Da non perdere
Home / Made in Italy autori italiani famosi ed emergenti / Recensione: “Come foglie sospese nel vento” di Jo Rebel (spin-off di “Come pioggia sulla pelle”)

Recensione: “Come foglie sospese nel vento” di Jo Rebel (spin-off di “Come pioggia sulla pelle”)

 

trama-rfs-arancio

Come foglie sospese nel vento” è lo spin-off di “Come pioggia sulla pelle”.
È soprattutto il racconto degli ultimi giorni di Patrick prima di salire su un aereo con la ferma intenzione di riprendersi la sua Lila, ma è anche il racconto del loro secondo incontro (già vissuto in “Come pioggia sulla pelle” attraverso gli occhi di Lila) dal suo punto di vista. Si consiglia perciò di cominciare queste pagine dopo aver letto “Come pioggia sulla pelle”, per evitare un significativo spoiler circa il finale del primo libro sulla storia intensa e romantica di Lila e Patrick.

Patrick Owen ha da poco compiuto ventisei anni, è bello, è inglese, è un attore di successo e le donne gli cadono praticamente ai piedi. Nessuna però era stata in grado di rubargli il cuore, fino a quando non ha incontrato per caso Lila Packer.
Lila di anni ne ha trentatré, è italiana, e non aveva mai conosciuto l’amore vero fino a quando non ha incontrato Patrick Owen.
Insieme, a Londra, hanno vissuto cinque giorni intensi, ma la favola si è spezzata quando Lila ha deciso di rinunciare alla possibilità di una storia con Patrick, spaventata soprattutto dalla sua esistenza frenetica e sempre sotto i riflettori.
Sono passati circa due mesi dal loro distacco, e da quel momento Patrick ha scoperto cosa significa perdere qualcuno per cui si prova un sentimento forte, ha scoperto la sofferenza, e in tutto questo tempo ha tentato di rinnegarla, immergendosi in fuggevoli incontri senza impegno e sbattendo ancor di più la sua esistenza sotto le luci della ribalta.
Lila però ha lasciato un segno indelebile sulla pelle e nel cuore di Patrick, un segno che è davvero difficile cancellare, impossibile se non si è prima tentato, almeno una volta, di riconquistarla.

recensione-rfs-arancio

Partiamo da un presupposto:
Questo libro è lo spin-off di “Come pioggia sulla pelle”, libro che a suo tempo ho avuto il piacere di leggere in anteprima e di poter recensire.
Quando Jo mi ha chiesto di dare uno sguardo critico a questo suo nuovo lavoro, lo ammetto, non mi aspettavo quello che ho trovato.

Che scrive bene, quasi perfettamente, lo sapevo. Quello di cui non mi ero resa conto è che le riesce (quasi) meglio scrivere dal punto di vista maschile.
Qui troviamo il punto di vista di Patrick sugli eventi successi fra la partenza di Lila da Londra e il suo arrivo a Torino per riprendersela. O almeno provarci.

L’intensità del racconto, le oscurità di Patrick e la sua introspezione, rendono “Come foglie sospese nel vento” un piccolo gioiello, ricco di sentimenti, di emotività e anche di sensualità.
Jo Rebel, si supera, e passa a un livello ancora superiore di scrittura.

La straordinarietà della storia fra Lila e Patrick si ritrova tutta nell’intensità con cui l’autrice ci fa vivere il punto di vista di Patrick, i suoi sbandamenti e le sue insicurezze.

Incredibile come tu mi faccia stare bene, a letto e fuori dal letto” avevo detto a Lila, una mattina che ora sembrava lontana anni luce. Ed era vero. Ero stato felice, incredibilmente felice. Estasiato, potrei affermare con certezza. E poi, da un momento all’altro, quella felicità mi era stata strappata via. Erano bastate poche righe su un insulso biglietto per sbattermi in faccia la porta del suo cuore, una porta che si apriva verso i confini del mio, e che fino a quel momento non mi ero accorto di aver spalancato. Avevo sofferto. Oh sì, avevo sicuramente sofferto. Anche quella era stata una novità, ma avevo gestito la sofferenza da buon inglese, accettando le sue decisioni con un boccale di birra in mano.

L’autrice lo aveva ventilato nel primo libro, che il bel protagonista aveva i suoi segreti e i suoi fantasmi, e in questo lavoro ce li fa scoprire, almeno un po’.

E capiamo molto dell’uomo Patrick e dei valori su cui si fonda la sua vita:
lo strettissimo e bellissimo rapporto con la madre, la sua fame di normalità e la consapevolezza, nonostante i suoi limiti, di essere bravo in quello che fa.
Scopriamo il prezzo che ha per lui la notorietà, quello che lo porta a fare, e quello a cui gli chiede di rinunciare.

«Vivilo, Patrick, buttati alla scoperta di questa cosa fantastica che si chiama amore. Lasciati travolgere dal sentimento. Fatti sconvolgere dalla passione. Sii impulsivo, segui l’istinto, cercala, amala, e soprattutto prega che lei ti permetta ancora di farlo.»
Mi passai nervosamente le mani tra i capelli.
«A volte mi sento come una stupida foglia sospesa nel vento. Non sono in grado di toccare terra ma non ho nemmeno una meta da raggiungere. Mi lascio trasportare dal tempo e dagli eventi, ed è dannatamente frustrante.»
Sospirai. Poi ammisi: «Un po’ mi spaventa l’idea di riaverla accanto. E se stare insieme ora non fosse così magnifico come invece si è rivelato in passato?»
Helen mi regalò il più affettuoso dei sorrisi.
«Per scoprirlo devi correre il rischio, figliolo.»

E poi conosciamo l’uomo, quello che con coraggio si carica sulle spalle le sue responsabilità, e la sua voglia di rivalsa e va a tentare di riprendersi quello che sente di aver perduto.
Perché, se ve lo state chiedendo, questo è un romance, quindi sì, ha il suo bellissimo lieto fine… almeno per il momento. Lo so per esperienza, e quindi lo dico con assoluta sincerità, da questa ragazza qui, non sai davvero mai che cosa aspettarti.

Brava Jo! Brava, soprattutto, per aver saputo riscrivere un pezzetto di storia che avevi già raccontato, senza essere mai ripetitiva o scontata. Brava, perché mettersi nei panni di un uomo come Pat (anche se lo hai chiaro in mente!), non è una cosa facile se sei una donna e ragioni come tale. E brava perché, self scritti così bene se ne trovano ancora troppo pochi in giro!

Fiamme-Sensualità-Medio NUOVA

Recensione a cura di:

Liz

Editing a cura di:

Gioggi

lascia-un-commento-rfs

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

Recensione: “Come foglie sospese nel vento” di Jo Rebel (spin-off di “Come pioggia sulla pelle”)
Vota qui L\'articolo.

Lady Arya

Lady Arya
Blogger presso RFS

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

x

Check Also

Non so se odiarti o amarti, di Corinne Savarese e Lidia Ottelli

  In uscita il 30 Luglio 2017     Il colpo di ...

error: Contenuti di proprietà di RFS