Home / Recensione libri / Recensione: “Dragonblade. Lama di drago” di Kathryn Le Veque

Recensione: “Dragonblade. Lama di drago” di Kathryn Le Veque

1326 d.C. – Tate Crewys de Lara è il figlio del re.

Tate, figlio illegittimo di Edoardo I Plantageneto, possiede tutte le qualità di un reale, ma il fato è crudele. Da semplice cavaliere deve proteggere la vita del giovane Edoardo III nei giorni che seguono l’orribile morte di Edoardo II.

Nell’intento di trovare alleati nel Northumberland, a sostegno del giovane erede, incontra lady Elizabetha “Toby” Cartingdon. Toby è la figlia del Lord sindaco della parrocchia di Cartingdon. Donna bellissima con uno spiccato senso degli affari, è Toby e non il padre, a gestire la parrocchia.

Sorpreso da questa donna forte e talvolta pungente, Tate ne è nondimeno affascinato e ben presto capirà il perché del lato duro del suo carattere: con un padre alcolizzato e la madre invalida, di fatto tutta la responsabilità della famiglia, compresa quella della sorella minore, ricade su Toby.

Inizialmente spinto da pura curiosità, poi da qualcos’altro, Tate comincia a scandagliare la dura corazza di Toby scoprendone il lato più tenero e buono. Ma ecco che d’improvviso, la fazione che osteggia la salita al trono del giovane Edoardo, coinvolge Toby nel suo piano diabolico. Ben presto, la donna si troverà infatti legata a Tate e risucchiata nella lotta per spodestare Roger Mortimer e mettere sul trono il giovane Edoardo. Nel destino di Tate la conquista sarà duplice: il trono per un giovane re e il cuore di Toby.

Atmosfere antiche, clangore di spade, guerrieri belli e fascinosi e una storia d’amore degna dei racconti de le Mille e una notte: ecco cosa aspetta il trepidante lettore che si sta per tuffare nella lettura di questo interessante romanzo a sfondo storico.

Toby è la figlia di un Lord che ha fatto la sua fortuna lavorando duramente e che è a capo di una piccola comunità di pastori nel Northumberland. La giovane è una donna indipendente e ribelle, ma anche estremamente intelligente, tanto da aiutare il padre nelle sue faccende e a far fruttare in modo egregio il patrimonio di famiglia.

Toby non è la classica nobildonna alla quale si è abituati, ma un’eroina forte e coraggiosa che subito cattura l’attenzione di Tate, figlio illegittimo di Edoardo I Plantageneto e che ha come missione quella di trovare alleati per la sua nobile lotta: riportare sul trono che gli spetta il giovane Edoardo II, che l’amante della madre desidera morto, in modo da usurparne il potere. Proprio durante la sua missione i destini di questi affascinanti personaggi si intrecciano.

I modi poco delicati e decisi di Toby incuriosiscono il guerriero; poche donne riuscirebbero a tenere testa a un uomo come lui, ma è la dolcezza sorprendente della ragazza a far capitolare il cuore del freddo combattente che tanto aveva sofferto in passato.

Amore, passione e storia si sposano magistralmente in un romanzo che mi sento di consigliare, nonostante qualche riserva iniziale.

Piccolo neo, a mio parere, è l’inizio, a tratti lento, e che stenta a decollare. La premessa in questo genere di storia è fondamentale, ma spero non faccia desistere quei lettori non troppo appassionati alla disciplina storica. Detto questo, il plot narrativo si sviluppa bene, mostrandoci dei personaggi completi e accattivanti, che non potranno non catturarvi il cuore.

I colpi di scena non mancheranno e il valoroso Tate e la coraggiosa Toby dovranno faticare molto prima di poter vivere finalmente il loro amore, dopo tanta sofferenza.

Mi permetto di fare un altro piccolo appunto che alcune volte mi ha fatto storcere il naso… a mio avviso un editing migliore avrebbe potuto rendere questo romanzo una vera perla della letteratura del suo genere. Purtroppo termini poco azzeccati e costruzioni delle frasi un po’ macchinose hanno reso opache alcune pagine, pur senza sminuire la bellezza della trama.

Mi sento di consigliare questo romanzo a tutti coloro abbiano voglia di intraprendere un viaggio meraviglioso e magico nella Gran Bretagna dei tempi andati, profumata di un amore romantico e che solo i grandi romanzi sanno regalare.

Dopotutto un Tate non si può negare a nessuno!

A cura di:

A cura di:

1326 d.C. – Tate Crewys de Lara è il figlio del re. Tate, figlio illegittimo di Edoardo I Plantageneto, possiede tutte le qualità di un reale, ma il fato è crudele. Da semplice cavaliere deve proteggere la vita del giovane Edoardo III nei giorni che seguono l’orribile morte di Edoardo II. Nell’intento di trovare alleati nel Northumberland, a sostegno del giovane erede, incontra lady Elizabetha “Toby” Cartingdon. Toby è la figlia del Lord sindaco della parrocchia di Cartingdon. Donna bellissima con uno spiccato senso degli affari, è Toby e non il padre, a gestire la parrocchia. Sorpreso da questa donna…

Score

Voto Fruttina89 3,5

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Recensione: “Royal darling – Emma Serie: I Rourke #3” di Kylie Gilmore

Una rock star inglese dalla fama di ragazzaccio ...