Home / BDSM / Recensione: “Calore Estivo” di Tantalus * Damon & Pete: Giocare col fuoco #1

Recensione: “Calore Estivo” di Tantalus * Damon & Pete: Giocare col fuoco #1

 

♦ Traduzione a cura di Francesca Giraudo

Francy & Alex Translation, acquistabile qui ♦

Pete e il suo vicino di casa tutto muscoli sono sempre in competizione per qualcosa, così, quando Damon fa una scommessa sull’esito della partita di poker che devono giocare, Pete ci sta, anche se i termini sono un po’… inusuali.
Se Damon vincesse, potrebbe fare di tutto. Qualsiasi. Cosa. Voglia.
L’unica cosa è che Pete non sa che Damon ha un lato oscuro…

Pete e Damon sono vicini di casa in costante competizione tra loro, ma come sempre quando la tensione tra due persone è tanta c’è qualcosa in più di quello che si vede.

L’ennesima scommessa tra i due ha una posta insolita e particolare: se Damon vincerà, potrà fare a Pete TUTTO ciò che vuole per un’intera notte. Damon vince la scommessa, e i due uomini hanno finalmente la possibilità di mettere a nudo ciò che desiderano in realtà.

«È… è una notte calda.» Cazzo, non potevo riuscire a dire una frase senza balbettare?
La sua voce mi rombò vicino all’orecchio, profonda e oscura. «E lo diventerà ancora di più.»
Rimasi senza fiato quando mi prese il lobo dell’orecchio tra i denti e tirò con forza, irradiando una scossa di dolore attraverso il mio corpo.
«Ho ottenuto la tua attenzione.»

Pete si ritrova alla mercé dell’affascinante vicino e scoprirà un lato di se stesso che non conosceva, oltre a scoprire e affrontare il lato oscuro di Damon. Si ritrova legato a una Croce di Sant’Andrea nelle mani di un uomo che osserva di nascosto da mesi, per cui prova un intenso desiderio e su cui fantastica da sempre.

In questo racconto viene descritta una singola sessione BDSM, ma Tantalus, ossia KC Wells, lo fa in modo talmente magistrale che nonostante la brevità del testo ci permette di conoscere i due protagonisti e i loro desideri più nascosti.

Damon mollò la presa sui miei capezzoli e io mi lasciai andare contro di lui. Con la mano mi accarezzò il torace, tirando appena i peli. C’era una ragione se non mi rasavo né mi facevo la ceretta come molti dei ragazzi che mi scopavo. Adoro quando un uomo mi passa la mano in mezzo ai peli, tirandoli appena, perché tutto il sangue e il calore del mio corpo si riversa nel mio uccello. Mi spinse con forza contro la croce, poi con la mano iniziò ad accarezzarmi il culo. Quelle dita maledette scivolavano sulla mia pelle come burro fuso, seguendo la linea della mia spina dorsale.
«Inarca la schiena e spingi in fuori il culo. Fallo per me.»
Obbedii con le gambe che mi tremavano. Poi la sua mano non c’era più. «Pronto?»
Avrei voluto urlare no, ma quella parola mi uscì come un grido strozzato quando il primo schiaffo pungente atterrò sulla mia natica. «Cazzo!»

È vero che il racconto è breve, ma è talmente intenso e ben scritto che non posso fare altro che dare cinque stelle e aspettare con ansia che venga pubblicato il prossimo. Traduzione e editing sono perfetti.

Recensione di 

Editing 

Recensione: “Calore Estivo” di Tantalus * Damon & Pete: Giocare col fuoco #1
5 su 1 voti

baby.ladykira

Oltre ad essere l’ Admin founder del Sito di Romanticamente Fantasy, sono una libraia ed adoro tutti i libri in genere, dai cartacei ai digitali. Oltre alla passione dei libri, sono una telefilm e film dipendente ^_^

x

Check Also

Recensione “Fuoco E Fiamme” di Abigail Roux (Serie Armi E Bagagli #9)

Sono passati cinque anni da quando gli Agenti Speciali Ty Grady e ...

error: Contenuti di proprietà di RFS