Da non perdere
Home / Recensioni libri cult / Recensione: “El libro del Leder” di Lena Valenti (saga Vanir #1.5)

Recensione: “El libro del Leder” di Lena Valenti (saga Vanir #1.5)

Care Fenici, Oggi Lucia ci parla di “El libro del Leder” di Lena Valenti (saga Vanir #1.5)

Lui è As, il leader del Clan Berserker di Wolverhampton.

Lei è Maria, la donna che si sta occupando della nipote che non sapeva di avere
Aileen è appena arrivata in Inghilterra, e la sua presenza ha provocato caos e relazioni tra persone che altrimenti non si sarebbero mai incontrate.

Ora As dovrà decidere se lasciarsi alle spalle il dolore per la perdita sofferta e affrontare la nuova sfida che si presenta sotto forma di una splendida donna latina, piena di segreti e un mistero che stuzzica il suo cuore da leader

Maria, da parte sua, è una donna con l’anima ferita, destinata a lavorare per la Dea. Non sa se potrà credere ancora nell’amore e ha cose più urgenti di cui occuparsi, come per esempio questa giovane dagli occhi lilla, il cui arrivo altera le vite di coloro che vivono nella casa di cui si occupa, ma anche l’esistenza e il destino di tutta l’umanità.

Che ruolo gioca la passione in tutto questo? Le rune hanno parlato e tutto è in gioco.
Questo è l’inizio dell’unione dei clan. Il principio della saga Vanir, vista attraverso le esperienze di due dei suoi personaggi più amati.

Il nonnino più sexy del Midgard è un lupo che ha posato i suoi grandi occhi sulla saggia più bella della Dea. Chi ha paura del lupo feroce?

La vita offre sempre una seconda opportunità.

La linea temporale di questa novella è quella de “Il libro di Jade”, nel momento in cui Aileen si rifugia nella villa ereditata dal padre Thor, mentre decide se perdonare o meno Caleb, e dare una possibilità alla loro relazione. Lui aveva accettato spontaneamente la fustigazione per il grave affronto che le aveva arrecato, prima di scoprire che la giovane era la figlia di un uomo da lui idolatrato e di Jade, una Berseker.

Maria è a servizio da tempo nella casa di Thor, capisce immediatamente che la giovane, come il padre, non è umana. Del resto anche lei ha un segreto, è infatti una sacerdotessa della Dea e sa bene che la giovane Aileen e i suoi due amici, Ruth e Gabriel, hanno un compito prestabilito nella guerra che sta per divampare. E l’arrivo di Aileen ha messo in moto eventi attesi da tempo. As Landin, il nonno di Aileen, giunto a controllare che la nipote sia al sicuro, si trova improvvisamente di fronte l’impavida Maria, che non intende permettergli di svegliare la giovane donna e dimostra di non avere nessuna paura della sua imponenza fisica. È un attimo, basta uno sguardo, e As intuisce di trovarsi di fronte alla sua “Kone”, l’unica vera compagna di un Berseker, ciò che la moglie scomparsa, per quanto amata, non è mai stata. Tuttavia, Maria ha sofferto troppo in passato: si è fidata di un uomo che le ha voltato le spalle quando gli ha rivelato il segreto più importante della sua vita. As, quindi, dovrà lottare con tutto il suo vigore di Berseker per poter dichiarare sua quella donna, per lui unica e preziosa.

Un affascinante nonno di più di duemila anni, che veste come un motociclista e con occhi che cambiano colore a seconda delle emozioni, e una donna umana che lavora per una Dea, sono i protagonisti di questa breve, ma deliziosa novella, che ci racconta i primi attimi di una bella storia d’amore. As ha molti secoli sulle spalle, la morte della moglie e la scomparsa della figlia hanno inciso profondamente sulla sua vita. Ha amato Stephanie, la donna che lo ha reso padre, l’ha rispettata e protetta, ma ha sempre saputo che non era la sua vera “Kone”, l’altra metà della sua anima. Quella donna, che un Berseker, se è fortunato, incontra solo una volta nella vita e che è capace di mantenerlo forte e giovane con il suo “Chi”.

As sa che sta invecchiando e lo accetta, ma improvvisamente l’arrivo di Aileen cambia tutto. Quella nipote che non ha mai saputo di avere ha portato una ventata di novità per tutti i Vanir e i Berseker. La sua nascita stessa è un miracolo e As ha ora qualcosa per cui lottare e da proteggere, ed è grazie a lei che si trova di fronte per la prima volta alla sua “Kone”. Per l’uomo conoscere Maria e desiderarla nella sua vita è un attimo, e non è un essere che si arrende, non quando desidera qualcosa con tutto se stesso. Ma Maria, pur affascinata da quest’essere potente, ha paura di soffrire ancora e di fidarsi, anche se la vicinanza di As le fa provare fremiti che non ha mai sentito. La corrente sessuale che intercorre fra loro è potente, resistere impossibile, e ben presto Maria dovrà chiedersi se è abbastanza coraggiosa da domare un Berseker.

Breve, intensa, scritta benissimo, tradotta in modo spettacolare dalle nostre ragazze, questa novella ci permette di conoscere meglio due personaggi che hanno grosso spessore nella saga, ma che rimangono sempre in secondo piano. Va letta dopo il primo libro perché alcune situazioni presenti potrebbero rappresentare uno spoiler de “Il libro di Jade”, anche se il tutto viene solo accennato. È la storia di un amore maturo che riesce però a essere incredibilmente passionale, e ci permette di ammirare al suo meglio uno dei nonni più fascinosi e sensuali mai letti in un libro. Assolutamente meraviglioso.

#1  Il libro di Jade

#1.5  El libro del Leder 

#2  Il libro di Ruth

#3  El libro de la Elegida

#4  El libro de Gabriel

#5  El libro de Miya

#6  El libro de la Alquimista

#7  El libro de Ardan

#8  El libro de Noah

#9  El libro de los Bardos

#10  El libro de Ragnarok

 

 

Kiki

x

Check Also

Recensione: “Rossa d’Irlanda” di Theresa Melville

Buongiorno Fenici, oggi Dada ci parla di “Rossa d’Irlanda” di Theresa Melville Irlanda, ...