Da non perdere
Home / Recensioni libri cult / Recensione “Beautiful Player” di Christina Lauren (serie Beautiful Bastard #3)

Recensione “Beautiful Player” di Christina Lauren (serie Beautiful Bastard #3)

Hanna Bergstrom si è da poco trasferita a New York, dove ha intrapreso una promettente carriera da ricercatrice alla Columbia University. Ha ventiquattro anni e trascorre le giornate rinchiusa in laboratorio. Ma quando persino suo fratello Jensen, da sempre iperprotettivo, le fa notare che sta trascurando la sua vita sociale, capisce che è ora di uscire, farsi degli amici, iniziare a frequentare qualcuno. E chi può trasformarla nella sensuale sirena che ogni uomo desidera se non il bellissimo migliore amico di Jensen, Will Sumner, imprenditore senza scrupoli e playboy senza remore? Will è abituato a rischiare, ma su questa nuova sfida ha seri dubbi… Finché una notte l’innocente universitaria non lo tenta nel suo letto, insegnandogli un paio di cosette sulle donne che non dimenticherà più. Adesso che Hanna ha scoperto il potere del proprio sex appeal, sta a Will convincerla che è lui il solo uomo di cui ha bisogno…

Dopo il grande successo di Beautiful Bastard e Beautiful Stranger, in vetta nelle classifiche ebook, torna un nuovo emozionante romanzo dove l’amore non conosce limiti…

Primo: mi dovete spiegare perché, nei vari romanzi, le donne hanno sempre odori molto dolci.

Come può una donna, dopo una corsa, avere un dolce odore di sudore?!?

Secondo: per quale motivo quando io vado a correre non incontro mai uomini affascinanti, ma solo uomini solitari e marpioni?

E terzo: questo libro è iniziato molto lentamente rispetto agli altri, tanto che non riuscivo a capire se ci fosse un reale collegamento con i volumi precedenti, e invece è terminato come una bomba ad orologeria esplosa nell’orario di punta a Central Park!

Sentivo il desiderio di cancellare il passato di qualcuno dal punto di vista delle sue esperienze sessuali, e riscriverlo completamente con le mie mani, il mio pene, la mia bocca. Nel caso di Ziggy non sapevo se fosse perché il sesso sarebbe stato più semplice rispetto al modo in cui lei mi scombussolava la mente, o se avrei voluto che lei mi scombussolasse in altri modi.

Cosa succede quando un imprenditore play boy, seducente uomo dagli occhi blu, e mago del sesso, incontra una ragazza ventiquattrenne timida e riservata, stile topo da laboratorio? Secondo me nasce la più bella storia d’amore di sempre.

Questo romanzo fa parte della serie Beautiful Bastard, ed è incentrato su Will e Hanna, chiamata Ziggy da amici e familiari.

Ma è proprio quando il nostro playboy smette di utilizzare quel nomignolo che le cose tra loro iniziano a cambiare.

Lui è sempre stato un dongiovanni, il tipico cattivo ragazzo pieno di talento, con l’orecchino e gli occhi blu, che sembravano ipnotizzare qualsiasi ragazza incontrasse, l’agenda ricca di appuntamenti dove il sesso era l’unica cosa che contava.

Lei, invece, è una ragazza molto semplice, che ha avuto solo cinque uomini nella sua vita, e con nessuno di loro ha mai provato orgasmi da urlo come con Will.

Hanna, non so se ho mai voluto qualcuno così tanto quanto voglio te. Non credo. Passo le ore semplicemente immaginandomi di baciarti. Penso a quel tipo di bacio così lungo che nemmeno ti viene voglia di fare altro, hai presente?

Lei scosse la testa, la sentivo ansimare sul mio collo.

No, non conosco quel tipo di bacio, semplicemente perché non l’ho mai desiderato prima d’ora.

 Come dicevo all’inizio, in questo romanzo la scrittrice ha deciso di far partire la storia molto lentamente, tant’è che ho fatto fatica a capire lo svolgersi degli eventi.

Inizialmente troviamo davanti a noi Jensen, migliore amico di Will e suo ex compagno di college, che ha una discussione con Hanna, sua sorella, a causa delle sue abitudini: lei è una scienziata dedita esclusivamente al suo lavoro h24; così decide di ricontattare Will per farla uscire dal suo guscio, trovarsi degli amici, e fare tutto quello che fanno i ragazzi della sua età.

Ma galeotta fu quella chiamata alle sei di mattina!

Tra una corsa e l’altra, un allenamento e un pranzo, una cena e un incontro serale, si ritroveranno invischiati in una storia dove inizialmente si tratterà di solo, puro, semplice e sfrenato sesso strappamuntandine e, successivamente, si creerà la più bella e dolce storia d’amore che mai ci si sarebbe aspettati da Will.

Non voglio svelarvi altro, vi posso solo assicurare che ne rimarrete entusiasti e, soprattutto, come in tutti gli altri libri scritti da quest’autrice, troverete una caratterizzazione dei personaggi e delle scene descritte davvero emozionanti e, a parer mio, uniche!

Se amate i contemporary romance, dove lui è un arrogante figlio di… con un fisico da urlo, e lei la cara brava ragazza che tutti si aspettano, ma che in realtà sa il fatto suo, questo libro fa per voi!

Recensione a cura di

Hanna Bergstrom si è da poco trasferita a New York, dove ha intrapreso una promettente carriera da ricercatrice alla Columbia University. Ha ventiquattro anni e trascorre le giornate rinchiusa in laboratorio. Ma quando persino suo fratello Jensen, da sempre iperprotettivo, le fa notare che sta trascurando la sua vita sociale, capisce che è ora di uscire, farsi degli amici, iniziare a frequentare qualcuno. E chi può trasformarla nella sensuale sirena che ogni uomo desidera se non il bellissimo migliore amico di Jensen, Will Sumner, imprenditore senza scrupoli e playboy senza remore? Will è abituato a rischiare, ma su questa nuova…

Score

Voto di Maljka 4

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Kiki

x

Check Also

Recensione: “Caccia all’alba” di Colleen Gleason ( serie Macey Gardella #3)

Care Fenici, oggi recensione di Maljka  “Caccia all’alba” di Colleen Gleason (Serie ...

error: Contenuti di proprietà di RFS