Da non perdere
Home / Recensioni MM / Recensione: “Tra finzione e realtà” di L. A. Witt (Serie gli Assi del motore vol. 3)

Recensione: “Tra finzione e realtà” di L. A. Witt (Serie gli Assi del motore vol. 3)

Grazie alla partecipazione al popolare reality show Wrench Wars, l’officina di Reggie fa finalmente affari d’oro. Al proprietario il successo sembra un buon compromesso tra i conti correnti in attivo e i salti mortali imposti dal network.

Wes, uno dei produttori di più basso livello dello show, ha l’incarico di proporre a Reggie un nuovo spin-off. Il bel meccanico lo tiene sulle spine già nei giorni normali, ma stavolta Wes ha in mano delle carte che non può scoprire. I dirigenti gli stanno con il fiato sul collo e pretendono che presenti a Reggie uno show che l’uomo non accetterà mai di fare, anche se un rifiuto metterebbe a rischio la sua partecipazione al programma già in corso.

La rete è certa che Reggie rifiuterà di firmare. Ma nessuno si aspetta che il messaggero si innamori dell’uomo di cui i capi stanno cercando di sbarazzarsi.

Reggie è il proprietario dell’officina che sta partecipando a Wrench Wars, un reality show di grande successo che dopo due stagioni ha avuto un piccolo calo di ascolti. Il network che lo produce pensa di approfittarne per liberarsi facilmente di Reggie, che si è dimostrato invece molto scaltro nel firmare un contratto con delle condizioni ottimali per sé e i suoi meccanici, facendo in modo che i dirigenti dello Show non possano licenziarli senza un valido motivo. Reggie inoltre, si è sempre rifiutato di piegarsi alle regole dello spettacolo, dimostrandosi poco malleabile e non disposto a diventare un burattino nelle loro mani. Ora però, hanno trovato una piccola clausola che sono sicuri di poter utilizzare per liberarsi di lui e dei suoi ragazzi, ricominciando in un’altra officina. Wess, uno dei produttori meno importanti e il cui lavoro è a rischio, deve infatti convincere Reggie, che ha un largo seguito fra le fans del programma, a partecipare ad uno spin-off in cui 10 giovani donne dovranno cercare di conquistarlo. Se Reggie rifiutasse, il contratto precedente sarebbe invalidato e lui perderebbe non solo il contratto ma tutto il lavoro che lo show gli ha procurato. Wess, come tutti i proprietari del network, è convinto che Reggie si rifiuterà ma quest’ultimo capisce immediatamente quello che sta avvenendo e, aiutato da Wess che è sempre stato attratto da lui e pentito di essersi prestato a questa mossa sleale, accetta, ponendo però una condizione inaspettata che li spiazzerà.

Per quanto il libro sia carino e scritto molto bene, non posso dire che mi abbia soddisfatta del tutto. Il personaggio di Reggie, che abbiamo incontrato già nel primo libro in cui ha offerto un lavoro a Chandler e Scott, dopo che il loro dichiararsi gay li ha fatti licenziare, meritava una storia meno frettolosa. Le poche pagine da cui è formato questo libro, non permettono certo ai personaggi il giusto spazio per farsi conoscere dal lettore. È vero che Reggie e Wess si erano già frequentati, per colpa dello show, ma il loro rapporto parte con troppa fretta: un attimo prima sono su due fronti opposti e l’attimo dopo un Wess, triste e ubriaco, racconta a Reggie tutta la verità che sta dietro la proposta nel nuovo reality, nonostante lui rischi di perdere il lavoro. In realtà, tutto si risolve in un attimo. Ci si ritrova con una coppia simpatica, formata nel giro di dieci minuti, qualche scena di sesso ben fatta e una storia in cui accade ben poco. Peccato, perché avrebbe potuto essere ben altro che una lettura leggera. È piacevole, ma si arriva alla fine della storia in così poco tempo che difficilmente ce lo ricorderemo.

A cura di: 

Recensione: “Tra finzione e realtà” di L. A. Witt (Serie gli Assi del motore vol. 3)
Vota qui L\'articolo.

Grazie alla partecipazione al popolare reality show Wrench Wars, l’officina di Reggie fa finalmente affari d’oro. Al proprietario il successo sembra un buon compromesso tra i conti correnti in attivo e i salti mortali imposti dal network. Wes, uno dei produttori di più basso livello dello show, ha l’incarico di proporre a Reggie un nuovo spin-off. Il bel meccanico lo tiene sulle spine già nei giorni normali, ma stavolta Wes ha in mano delle carte che non può scoprire. I dirigenti gli stanno con il fiato sul collo e pretendono che presenti a Reggie uno show che l’uomo non accetterà…

Score

Voto Lucia63 3

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Ilaria

x

Check Also

Recensione: “La seduzione dell’ombra” di Kresley Cole Serie I Daci #2 (Spin off della serie Immortals After Dark)

Il principe Mirceo Daciano e il suo nuovo amico Caspion, cacciatore di ...

error: Contenuti di proprietà di RFS