Da non perdere
Home / Recensione in Anteprima / Recensione in Anteprima: “Spencer Cohen – Book Three” di N.R. Walker

Recensione in Anteprima: “Spencer Cohen – Book Three” di N.R. Walker

 

 

 

Per Spencer è stato semplice abituarsi all’idea di essere in una vera e propria relazione. Fin troppo semplice. Andrew si è adattato perfettamente alla sua vita e, mettendo da parte insicurezze e preoccupazioni, Spencer è riuscito a godersi il corso degli eventi insieme a lui.
Per la prima volta dopo tanti anni, incredibilmente, la vita di Spencer è davvero perfetta.
Andrew però tende a farsi prendere dalla paranoia, e quando il suo ragazzo riceve una telefonata dall’Australia è sicuro che Spencer si allontanerà da lui.

Al contrario, forse il loro rapporto potrebbe consolidarsi ancora di più, perché Andrew non si è accorto che Spencer dipende da lui più di quanto creda. Forse la storia di Spencer Cohen è pronta per il finale e forse, ma solo forse, si tratterà del lieto fine che Spencer non avrebbe mai pensato essere possibile.

Il libro di cui vi parlo oggi è il meraviglioso Spencer Cohen Book Three, il terzo capitolo della storia d’amore tra Spencer ed Andrew scritta da N.R. Walker.

A volte, quando un autore scrive trilogie, tende ad appesantire il volume finale, caricando il lettore di aspettative che poi magari vengono disattese. Questo non poteva capitare nella trilogia di Spencer Cohen, perché, alla fine del secondo libro, la relazione tra i due protagonisti è così solida da garantire l’happy ending finale. Non avevo dubbi. E questo è il motivo per cui mi sono potuta godere questo meraviglioso libro, che ha messo a posto e limato gli ultimi spigoli della vita di Andrew e Spencer, creato nuovi legami e accomodato tanti cuori.

Questa serie è dedicata a tutti gli Spencer là fuori: a quelli che hanno perso tutto ma che hanno ancora speranza, a chi ha paura di amare di nuovo ma lo desidera ardentemente, a quelli che sono passati attraverso l’inferno e sono ancora forti abbastanza da sorridere, e a quelli che hanno cicatrici impresse sulla pelle.

Non è un volume ricco di colpi di scena, ma di vita che scorre, di alti e bassi, di malattia e lutto, di rinunce e nuove opportunità.

Un libro che accompagna chi lo legge dentro la quotidianità non solo dei due amanti, ma anche del folto gruppo di persone che li circonda: la famiglia e i colleghi di lavoro di Andrew, gli amici favolosi di Spencer, prima fra tutti Lola, sempre alla guida della sua pazza macchina rinominata Cindy Crawford.

I due ragazzi sono tanto innamorati, si vede da ogni gesto, si legge in ogni frase, ma faticano a dirselo, dopo solo due mesi di relazione. Serve coraggio a prendere il proprio cuore e ad affidarlo a qualcun altro, soprattutto se il nostro organo più prezioso è stato fatto a pezzi da chi ci doveva amare di più. Ma cosa sarebbe la vita senza quelle due parole magiche? Il Ti Amo non può essere solo un’affermazione detta alla fine di un rapporto sessuale, sarebbe troppo semplice e banale. Spencer e Andrew troveranno la strada per dichiarare i propri sentimenti, e sarà bellissimo vivere assieme a loro la fatica ma anche l’impagabile sollievo.

Un viaggio inaspettato in Australia porta a galla tutto il dolore che Spencer si porta dentro, ma mi ha permesso, finalmente, di mettere a posto quelle informazioni che mancavano del suo passato. Su tutto il dolore splende, bianca come il sole d’inverno, la luce di Zia Marvie, che lo ha cresciuto, che lo ha amato e lo ha aiutato a diventare un uomo. Inginocchiato sulla sua tomba chiude, assieme a noi lettori, il cerchio della loro vita:

La pietra tombale era bellissima, e non avevo dubbi sul fatto che fosse stata zia Marvie a curare tutti i dettagli prima di morire. Però mancava una cosa. «Se con madre si intende la persona che ha cura di te, che ti ama, ti supporta e ti incoraggia, allora lei era la mia. Non mi ha dato la vita, ma è come se l’avesse fatto. M’intristisce sapere che la gente che passa di qui non sappia che era amata. Avrebbero dovuto scrivere: “Amata madre di Spencer”.»

In questo volume prende l’avvio anche la storia tra Yanni e Peter, due personaggi minori, a cui la Walker ha dedicato il quarto libro della serie, una specie di spin off, uscito in lingua originale nell’agosto scorso. Spero che venga tradotto presto da Triskell Edizioni, sono certa che ne valga la pena.

Non potevo non finire questa recensione con il testo della prima strofa dell’Hallelujah di Leonard Cohen che, nell’interpretazione pazzesca di Jeff Buckley, accompagna ogni momento di questa trilogia, fino all’epilogo, dolce e un po’ prevedibile ma molto azzeccato. Note magiche, che parlano di un tempo e di una storia lontana, di amore e di riscatto, di musica e meraviglia. (Testo e musica: Leonard Cohen – Arrangiamenti: John Lissauer)

Now I’ve heard there was a secret chord
That David played, and it pleased the Lord
But you don’t really care for music, do you?
It goes like this
The fourth, the fifth
The minor fall, the major lift
The baffled king composing Hallelujah

Hallelujah

A cura di:

 

 

 

 

 

 

Recensione in Anteprima: “Spencer Cohen – Book Three” di N.R. Walker
Vota qui L\'articolo.

      Per Spencer è stato semplice abituarsi all’idea di essere in una vera e propria relazione. Fin troppo semplice. Andrew si è adattato perfettamente alla sua vita e, mettendo da parte insicurezze e preoccupazioni, Spencer è riuscito a godersi il corso degli eventi insieme a lui. Per la prima volta dopo tanti anni, incredibilmente, la vita di Spencer è davvero perfetta. Andrew però tende a farsi prendere dalla paranoia, e quando il suo ragazzo riceve una telefonata dall’Australia è sicuro che Spencer si allontanerà da lui. Al contrario, forse il loro rapporto potrebbe consolidarsi ancora di più, perché…

Score

Voto Kiki 5

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Lady Arya

Lady Arya
Blogger presso RFS
x

Check Also

Recensione in Anteprima “Scaldami il cuore” di Lauren Blakely (Seductive Nights #3.25)

Sono passati due anni da quando Clay e Julia sono diventati inseparabili. ...

error: Contenuti di proprietà di RFS