Da non perdere
Home / Paranormal Romance / Recensione: “Caccia nell’ombra” di Colleen Gleason (serie Macey Gardella 2#)

Recensione: “Caccia nell’ombra” di Colleen Gleason (serie Macey Gardella 2#)

Care Fenici, oggi Maljka ci parla di “Caccia nell’ombra” di Colleen Gleason (serie Macey Gardella 2#)

Fra i gangster e i bar clandestini della Chicago degli Anni Venti, Macey Gardella si trova invischiata in una strana alleanza con Al Capone. Il boss indiscusso della malavita cittadina la esibisce in giro per la città come una delle sue tante pupe, mentre lei tenta di tener fede al suo giuramento di dare la caccia ai vampiri. Ha dovuto, suo malgrado, imparare una dura lezione fatta di perdite e tradimenti, quella connaturata alla scelta di accettare la sua eredità di famiglia e diventare una Cacciatrice. Si trova così costretta ad abbandonare amici, colleghi e persino Grady, l’intrepido giornalista d’assalto che sembra seguire ogni sua mossa. Ma quando, a fianco di Sebastian Vioget e Chas Woodmore, si troverà a dover affrontare il famigerato e temibile Nicholas Iscariot, anche Macey sembrerà sul punto di cedere. E quando sarà richiesto il sacrificio estremo, chi continuerà a impugnare il paletto e chi invece fuggirà?

“Macey, mormorò prendendola tra le braccia, quello che non capisci è che sono innamorato di te. Affronterei volentieri, e per scelta, questa vita, pur di stare con te, di essere al tuo fianco, per aiutarti, e quando ce ne sarà la possibilità, perché sai che ci sarà, sarei li per fare l’amore con te, tenerti tra le braccia e scacciare i tuoi demoni… foss’anche solo per poco tempo.”

Questa scrittrice non sbaglia un colpo! Questo secondo capitolo della serie di Macey è un susseguirsi d’azione, amori e colpi di scena infiniti! Ci troviamo in una Chicago ricca di malavita e ricchezze ad essa collegate, dove Al Capone è il re indiscusso e, come tutti i capi della malavita, pensa che con soldi, disonore e alzate di proiettili si possa ottenere qualunque cosa… ma non aveva mai avuto realmente a che fare con Macey. Una ragazzina, che a prima vista non sarebbe in grado di schiacciare una mosca ma che, nel suo campo di cacciatrice indiscussa di vampiri grazie alla sua discendenza di sangue, è in grado di sentire un vampiro e ucciderlo con la velocità di un soffio di vento.

Il mio personaggio preferito in questa serie è sicuramente Chas, una gran figo sia a livello caratteriale (è il classico sbruffone che tutto sa e tutto può) che a livello fisico, dotato di un sex appeal che farebbe girare qualsiasi donna.

Come la sua bis bis nonna Victoria, si ritroverà tra tre fuochi d’amore e la sua costante indecisione la porterà ad una scelta difficilissima ma quasi obbligata se non vorrà che un innocente, che poi così sprovveduto non è, faccia una brutta fine.

Durante la lettura sicuramente ci si trova a voler confrontare questa saga con la precedente e sono stata io la prima ad essere diffidente già dal primo capitolo perché, a parer mio sono davvero moltissime le similitudini, ma in questo capitolo in particolare, un’importantissima storia volge al termine in un epilogo più che romantico. Molti altri sono i capitoli in sospeso che spero troveranno la loro degna conclusione nel capitolo finale della serie.

SERIE MACEY GARDELLA:

1- caccia di mezzanotte

2- caccia nell’ombra

3- caccia all’alba

 

Kiki

x

Check Also

Recensione: “L’orribile karma della formica” di David Safier

Tracy oggi ci parla di un libro bellissimo e particolare: “L’orribile karma della ...

error: Contenuti di proprietà di RFS