Home / Recensione libri / Recensione: “Cuore delle Highlands – Il Lupo” di April Holthaus (seie Protectors of the Crown #2)

Recensione: “Cuore delle Highlands – Il Lupo” di April Holthaus (seie Protectors of the Crown #2)

Buongiorno Fenici, oggi Lucia ci parla di “Cuore delle Highlands – Il Lupo” di April Holthaus

Rylan ha trascorso la maggior parte della vita mantenendo segreta la sua identità, anche a coloro che ama. Ma al fine di rendere sicuro il proprio futuro, deve affrontare il passato. In fuga come un fuorilegge, cercando di restituire onore al suo nome, Rylan si imbatte in una donna che sembra avere segreti altrettanto oscuri. La vita di Fallon e di suo figlio scorre tranquilla finché un Highlander non compare sulla porta di casa, gettando il suo mondo nel caos e nell’inganno. E allora, si ritrova davanti ad un bivio che può influenzare entrambe le loro vite. Quando i segreti verranno rivelati, riuscirà Fallon a scegliere la strada giusta, e, soprattutto, a salvare Rylan dal patibolo?

Rylan si svegliò poco prima dell’alba, troppo irrequieto per dormire e ossessionato dai sogni.

Come fosse ieri, ricordò sua madre che discuteva con Alexander. Era stata l’ultima volta che l’aveva vista viva. Realizzò con rabbia che, mentre riusciva a ricordare ogni ruga del volto del vecchio, tanto la sua vita era stata ossessionata da quell’uomo, di lei non ricordava più nemmeno il colore degli occhi. Ormai, sua madre esisteva solo nei suoi sogni. Rylan non vedeva le terre di Falstone da quando aveva sette anni. Dopo la morte della madre, era scappato al nord, dove la sua vita si era incrociata con quelle di un gruppo di Scozzesi ed era cambiata per sempre. Era stato allora che aveva incontrato il laird MacKay e il suo primo ufficiale, Aldrich Arnett, che lo aveva adottato senza fare domande, pur sapendo che sarebbe stato molto difficile allevare un ragazzino tanto ribelle. E in effetti lo era stato, finchè Rylan non aveva cominciato ad amare e rispettare il suo nuovo padre, che gli aveva insegnato tutto quello che sapeva sulle tattiche di combattimento. Eppure, Rylan non era mai stato disposto a condividere con lui il peso del suo passato. C’erano segreti destinati a non essere mai svelati.

Alcuni mesi fa grazie a Babelcube ho scoperto una nuova autrice che mi ha davvero sorpreso con il suo “Cuore delle Highlands. La bestia” e nella recensione fatta per il sito, non nascondevo la mia speranza di poter leggere il libro sull’amico del protagonista: Ian. Bene, la storia di Rylan è stata finalmente tradotta in italiano grazie all’impeccabile Adele Contenti. Rivediamo Rylen dopo una sanguinosa battaglia che lo vede ferito, mentre sta tentando di seminare dei soldati inglesi sulle sue tracce. Dopo essere sfuggito a fatica ai suoi inseguitori, perdendo però il suo cavallo, decide di trovare riparo in una fattoria, dove vivono Fallon e suo figlio. La giovane bellissima donna, pur sapendo che è pericoloso per lei aiutare un fuggitivo lo cura e lo nasconde, nonostante sappia che questo non farà che aumentare i suoi problemi. Fallon infatti ha molti segreti, e suo figlio potrebbe trovarsi al centro di un complotto, ostaggio di uomini disposti a tutto pur di poter sfruttare il suo retaggio. Rylen ha una missione importante da portare a compimento, è uno dei Protettori della corona, non ha tempo per l’amore, eppure quando scopre che Fallon è in pericolo non può fare a meno di andare in sua difesa. Ritrovandosi in questo modo ancora una volta a lottare con il suo passato, ed ottenendo una vendetta a lungo cercata.

Adoro gli Highlander di quest’autrice, guerrieri forti e pieni d’onore, incapaci di grandi discorsi romantici, ma pronti a fare gesti folli e incredibilmente coraggiosi. Rare volte Rylen dice “ti amo” ma è disposto a farsi catturare e uccidere, pur di aiutare Fallon a riabbracciare suo figlio ripagandola così dell’aiuto che gli ha dato. Lottando per lei, anche contro il suo Re, quando teme che la vogliano usare per i loro scopi.

Sono due personaggi pieni di segreti i protagonisti di questo libro, Rylen ha sempre taciuto da dove venisse, anche alla sua famiglia adottiva che ama moltissimo. Fallon è fuggita da suo padre per non dover sottostare ad un matrimonio che non desiderava, la sua vita è stata difficile e piena di pericoli, tutta protesa nel difendere suo figlio e tenerne celata l’identità. Le sue decisioni, sono state in parte la conseguenza di un piano ordito dal Re, che senza averla mai conosciuta le ha rovinato la vita per impedire un’alleanza che credeva pericolosa. È una donna molto forte, coraggiosa, capace di cavarsela con il solo aiuto di un vecchio cavaliere cieco, e che ha nel figlio la sua unica debolezza. In un mondo in cui le donne non hanno voce in capitolo è riuscita per anni ad essere l’artefice del suo destino. Rylen le provoca emozioni che non sente da anni, ma dovrà passare del tempo prima che lei si riesca a fidare a tal punto da rivelare i suoi segreti.

Come il primo libro, anche questo ha una trama davvero corposa e piena di azione, vi troverete tradimenti, vendette, battaglie, intrighi politici e dei bei personaggi davvero ben caratterizzati. L’unica pecca è che la parte riguardante la coppia è meno romantica di quella del libro precedente, ma si adatta perfettamente alla personalità dei protagonisti: un uomo e una donna poco abituati alla dolcezza, e temprati dalla lotta quotidiana per la sopravvivenza. Uno storico di classe, con una bella e fluida scrittura che non posso che consigliare a tutte le amanti della Scozia e degli Highlander, e spero davvero che l’autrice decida di pubblicare anche le sue altre serie a tema Scozzese nei prossimi mesi.

Cuore delle Highlands – La bestia

Cuore delle Highlands – Il lupo

 

 

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Recensione: “Sunset Valley” di Connie Furnari

«Sei una bella puledra selvaggia da cavalcare, la ...