Home / Recensione libri / Recensione: “Driven.Vinti dall’amore” di K. Bromberg (Driven Series #3)

Recensione: “Driven.Vinti dall’amore” di K. Bromberg (Driven Series #3)

 

Trama arancio

 

Accade tutto in un istante. L’auto di Colton, lanciata sul circuito di gara a trecento chilometri orari, scompare in una densa nube di fumo e ne esce vorticando in aria, per poi schiantarsi al suolo. Per Rylee è come rivivere la tragedia del suo ex: la corsa disperata verso l’ospedale, i minuti di ansia trascorsi sapendolo in bilico tra la vita e la morte, le ore di angoscia in attesa della prognosi. Ma quando Colton riprende conoscenza, la ragazza non ha più dubbi. Il suo unico desiderio è stare accanto a lui, all’uomo che ama. La riabilitazione, però, è lunga e faticosa. Colton adesso si trova ad affrontare, oltre ai fantasmi del passato che non gli danno mai tregua, anche i violenti attacchi di panico scatenati dal trauma dell’incidente. E persino la minaccia di uno scandalo… Finché una notte, davanti alla perdita più lacerante, Colton riesce a confessare a Rylee il segreto che non hai mai avuto il coraggio di svelare a nessuno e di cui è rimasto prigioniero per tutta la vita. In un sol colpo, tutte le barriere si infrangono e nel buio dell’anima del ragazzo si accende una luce inaspettata: forse, anche lui è finalmente libero di amare.

* ATTENZIONE: POSSIBILI SPOILER *

Recensione arancio

 

F.K Bromberg, autrice per me sconosciuta, è riuscita con la serie di Driven ad entrare nella top ten dei miei libri preferiti. Il suo stile fluido e scorrevole rende la storia mai noiosa e fa rimanere il lettore con il fiato sospeso fino all’ultima riga. Vinti dall’amore è il terzo volume della serie. C’eravamo lasciati con i nostri protagonisti, Riley e Colton, che dopo un riavvicinamento sono costretti nuovamente, loro malgrado, a separarsi. La causa? No, non è come credevate la strega di Twein ma il colpo di scena che tutti ci aspettavamo da un momento all’altro: l’incidente di Colton durante una delle sue gare automobilistiche. Quindi ci troviamo catapultati nel terzo capitolo, che si può semplificare con la frase che l’autrice inserisce più volte ma che è di fondamentale importanza: la cosa più importante non è sperare di sopravvivere alla tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia e i nostri personaggi lo impareranno eccome.

A loro due capita di tutto, partendo dall’incidente di lui nella prima parte, in cui si crede che tutto sia perduto, che il loro sogno d’amore sia ormai irraggiungibile. Le condizioni di entrambi in egual modo gravissime, lui in coma in un letto d’ospedale, lei in preda alla disperazione per aver visto appassire davanti agli occhi, per la seconda volta, la sua ragione di vita.

Alla comparsa di Twain che, fingendo di essere incinta di Colton, cerca di separarli. Ed è proprio nel momento in cui eravamo tutti lì in attesa del vissero felici e contenti che la nostra autrice ci impartisce il colpo di grazia… il papà di Zender aggredisce la nostra protagonista facendole perdere il bambino che non sapeva di portare in grembo ma che, soprattutto, credeva di non poter più avere. Non c’è limite al peggio vero? Infatti è proprio così, visto che il tutto si svolge con la presenza costante del passato di lui. Ma è proprio questo connubio di sensazioni che rendono il libro attraente, con l’animo tormentato di Colton da una parte e la spensieratezza e bontà di Rylee dall’altra, l’angelo bianco che rappresenta per lui la luce in fondo al tunnel.

È un romanzo di crescita ma soprattutto di rinascita, dà speranza a chiunque abbia subito dei traumi simili. Nella vita ci si può risollevare, andare avanti e migliorare fino a quando, un giorno, ci si sveglia e ci si rende conto che quello che ci ha tormentato per anni è solo un brutto ricordo. Tutte queste difficoltà non rendono la storia banale, né la trasformano in una tragedia gratuita, anzi l’amore viscerale e profondo che nutrono l’uno per l’altra fanno sognare e ci catapultano, forse, nel clima di romanticismo che si respira nei romanzi di Jane Austen.

Il tutto è accompagnato da scene di sesso, che diciamocelo, non fanno mai male!

Fiamme-Sensualità-Super-Hot NUOVA

Recensione a cura di:

eri-the-moon

Editing a cura di:

Miky

Lascia un commento

Clicca G+ - aiuta a far crescere il sito

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Doppia Recensione: ”Secret Love – Love serie’s #” di Alice Marcotti

Titolo: Secret Love Autore:Alice Marcotti Editore:Self Genere:Romance Serie ...