Da non perdere
Home / Recensione libri / Recensione: “Destino di un amore” di Linda Bertasi

Recensione: “Destino di un amore” di Linda Bertasi

Trama

Può l’amore decidere di condurci per strade impervie, dove la ciclicità degli errori commessi altro non alimenta che il desiderio di autenticità dell’amare?  Senza poi per nulla sminuire la dignità di quanti, come Francesca, la protagonista di questo viaggio, anche dopo salti e giri nel vuoto, recuperano ancora più efficacemente il senso profondo di ogni cosa.  Un romanzo d’amore, quasi un giallo per le sorprese e la suspense dietro l’angolo; come a suggellare un ponte sulle distanze dell’impossibile, dove anche i sogni e le attese più irrealizzabili possono, in qualche maniera, rendersi disponibili.

Recensione

‘DESTINO DI UN AMORE’ è il romanzo di esordio di Linda Bertasi, un ROMANCE che definirlo solo tale sarebbe riduttivo. Perché la trama che ci propone l’Autrice, va assolutamente oltre una semplice storia d’amore, ma si propaga, si intreccia e scontra duramente con realtà e tematiche che rendono questo romanzo complesso e che, aprendo una finestra su problematiche contemporanee di vita vera, ne delineano aspetti concreti e plausibili sia nella dolcezza di un amore che sboccia e cresce fortissimo, che alla crudeltà a cui lo stesso Amore ed i Protagonisti saranno sottoposti. Particolare ed anche decisamente azzeccata la gestione della trama, che viene scandita e suddivisa in quattro importanti periodi nei quali si intersecheranno storie di diverse generazioni, dove oltre alle vicende dei protagonisti si aggiungeranno anche quelle di personaggi a cui l’Autrice conferirà un profilo importante e a cui dedicherà grande attenzione, tanto da renderli indispensabili per lo svolgersi e il concretizzarsi della trama stessa. La trama prenderà vita in una bellissima quanto caotica Parigi, in cui Francesca e Philippe si incontreranno e si innamoreranno, per poi spostarsi e proseguire a Ferrara, successivamente in una Milano di vent’ anni dopo e tornerà, concludendosi, in una Parigi di trent’anni dopo. Un lasso di tempo lunghissimo in cui accadranno avvenimenti importanti, si intersecheranno storie, personaggi, prevarranno momenti di grande delusione e scelte durissime, ma di cui l’Autrice abilmente saprà tenere le fila, conferendo alla trama, con uno stile dolce ma deciso, fresco, scorrevole, per nulla fazioso, un’armonia che creerà un forte impatto emotivo nel lettore. A tenere le fila di un amore tormentato sarà la diversità così evidente di una stato sociale che vedrà diametralmente opposti i due protagonisti, non solo ma questa marcata diversità sarà un discrimine esasperante e fondamentale in tutte le successive e precedenti vicende. Non voglio andare oltre perché svelerei aspetti troppo importanti di questa trama che non è assolutamente scontata né faziosa.  L’Autrice sarà abilissima a delineare il percorso di trasformazione e crescita di Francesca la protagonista, che da ragazza diventerà donna, e che maturerà in un susseguirsi di rinunce e decisioni sofferte, andando incontro anche a decisioni inaspettate, e che io spesso non ho emotivamente digerito, ma che altrettanto ammetto conferiranno a Francesca una autenticità assoluta, senza esaltarne un profilo da eroina coraggiosa, ma esprimendone così la forza e le debolezze comuni ad ogni donna che con immensa fatica combatte e allo stesso tempo fugge, che si piega, ma non si arrende. Il Destino di un Amore non è solo il titolo, ma è anche e soprattutto l’EPILOGO di questo romanzo, che seppur spicca per una storia di amore travolgente, racchiude messaggi ben più profondi le cui origini e successive risposte troveranno la loro giusta collocazione nelle varie evoluzioni a cui la trama verrà sottoposta.

Fiamme Sensualità hot

Recensione a cura di:

LadyLightmoon

Recensione: “Destino di un amore” di Linda Bertasi
5 su 1 voti

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

x

Check Also

Recensione: “Con te non ho paura” di Jenny Anastan

Cosa esiste di più logorante della fiducia infranta?  Il futuro incerto e ...

error: Contenuti di proprietà di RFS