Home / Paranormal Romance / Recensione: “Tra due mondi” di Jennifer L. Armentrout (Covenant serie #1)

Recensione: “Tra due mondi” di Jennifer L. Armentrout (Covenant serie #1)

Trama azzurro

Gli Hematoi discendono dall’unione di dèi e mortali, e i figli di due Hematoi di sangue puro hanno poteri di origine divina. I nati dall’unione tra i figli degli Hematoi e i mortali, invece… be’, non proprio. I Mezzosangue hanno solo due possibilità: venire addestrati per diventare Sentinelle con il compito di combattere e uccidere i daimon o diventare servitori nelle dimore dei Puri. La diciassettenne Alexandria preferirebbe rischiare la vita lottando piuttosto che sprecarla pulendo i pavimenti, ma non è detto che ci riesca. La sua condotta, infatti, è tutt’altro che irreprensibile. Ci sono diverse regole che gli studenti del Covenant, come lei, devono seguire e Alex ha dei problemi con tutte, ma soprattutto con la numero 1: le relazioni tra i Puri e i Mezzosangue sono proibite. Sfortunatamente, lei è attratta da Aiden, bellissimo e… Puro. Comunque innamorarsi di Aiden non è il suo più grande problema, rimanere in vita abbastanza a lungo e diventare una Sentinella invece sì. Se fallirà nel suo compito, dovrà fronteggiare un futuro più terribile della morte o della schiavitù: diventerà un daimon, e Aiden le darà la caccia. E quella sarebbe una vera disgrazia.

Recensione azzurro

Gli dei si muovono intorno a noi, sono sempre vicini. Ci osservano e aspettano di vedere chi si rivela più forte. Sono qui anche adesso. Vedi, la fine è vicina anche per loro, per tutti noi. Perfino gli dei hanno poca fede.”

Jennifer L. Armentrout: un nome, un programma, una certezza.
Questa volta ci troviamo nel mondo degli Dèi Immortali, padroni del mondo anche se nascosti e assenti; in funzione loro vivono tre esseri diversi. I Puri, coloro che hanno l’etere (sangue) puro, nati quindi da madri e padri altrettanto Puri. Hanno il potere della costrizione e comandano alcuni degli elementi della Terra; I Mezzosangue, nati da un genitore Puro e un mortale. Sono fortissimi, agili guerrieri pronti a tutto per sconfiggere il male del mondo; i Daimon, il male sceso in terra. Hanno costantemente bisogno di nutrirsi e il loro pasto ideale è l’etere. Possono trasformare i Puri in daimon e uccidere i Mezzosangue.
Alexandria ha 17 anni ed è una Mezzosangue. Ha perso entrambi i genitori. Ma se suo padre ha fatto una scelta poco onorevole la madre è stata uccisa da un daimon. Fuggita dal Covenant, l’istituto dove convivono entrambe le specie, assieme a Rachelle per sfuggire ad un destino poco felice, Alex ci ritorna dopo tre anni. È una ragazza estremamente forte, decisa a diventare una Sentinella per vendicare sua madre, disposta a tutto per ritrovare la pace.

E poi sei incredibilmente determinata… quasi testarda. Non ti fermi finché non raggiungi il tuo obiettivo. Alex, tu sai cos’è giusto e cos’è sbagliato. Non ho paura che tu non sia abbastanza forte. Ho paura che tu sia troppo forte.”

Viene affiancata da una sorta di Istruttore, uno tra le più forti Sentinelle esistenti: Aiden, un Puro. Sappiamo già che la cara Armentrout è in grado di creare personaggi maschili da favola e, credetemi, anche questo non è da meno.
Una regola fondamentale del Covenant è che Puri e Mezzosangue hanno il divieto assoluto di toccarsi. Mentre i primi come conseguenza verrebbero solo puniti, i secondi diventavano schiavi perdendo il libero arbitrio.

La mano che avevo sfiorato afferrò la mia. Mi bloccai; lui intrecciò le dita con le mie. “Sono cosa?” Bello. Gentile. Paziente. Perfetto. Ma non dissi nulla di tutto ciò. Gli fissai invece le dita, chiedendomi se si rendesse conto di starmi tenendo per mano.

Alexandria e Aiden si conoscono da sempre. Sono molto simili, entrambi hanno dovuto affrontare drammi molto più grandi loro, hanno dovuto assumersi la responsabilità di crescere da soli e addirittura prendersi cura di un fratello più piccolo, incapace di riprendersi dai tragici eventi della sua vita.
Entrambi però dalle brutture subite, crescono e si sostengono a vicenda per evitare di cadere nel baratro della sofferenza, insieme sono più forti, ritrovano la fiducia in se stessi e la possibilità di aprire il proprio cuore l’uno all’altra. Sono sentimenti che vanno ben oltre all’amicizia ma anche all’amore. Due persone che si completano.

Ma dopo la loro morte, quello che volevo era diventare una Sentinella.” “Quello di cui avevi bisogno.” lo corressi gentilmente. Lui rallentò e sembrò sorpreso. “Hai ragione. Diventare una Sentinella era qualcosa di cui avevo bisogno… e lo è ancora adesso.” Fece una pausa e distolse lo sguardo. “E tu lo sai bene. È quello di cui hai bisogno anche tu.”

Proprio quando sembra filare tutto liscio, quando l’unica preoccupazione era quella di imparare a lottare per sconfiggere i daimon, ecco che ci piazza l’elemento sorpresa. Non posso parlarvene, non fa parte della trama e come sono rimasta spiazzata io, dovrete esserlo anche voi. Sappiate solo che è un’arma a doppio taglio. Può portare luce, ma anche ombra.
La serie Covenant, prima opera dell’autrice, è leggermente diversa dalle altre: non tanto per la trama (chi ha già letto la Lux e la Dark Elements troverà parecchie somiglianze) quanto per i personaggi.
I protagonisti Alexandria e Aiden hanno un passato simile, triste e doloroso che li rende malinconici e molto profondi.
Quindi poco sarcasmo, tipico dell’autrice, ma tantissime emozioni. In compenso però esalta le situazioni di combattimento: l’allenamento costante, le lotte, l’inquietudine nel trovarsi di fronte a scelte impossibili è palpabile e la scrittura… bè, la scrittura è impeccabile come sempre. Non ti annoi mai con lei, non ti dà il tempo di riposare la vista o la mente, perché sei tu a non volerlo fare.
Vi dirò che all’inizio ero un po’ stranita dalla lettura, mi sembrava il solito romanzo, poi una cara amica mi ha fatto notare che, originariamente, è stata pubblicata prima delle altre già tradotte qui da noi. Quindi ho cambiato visuale e ho messo da parte ciò che ho letto finora.
Non è tutto come sembra in questo libro. Per nulla scontato. Finché non lo leggerete, non scoprirete mai il significato di questa frase, e quando dico mai è proprio mai:

Due sguardi che s’incrociano dai due lati di una stanza, o due corpi che si sfiorano. Le loro anime si riconoscono. Non c’è bisogno di tempo per capirlo. L’anima lo sa sempre… che sia giusto o sbagliato.”

Fiamme-Sensualità-Nulla NUOVA

Violenza-Nulla

Recensione a cura di:

Daenerys

Editing a cura di:

Tayla

Acquistabile qui

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Recensione: “Moonshadow #1 Trilogia Moonshadow” di di Thea Harrison

Il suo passato è una tela bianca, il ...