di uno scudiero, l’arresto può reggere solo se pensiamo che questi fanatici hanno la strada spianata. Se Approdo del Re avesse un vero Re al suo comando, agli Sparvieri sarebbero già state strappate le ali. Cersei sta facendo terra bruciata intorno a sé, distruggendo quanto faticosamente costruito dal padre, fine politico. Di sicuro il suo comportamento le si rivolterà contro, visto tutti gli scheletri che nasconde nell’armadio!

safe_image (2)Altro rapido cambio di scena e torniamo a Grande Inverno e alla scena che ha creato tanto scompiglio. Sansa è ormai sposata e noi siamo ben consci di chi sia suo marito. Era ovvio e facilmente ipotizzabile, che la sua prima notte di nozze non sarebbe stata dolce e delicata. Sansa viene stuprata e Theon è obbligato da Ramsey ad assistere. Ora non voglio dire che questo episodio sia passato come se niente fosse, ma stiamo guardando GOT. Nella prima serie, game-of-thrones-4x03Daenerys viene brutalmente presa da Drogo, che poi tra i due sia nato vero amore non importa, il loro primo incontro è stato uno stupro a tutti gli effetti, non capisco quindi tutta questa meraviglia. Lascia perplessi anche quanto inetto sia Theon, ormai totalmente senza spina dorsale.

Terminata la sesta puntata con una schermata nera, la settima puntata, con ancoraGame-of-Thrones-5x07-300x300 solo tre puntate al finale di stagione, deve cominciare a tirare i troppi fili stesi dagli autori. L’attenzione degli autori si accentra soprattutto su Sansa, Tron, Daenerys e Cersei, cominciando a indirizzare le loro storie verso una maggiore definizione. Sansa tenta di convincere Theon ad aiutarla, accendendo una candela nella torre diroccata, segnale che ha bisogno di aiuto. Peccato che Theon sia più vile di quanto sembri e che decida di download (48)avvisare Ramsey, il quale si divertirà a scuoiare l’anziana salvatrice di Sansa. Questa è una puntata che vive sul sangue e sulla violenza. È un racconto umorale che perde molto di quegli intrecci che hanno caratterizzato le serie precedenti, e tanto hanno appassionato gli spettatori. È proprio un caratteristica di questa annata, che si sta staccando in maniera decisa dal passato. Non so però quanto questo faccia bene a Game of Thrones, snaturandola profondamente. La scena finale della puntata si accentra su Cersei che si troverà imprigionata vicino alla sua rivale Regina, proprio per aver commesso anch’essa atti contro la fede. Verrà tradita dal cugino con cuiGame-Of-Thrones-5x07-1 aveva condiviso il letto. Certo vedere l’odio di Cersei, la sua rabbia è una soddisfazione, in fondo lei sta raccogliendo quanto ha seminato e ben gli sta, ma avrei preferito vedere esaltato un momento che dovrebbe avere un peso ancora più decisivo: dopo mille traversie Tyron e Daenerys sono uno di fronte all’altra e invece di creare pathos facendo chiudere a Game of Thrones 6x7loro la puntata, gli autori hanno sfumato la scena molto velocemente. Insomma nei libri i nostri due personaggi si sfiorano ma finora non si sono mai visti. Non soffermarsi adeguatamente è stato uno spreco! Da quanto vediamo accadere tra Melisandre e Stannis sappiamo già che la prossima vittima illustre sarà tra questi personaggi. Lei vuole un altro sacrificio reale e punta alla figlia di Stannis; lui tentenna perché è sua figlia e l’ama, ma rinuncerebbe al trono per lei? Confermo di nuovo quanto detto sopra: troppa carne al fuoco e poche puntate per concretizzare, non ci rimane che seguirle sperando che questo gran finale non si riveli una delusione.

 

Madau

Editing LadyLightmoon

 

 

 

 

Recensione Game of Thrones 5×01-07
4.5 su 2 voti

baby.ladykira

Oltre ad essere l' Admin founder del Sito di Romanticamente Fantasy, sono una libraia ed adoro tutti i libri in genere, dai cartacei ai digitali. Oltre alla passione dei libri, sono una telefilm e film dipendente ^_^

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

x

Check Also

Recensione Serie TV: Arrow 5×20 Underneath

  Avevamo lasciato Oliver e Felicity privi di sensi sul pavimento del ...

error: Contenuti di proprietà di RFS