Home » Recensione libri » Recensione: “Dannate ragazze” di Robin Wasserman

Recensione: “Dannate ragazze” di Robin Wasserman

Titolo: Dannate Ragazze
Autrice: Robin Wasserman
Genere: Thriller e suspanse, narrativa contemporanea
Editore: HarperCollins Italia
Data di uscita: 6 Aprile 2017

Un thriller affilato e crudele, intenso come l’adolescenza e cupo come un sogno.

Novembre 1991.
La notte di Halloween Craig Ellison, star della squadra di basket della scuola superiore di Battle Creek, si avventura nel bosco da solo e scompare.
Tre giorni dopo lo ritrovano con una pallottola in testa e una pistola in mano, e quel gesto all’apparenza inspiegabile sconvolge profondamente i membri della tranquilla cittadina, già turbati da voci inquietanti sulla presenza di sette sataniche nella zona.
Hannah Dexter, diciassettenne brillante ma solitaria, incontra Lacey Champlain poco tempo dopo la tragedia. Capelli nerissimi e una passione per Kurt Cobain che sfiora l’ossessione, Lacey è una ragazza carismatica e dal fascino perverso che si insinua nella vita e nella mente di Dex, plasmandone il carattere a propria immagine fino a risvegliare una parte ribelle e oscura di lei che le trascina in una spirale di orrore.

Sconvolgente storia d’amore e di violenza, e al tempo stesso lucido ritratto di un’amicizia totalizzante e malata, Dannate ragazze è una fotografia spietata e indimenticabile dell’adolescenza femminile.

Ci troviamo a Battle Creek, un piccolo e noioso paesino in cui non succede mai nulla… fino a quel fatidico giorno.

Siamo nel novembre del 1991 e nella cittadina avviene un presunto suicidio: Craig Ellison il biondo e crudele giocatore di basket e lacrosse, che indossa sempre stupide magliette e stupidi jeans cascanti; viene trovato morto nel bosco, dopo tre giorni e tre notti di sparizione.

Due sono le principali protagoniste. Hanna Dexter è una ragazza ordinaria ma è stufa di esserlo, che segue le regole diligentemente ma è stufa di farlo, che non mente mai ai suoi perché non ne ha bisogno e a cui non frega assolutamente nulla dell’opinione altrui.

Fino al giorno in cui incontra Lacey, che cambierà completamente la sua esistenza.

Lacey il cui idolo è Kurt Cobain, del quale ascolta le canzoni al massimo volume cantando a squarciagola, arriva all’improvviso e da allora la vita non sarà più la stessa: Hanna si farà chiamare Dex ritenendo il suo nome troppo banale, diventerà una dark tutta Doc Martins e corsetti di pizzo nero con pentacoli disegnati, infrangerà ogni regola possibile, proverà le droghe più assurde e si lascerà plasmare completamente diventando un’altra lei.

Fino al giorno in cui Lacey, quella ragazza con un’esistenza terribile: una madre completamente assente e alcolista, un nuovo fratellastro alle calcagna che nessuno vuole e un patrigno fissato di chiesa per cui tutto è male, se ne va.

Sullo sfondo (ma neanche più di tanto), c’è anche la figura di Nikki Drummond, fidanzata di Craig nonché principessina impeccabile della scuola con occhi trasognati e labbra rosso ciliegia.

Ma cosa hanno in comune Lacey e Nikki? Perché appaiono così simili sebbene siano tanto diverse?

Quanto scritto fino a ora potrebbe farvi fraintendere la pessima valutazione che ho dato, ma ora vi spiegherò le mie motivazioni.

Partiamo dal fatto che non ho assolutamente capito il genere di questo romanzo.

La narrazione avviene sempre in prima persona, alternando il punto di vista e le storie dei vari personaggi è scorrevole, mai banale, con un ritmo abbastanza serrato… ma c’è un ma.

Ho davvero faticato molto a terminarlo.

Come penso molte di voi, io leggo per diletto e, avendo un bimbo di due mesi da accudire, prediligo racconti leggeri, scorrevoli e non troppo impegnativi; ma “Dannate ragazze”, credetemi, non ha nessuna di queste caratteristiche.

Arrivata a metà non ho capito più nulla… neppure alla fine a dire il vero. Non ho minimamente compreso quale fosse l’intento l’autrice.

Ho dovuto progressivamente abbandonare l’idea che si trattasse prima di un thriller, poi di un fantasy e poi ancora di un horror.

È sicuramente una storia sconvolgente, di amori, amicizie e violenze presenti, passate e future. Si parla di un’amicizia malata, totalizzante e neutralizzante al tempo stesso tra due ragazze. Un linguaggio a dir poco scurrile e con scene di violenza a parar mio inutili. Sicuramente ci mostra uno stralcio di adolescenza femminile, una denuncia di quanto possa essere nociva un’amicizia “sbagliata” nella vita di un giovane.

La prosa cruda e immediata dell’autrice fa entrare il lettore nel mondo crudele dei giovani, in modo diretto, troppo forse e senza mezze misure.

Sesso, droghe, violazioni di domicilio e riti satanici ne fanno da padrone.

Dex mi è sembrata davvero un burattino, una ragazza priva di carattere nonostante non le manchi niente nella vita, sicuramente ordinaria ma ricca di tanto altro.

È inquietante vedere la sua trasformazione e quello che Lacey è in grado di fare con il solo uso delle parole.

Mi hanno ingannata sia il titolo che la copertina, pensavo di trovare un libro più nelle mie corde e invece proprio non l’ho compreso e, proprio per questo, non mi sento di consigliarlo.

Crudo, volgare, insano e malato al tempo stesso… mi chiedo come sia possibile che le vicende narrate rappresentino uno stralcio di ciò che davvero accade nel mondo.

Titolo: Dannate Ragazze Autrice: Robin Wasserman Genere: Thriller e suspanse, narrativa contemporanea Editore: HarperCollins Italia Data di uscita: 6 Aprile 2017 Un thriller affilato e crudele, intenso come l'adolescenza e cupo come un sogno. Novembre 1991. La notte di Halloween Craig Ellison, star della squadra di basket della scuola superiore di Battle Creek, si avventura nel bosco da solo e scompare. Tre giorni dopo lo ritrovano con una pallottola in testa e una pistola in mano, e quel gesto all’apparenza inspiegabile sconvolge profondamente i membri della tranquilla cittadina, già turbati da voci inquietanti sulla presenza di sette sataniche nella zona. Hannah Dexter, diciassettenne brillante…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “Consegna notturna – Serie: Pinx Video Mystery #1” di Marshall Thornton

Titolo: Consegna notturna #1 Serie: Pinx Video Mystery ...