Home / Recensione in Anteprima / Recensione in Anteprima: “Rose” di Monica Murphy (The Fowler Sisters Series #2)

Recensione in Anteprima: “Rose” di Monica Murphy (The Fowler Sisters Series #2)

 

 

 

Si dice che per il figlio minore sia tutto più facile, ma è una bugia. Diversamente dalle mie sorelle non sarò mai notata per i miei successi. Lavoro sodo alla Fleur Cosmetics e non conto niente. Ma da quando ho messo al collo quel meraviglioso diamante le cose sono cambiate: stavolta è il mio turno di dire di no a mio padre, di risaltare sulle mie sorelle e di prendermi l’uomo che desidero. Quello che per la prima volta mi fa sentire libera.

Non merito il suo amore.

Non merito lei.

Ma farò tutto quello che posso per riaverla con me. Se dovrò implorare, ingannare, chiedere o rubare, lo farò.

Qualunque cosa sarò costretto a fare.

Perché Rose Fowler mi appartiene.

Il libro di cui vi parlo in anteprima oggi, è Rose, il secondo capitolo della serie “The Fowler Sisters” di Monica Murphy, pubblicato dalla Newton Compton Editori.

Se avete letto Violet, conoscete già a grandi linee la protagonista di questo romanzo. Rose è la sorella minore, la più piccola della famiglia, quella che più di tutte ha sofferto per la mancanza di sua madre, quella che non è riuscita a creare con suo padre un legame affettivo che colmasse almeno in parte la perdita che aveva subito.

In questo romanzo, la vedremo combattere con i suoi demoni interiori, con il suo sentirsi perennemente non abbastanza per nessuno, soprattutto per la sua famiglia. Le sue sorelle maggiori, Violet e Lily, creano in lei un senso d’inadeguatezza. Il suo non sentirsi accettata per ciò che è, il suo vedersi sottovalutata anche in ambito lavorativo, la porterà a mollare tutto, decidendo di punto in bianco di concentrarsi solo su se stessa.

Rose, bellissima e altrettanto incauta, smaliziata e per nulla timida, in una serata importante di quelle a cui solo la famiglia Flower sa presenziare, troverà il modo di mostrarsi al mondo totalmente diversa da come tutti l’hanno fino ad ora descritta, attirando l’attenzione di un uomo che è lontanissimo da ciò che dice di essere.

A lui non importa chi io sia o cosa rappresenti. Semplicemente… gli piaccio. Gli piace Rose. Non Rose Fowler, la figlia più piccola di Forrest Fowler, erede della Fowler Cosmetics. Non sono la sorella di Violet, di Lily, o la nipote di Dahlia, per Caden.

Sono semplicemente io. Rose. O Ro, come gli piace chiamarmi, a volte. Mi piace quando mi chiama così, perché non mi ci ha mai chiamata nessuno. Soltanto Caden.

Insieme siamo semplicemente Rose e Caden che si frequentano a Londra. E questo funziona.

Veniamo a lui, Caden Kingsley, se Ryder con la sua sfrontatezza vi aveva conquistato, lui con la sua arroganza riuscirà a mandarvi in orbita.

Caden è innegabilmente sexy, un uomo cresciuto solo con le sue forze, che si è fatto da solo, e che non è affatto contento di ciò che vede riflesso allo specchio, ma nonostante questo non può essere diverso da ciò che la vita l’ha costretto a diventare.

Il loro primo incontro sarà imprevedibile, sarà bollente, sarà tutto fuorché scontato, sarà esattamente come non ve lo sareste mai aspettate, e sarà proprio questo a incuriosirvi, l’ignoto, il non sapere come uno come Caden possa riuscire a conquistare una come Rose.

Quello che vivremo in questa storia, è una passione profonda, un andirivieni di momenti in cui la temperatura salirà a dismisura, e se Violet troppo spesso lasciava a Ryder il timone delle sue emozioni, qui la piccola Rose, il più delle volte sa esattamente cosa vuole e come ottenerlo, e non troverete mai un Caden restio a darle ciò che brama.

