Home / Recensioni MM / Recensione: “Cuore di terra rossa 2” di N. R. Walker ♦ Red Dirt #2

Recensione: “Cuore di terra rossa 2” di N. R. Walker ♦ Red Dirt #2

 

♦ Traduzione a cura di Emanuela Graziani.

Triskell Edizioni ♦ Acquistabile qui

Fino a quando Travis non è arrivato sulla porta della sua casa, Charlie ha vissuto una vita solitaria. Si è isolato, circondato da un milione di acri di terra rossa, sotto un sole che spacca le pietre e solitudine.
Dopo sei mesi, l’inverno è arrivato sul deserto e Charlie finalmente ha quella vita che non aveva mai sperato di poter avere.
Ma ciò che comporta il vivere e lavorare insieme ventiquattro ore al giorno, sette giorni a settimana, per sei mesi di fila, inizia in qualche modo a farsi sentire.

Charlie è un uomo molto, molto cocciuto, che tende più a fare conversazioni nella propria testa che non a parlare sul serio, mentre Travis non ha problemi a dire quello che gli passa per la mente. E anche se si sforzano di comunicare, Charlie capisce che sta allontanando Travis, eppure sembra incapace di smettere di farlo.

Quando tutto si ridurrà alla questione se Travis debba andarsene o meno, forse non spetterà a loro prendere questa decisione.

 

«Non vuoi rivolgergli la parola?» chiese.
«Ha iniziato lui.»
Già, lo avevo detto. Avevo ufficialmente otto anni.
Ma non si disturbò neanche di replicare. Sbuffò, invece. «Charlie, ti voglio bene con tutto il cuore.» Si fermò e mi guardò. «Ma devi proprio crescere.»

Charlie deve crescere, seguire il consiglio di Ma. Questo è il primo pensiero che coglie iniziando il secondo volume di questa serie, ambientata negli immensi spazi del deserto australiano. Sei mesi di vita insieme a Travis non hanno ancora curato tutte le ferite del suo animo e lui continua a lasciarsi condizionare dal passato, dall’educazione ricevuta dal padre, tenendo per lo più nascosta la loro relazione al di fuori degli spazi protetti della casa che condividono.

«… Sono talmente abituato a essere preso nella mia testa e a essere solo io. A essere solo, capisci? E poi sei arrivato tu e hai cambiato tutto, e ora non posso vivere senza di te…»

N.R. Walker ha raccontato l’innamoramento di Charlie e Travis nel primo romanzo, qui invece ci mostra cosa serve per fare in modo che l’amore fiorisca: sincerità, accettazione, coraggio. Servirà molto coraggio a Charlie per essere il compagno che Travis merita, per stare al suo fianco davanti a tutti e affermare il proprio amore senza più vergogna né timore.

Non riuscivo a sentire altro che il battito dei nostri cuori dove ci congiungevamo, palpitante attraverso ogni fibra del mio corpo.
Ci dondolammo avanti e indietro, sempre baciandoci. Sulla terra fredda, accanto al calore tremolante del fuoco, facemmo l’amore. Il modo in cui mi teneva e mi guardava era la cosa più vicina al paradiso che avrei mai avuto senza morire.

Intorno a loro, il deserto non è ostile e pericoloso, non quando viene filtrato attraverso lo sguardo di Charlie, che vive nel suo abbraccio e ne percepisce la splendida vastità fin dentro il suo animo.
Travis non è da meno, a modo suo, affrontando ogni difficoltà con il suo coraggio quasi incosciente e la sua fragilità, raccogliendo orfani (Matilda vi farà innamorare!) e perseverando con testardaggine, deciso a infrangere le barriere che Charlie continua a erigere dentro di sé.
Il finale tocca il cuore, regalando anche qualche lacrima, lasciandoci con il sorriso e il bisogno di leggere un nuovo capitolo della bellissima storia d’amore tra questi due ragazzi un po’ cocciuti, che hanno ancora molta strada da fare insieme.

 

Recensione:

Editing:

Recensione: “Cuore di terra rossa 2” di N. R. Walker ♦ Red Dirt #2
5 su 1 voti

Mistress Wellina

Mistress Wellina
x

Check Also

Recensione in anteprima: “Sabbia e fuoco” di Sue Brown (Serie Sull’Isola di Wight Vol. 2)

Dopo la straordinaria vacanza sull’isola di Wight durante la quale ha trovato ...

error: Contenuti di proprietà di RFS