Home / Recensione libri / Recensione: “Ballando col diavolo” di Faith Gibson

Recensione: “Ballando col diavolo” di Faith Gibson

Uno sbirro novellino con tutta una vita davanti. Tre poliziotti con qualcosa da nascondere. Non c’è un limite di tempo per la vendetta.

Ryan “Cass” Cassidy, giovane recluta della polizia e bravo ragazzo, ha tutto ciò che può volere dalla vita: una bella moglie, un lavoro che ama e un bambino in arrivo. Quando si becca trent’anni di prigione per un crimine che non ha commesso, perde tutto. È stato incastrato dagli uomini che avrebbero dovuto proteggerlo.

Tredici anni dopo, Cass viene rilasciato con la condizionale e quei tredici anni gli hanno rubato ogni briciolo di bontà che aveva, sostituendola con la rabbia che alimenta la sua missione solitaria di farla pagare ai responsabili.

Bugie.

Inganni.

Manipolazione.

Non ci sono limiti che Cass non sia pronto a superare per vendicarsi, ma a volte anche i migliori piani possono fallire e lui si troverà a dover ballare con il diavolo, se vuole vedere completata la propria missione.

Ai tempi della condanna a trent’anni di prigione ero un ragazzino spaventato e ossuto. Avevo dovuto adattarmi in fretta e farmi crescere un altro paio di palle con le quali nessuno avrebbe voluto avere a che fare o tentare di piegarmi a novanta, lasciando ai grandi stronzi la possibilità di usare il mio culo come una puttana in un’orgia.

Questo romanzo è stata una piacevole sorpresa: trama decisamente thriller, con un quantitativo di romance sofferto e intenso.
Un bravo ragazzo, credente, che fa il poliziotto, è stato incastrato per l’omicidio di sua moglie, e quando esce di prigione 13 anni dopo è un uomo cambiato. Quello che l’ha tenuto in vita sono stati la rabbia e il desiderio di vendetta: ha un piano molto preciso per scoprire chi gli ha distrutto la vita e per restituire il favore. Questo piano, però, si va a intersecare con un imprevisto: si innamora di una donna che aveva intenzione di usare come pedina.
Tutti i pezzi di questo puzzle che pian piano viene svelato, verranno scoperti solo sfogliando le pagine, cosa che naturalmente non vediamo l’ora di fare. Il ritmo narrativo è sostenuto e incalzante. Molti i colpi di scena, alcuni un po’ particolari, altri davvero inimmaginabili, inaspettati, forse anche un po’ forzati, ma capaci di rendere unica e pepata la storia.
Tuttavia non troviamo solamente adrenalina, ci sono anche l’aspetto romantico e quello malinconico, persino doloroso, di chi deve rifarsi una vita partendo dalle macerie.
La storia d’amore che nasce tra i protagonisti è passionale, ma anche qualcosa di più. Sa di rivalsa sia per Ryan, tanto a lungo colpito dalla vita, ma anche per Lexie, dopo la sua terribile esperienza con gli uomini. È un amore che ha il sapore di qualcosa di vero, di istintivo, di riconoscimento a pelle.
Il romanzo ci parla anche di un altro tipo di sofferenza: quello di donne maltrattate, tradite, umiliate. È una storia che ci racconta realtà dolorose che hanno bisogno di essere affrontate, di essere cambiate, che hanno la necessità di trovare finalmente un risvolto positivo.
Le caratterizzazioni mi sono sembrate molto buone. Anche i personaggi secondari sono interessanti, se escludiamo alcune casualità un po’ forzate.
Lo stile, o forse la traduzione, a tratti non ci regala il massimo della chiarezza, forse nella fretta di mantenere alto il ritmo di lettura, provocando così un po’ di confusione negli spostamenti spazio-temporali o nella comprensione di chi sta parlando. Nel testo rimangono molti americanismi, che si notano in particolare per la quantità di parolacce usualmente parte del gergo americano. Nel complesso, comunque, è una lettura accattivante con una trama unica.

La faccio stendere di nuovo sulla schiena e uso il mio corpo per dirle ciò che non riesco a dire con le parole perché, se non mi ricambiasse, potrei anche morirne. A ogni spinta mi innamoro di più di lei.

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: Merry Kiss Christmas di Francesca Palamara

TITOLO: Merry Kiss Christmas AUTRICE: Francesca Palamara EDITORE: ...