Home / Gay Romance / Recensione “Connessione persa” di A.E. Ryecart (serie: Urban Love #1)

Recensione “Connessione persa” di A.E. Ryecart (serie: Urban Love #1)

Innamorarsi è stato facile, farlo funzionare è la parte difficile…

Non c’è mai stato un tempo in cui Rick Taylor non sia stato dichiarato e orgoglioso di esserlo. Nascondersi o mimetizzarsi non è un’opzione per lui, che vive la sua vita attraverso il mantra Appariscente in mezzo alla Gente. È un ragazzo Gay immagine con la G maiuscola e non intende cambiare per nessuno.

Quando fa involontariamente coming out, il mondo di Matt Connell va alla deriva. Tagliato fuori dalla sua famiglia e dalla vita che conosceva, Matt porta con sé un bagaglio emotivo pesante una tonnellata, mentre fa i primi passi traballanti nella sua nuova vita di uomo gay dichiarato.
Non dovrebbe essere nemmeno il tipo d’uomo cha sta cercando, ma quando Rick apre la sua porta all’arrogante idraulico dai bellissimi occhi verdi, in una gelida mattina di gennaio, sa che la sua vita non sarà mai più la stessa.

Ignorando ogni segnale di pericolo, ogni campanello d’allarme che vuole metterli in guardia e ignorando ogni avvertimento di amici e famigliari, Rick e Matt si buttano in una relazione passionale e incandescente.

Ma quando nella vita che si stanno sforzando di costruire insieme, iniziano ad apparire delle crepe, entrambi saranno costretti a porsi una domanda: può l’amore da solo essere sufficiente?

Sul serio, credo di essermi innamorata di Rick. Lo so, lo so, è gay fino al midollo osseo per giunta, ma è così carino e dolce, l’amico e il fratellino che tutti vorremmo, almeno, io lo vorrei. È gentile, premuroso e innamorato dell’idea dell’amore, vuole il suo “vissero felici e contenti” con l’uomo giusto e perché no, una casa con un paio di bambini. Quello che vorrei io insomma, Rick e io ci capiamo al volo. Bisogna essere se stessi e se gli altri non ci accettano è un problema loro, questo è il mantra di Rick. Voglio un amico così, voi no?! Insomma, Rick a volte è anche troppo appariscente, incarna tutto lo stereotipo gay dell’immaginario collettivo, ma va bene così, ha degli amici che non sempre lo approvano, ma gli vogliono bene, ha il sostegno della famiglia, un appartamento fighetto in un ottimo quartiere di Londra e un lavoro di contabile che paga bene.

Invece Matt è un uomo che è stato distrutto dalle persone che avrebbero dovuto amarlo, si trascina dietro una serie di traumi mai risolti. Dopo il coming-out, tutta la famiglia gli volta le spalle insieme agli amici, tranne Darren e sua moglie, che lo ospitano in casa. È in cerca della sua strada e del suo posto nel mondo, quando incontra Rick, che è tutto il suo opposto, ed è proprio questo ad accendere la passione. L’esuberanza di Rick, il suo essere orgoglioso di essere ciò che è, fanno cadere Matt ai suoi pedi, bruciando le tappe e trasformando la loro storia d’amore in un turbine infuocato, coronato da dolci petali di rosa. (Apprezzate lo sforzo per la frase figa.)

«Ti amo così tanto, tesoro,» disse, prendendo il viso di Rick tra le mani. «Nella mia vita, prima, era come se vivessi nell’ombra e tutto era freddo e grigio. Ma tu, tu sei il calore e la luce del sole. Mi hai riportato alla vita. Se non ti avessi conosciuto, Dio solo sa dove sarei.»

Il mondo di Rick è molto diverso rispetto alla realtà chiusa di Matt, e mentre lui cede continuamente per fare felice il compagno, la cosa non è altrettanto ricambiata. Inoltre, non giova l’interferenza continua degli amici di Rick, specialmente Zack, che non approvano la loro relazione.

Forse era meglio conoscersi un po’ di più prima di fare il grande passo, come tutti continuano a ripetere? Il matrimonio non è uno scherzo, come ogni cosa necessita di preparazione, ma l’amore è passione cieca. Chi la spunterà tra la ragione e il cuore?

Vi assicuro che per quanto sia riuscita subito ad amare Rick non è stato altrettanto facile con Matt, anzi. Ma poi, conoscendolo meglio, mi sono innamorata anche di lui! Senza spoilerare troppo vi posso assicurare che il libro è bello ma è anche realistico, quindi la fine potrebbe sembrarvi inizialmente un po’ affrettata ma pensandoci bene è solo realistica e ci sta tutta!

Libro scritto benissimo, anche se a volte l’autrice la tira per le lunghe, soprattutto all’inizio; le scene d’amore sono splendide e ben dettagliate. La bravura di chi scrive sta anche nel passare da una situazione dolcissima ad una tensione emotiva piuttosto elevata, quindi preparatevi a vivere un’intensa storia d’amore!

 

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Recensione “L’amico del Dottore” di Heidi Collinan Serie Copper Point Medical #2

Note: può essere letto come autoconclusivo Il peggior ...