Home » Recensione libri » Recensione: “Astri nell’abisso (Serie: Per Aspera ad Astra Vol. 1)” di Martina Koaluch Alice

Recensione: “Astri nell’abisso (Serie: Per Aspera ad Astra Vol. 1)” di Martina Koaluch Alice

Titolo: Astri nell’Abisso
Serie: Per Aspera ad Astra #1
Autrice: Martina Koaluch Alice
Casa Editrice: Self-published
Genere: romanzo mm, LGBT
Data di pubblicazione: 3 Maggio 2020
La vita cambia drasticamente per Alec Callaway dopo l’incidente che l’ha costretto su una sedia a rotelle, scioccandolo a tal punto da indurlo ad accettare la sua invalidità come una punizione. Ciò che non sa, tuttavia, è che il peggio per lui deve ancora arrivare. Promesso a un’unione tra due famiglie molto influenti, si ritrova a dover dire definitivamente addio alla sua movimentata vita fatta unicamente di divertimento per rispondere all’obbligo di fidanzamento con Mya Brass; lo stesso accade a sua sorella, promessa sposa di Adam Brass. La famiglia Callaway si trasferisce, dunque, nella reggia dei Brass, e Alec fa la conoscenza dei due fratelli, che si rivelano del tutto differenti da come credeva: lei non è la ragazzina viziata che aveva immaginato; lui non è il pallone gonfiato che potrebbe far soffrire sua sorella. Ma ciò che lo sorprende maggiormente è il singolare modo di Adam di comprendere il suo stato d’animo e comportarsi di conseguenza, quasi come se gli leggesse nel profondo.

*Primo volume della dilogia Per Aspera ad Astra.

**Astri nell’Abisso è un romanzo di formazione a tematica omosessuale, che talvolta sfiora temi delicati e si focalizza molto su introspezione e psicologia.

«Qualsiasi cosa sia, non devi parlarmene ora. Me lo dirai quando sentirai il bisogno di farlo.»

La voce affabile gli rimbombò nella mente alcuni istanti prima che si decidesse ad accantonarla. Avrebbe voluto dire che avvertiva un bisogno più che impellente di sfogarsi con lui, ma avere un desiderio simile verso una persona significava dipendere da essa, e lui non aveva intenzione di aggrapparsi a Adam più di quanto già non facesse.

Mai come stavolta sono stata felice di non aver letto una sinossi, perché in questo modo mi sono lasciata sorprendere dalla storia, da un amore che cresce riga dopo riga e dall’ambiguità che permane in buona parte del romanzo.

Non c’è niente di scontato: senza anticipazioni ero aperta a tutte le tipologie di trame possibili, quelle basate sull’amicizia, sulla grande confidenza, fino al romanzo di crescita personale, quello di lotta per la guarigione da un trauma tremendo e di gestione di una disabilità grave. Alla fine è sbocciato un amore imprevedibile, per me come per i protagonisti, che mi ha toccata e commossa come è successo esattamente a loro. Tutto in modo molto graduale, dipinto nei dettagli: le inquietudini, i dubbi, le incertezze, la sorpresa, il sollievo, la fatica.

Stiamo parlando di protagonisti che hanno tra i 15 e i 17 anni: si tratta quindi di dei primi amori adolescenziali, con la purezza e la dolcezza tipica di queste prime esperienze e scoperte. Su questi quattro ragazzi, tuttavia, si abbatte una decisione pesante dei loro genitori, che hanno programmato matrimoni di convenienza tra le due coppie di fratelli.

Alec, il protagonista principale, invalido in seguito a un incidente, è un ragazzo esausto, logorato dalla rabbia, dal senso di colpa, da incubi dovuti a un disturbo da stress post traumatico. Nella maschera orgogliosa e strafottente che indossa iniziano ad aprirsi via via piccole crepe che fanno intravedere un’anima fragile, sofferente, che cerca di punirsi. Ha bisogno di essere ricomposto, di trovare un appiglio, un confidente; ha bisogno dell’affetto che i genitori e gli amici gli negano.

Trova tutto questo nella dolcezza e nella delicatezza di una persona che riesce a vederlo davvero, che ha il tocco e la sensibilità necessari a conquistare la sua fiducia senza fargli fretta, senza imporgli niente. Lo avvicina offrendogli un sorriso, una carezza, un abbraccio nel quale riposarsi, regalandogli dei momenti di pace.

È un rapporto del quale Alec diventa sempre più dipendente, fino al punto di esserne spaventato.

Perfetto l’approfondimento della tematica della disabilità, che coglie gli aspetti emotivi legati all’orgoglio, al rifiuto di notare la pena negli occhi degli altri, ma anche alla negazione della propria impotenza, e le conseguenti fasi dell’accettazione e della lotta per tornare una persona con un nuovo significato. Alle problematiche fisiche si somma un disturbo da stress tutto da curare nell’intimità e nel segreto, con le poche competenze che un adolescente può possedere.

Un romanzo di una sensibilità e di una intensità estreme. Uno stile molto poetico, emozionante, coinvolgente e capace di soffermarsi sui dettagli intimistici.

Una storia che rimane prettamente sull’aspetto romantico, nel rispetto dell’età dei protagonisti.

È un romanzo romantico, anche se l’amore rimane velato, ambiguo, insinuato, mai esplicitato. A noi risulterà chiaro solamente nel finale, giusto appena prima che tutto risulti evidente anche ai protagonisti.

Assolutamente da consigliare in una lettura congiunta con il secondo libro della dilogia, in quanto questo primo volume ci lascia con un epilogo amaro… inaccettabile.

Aveva sbagliato. Fino a quel momento aveva creduto di non essere in grado di voler bene a qualcuno – tantomeno a sé stesso –, ma non era mai stato più in errore di così. La verità era che non aveva mai provato affinità con qualcuno perché nessuno al mondo gli era affine. Nessuno tranne Adam.

Titolo: Astri nell'Abisso Serie: Per Aspera ad Astra #1 Autrice: Martina Koaluch Alice Casa Editrice: Self-published Genere: romanzo mm, LGBT Data di pubblicazione: 3 Maggio 2020 La vita cambia drasticamente per Alec Callaway dopo l'incidente che l'ha costretto su una sedia a rotelle, scioccandolo a tal punto da indurlo ad accettare la sua invalidità come una punizione. Ciò che non sa, tuttavia, è che il peggio per lui deve ancora arrivare. Promesso a un'unione tra due famiglie molto influenti, si ritrova a dover dire definitivamente addio alla sua movimentata vita fatta unicamente di divertimento per rispondere all'obbligo di fidanzamento con Mya Brass; lo stesso accade…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “Consegna notturna – Serie: Pinx Video Mystery #1” di Marshall Thornton

Titolo: Consegna notturna #1 Serie: Pinx Video Mystery ...