Ma la passione, se va di pari passo con i sentimenti, diventa inesorabilmente Amore Vero, di quelli che ti fanno battere il cuore, che ti fanno mancare il respiro, che ti fanno brillare gli occhi, un amore che ti fa commettere pazzie, che ti rende imprudente e assolutamente vulnerabile.

So che non ti merito. Non sono abbastanza per te. Mi hai già detto che odi sentirmelo dire, ma è la verità. Non sono una brava persona. Mi fai venire voglia di essere buono, solo per te, ma so che non basta. Ho fatto troppi errori nella vita, e non credo che potrai mai perdonarmeli. Forse mi hai sempre visto come l’uomo che hai voluto vedere. L’uomo che tiene a te e che non ti farebbe mai del male.

Sono troppo marcio per essere salvato da te, Ro. Odio ammetterlo. Ma devo essere sincero.

Rose e Caden diventeranno ben presto dipendenti l’uno dall’altra, ma il passato che li tormenta, e la paura del futuro li porteranno a un bivio, dove tutto quello che conta passa attraverso la consapevolezza di essere migliori di ciò che credono e di meritare un lieto fine nonostante tutto.

Ritroveremo anche Lily, in veste di sorella maggiore a tutti gli effetti. Non nego che ho apprezzato molto il suo personaggio, mentre mi è scaduto un po’ quello di Violet, le sue interazioni con la sorella sono spesso volte a sminuirla, avrei voluto che dopo quello che aveva passato nella sua vita riuscisse a essere un po’ più materna. Nonostante questo, siate felici perché il suo fidanzato, il nostro Ryder, saprà dire al momento giusto l’unica frase che conta davvero.

Sono sempre stata un’assidua sostenitrice delle anime gemelle, quelle che sono inesorabilmente destinate a trovarsi, ma devo dire a discapito purtroppo di questo romanzo, che soprattutto per dove si svolge, almeno la prima parte della storia, ho trovato questo particolare un po’ forzato, è davvero l’unico neo che gli ha fatto perdere qualcosina rispetto al precedente.

La Murphy scrive in modo impeccabile, i suoi personaggi riescono a risultare vivi, ben caratterizzati e quello che nei loro dialoghi presi singolarmente può sembrare forzato, nell’insieme è perfettamente sensato. Dove una Rose sussurra parole sconce, troverete un Caden che la stringe nel più tenero degli abbracci e viceversa, in un turbinio di emozioni che vi renderanno questa lettura davvero piacevole.

Insomma, sembra proprio che per ogni sorella Fowler ci sia in agguato un cattivo ragazzo da far innamorare, e che siano destinate a quegli amori sulla carta perdenti che invece diventano la scommessa più azzeccata. Inutile dirvi che non ci resta che aspettare che arrivi Lily a smuovere di nuovo la scena. Per lei che da tutti viene vista come la pecora nera della famiglia è forse arrivato il momento di trovare quell’angelo che saprà salvarla dalla sua oscurità, o magari conoscendola, quel diavolo con cui danzare in barba ad ogni apparente protocollo per tutta la vita?

Non ci resta che sperare che la Newton Compton Editori sia così clemente da non lasciarci troppo tempo senza le sorelle Fowler!!!

Mi hai rubato il cuore, Ro.

Ti sei fatta strada, dritta al petto, e hai preso il mio cuore, come se dovesse essere tuo.

A cura di :

 

 

 

 

 

 

 

Recensione in Anteprima: “Rose” di Monica Murphy (The Fowler Sisters Series #2)
5 su 2 voti

      Si dice che per il figlio minore sia tutto più facile, ma è una bugia. Diversamente dalle mie sorelle non sarò mai notata per i miei successi. Lavoro sodo alla Fleur Cosmetics e non conto niente. Ma da quando ho messo al collo quel meraviglioso diamante le cose sono cambiate: stavolta è il mio turno di dire di no a mio padre, di risaltare sulle mie sorelle e di prendermi l’uomo che desidero. Quello che per la prima volta mi fa sentire libera. Non merito il suo amore. Non merito lei. Ma farò tutto quello che posso…

Score

Voto Chicca 4

Voto Utenti : 4.8 ( 1 voti)

Lady Arya

Lady Arya

Blogger presso RFS

x

Check Also

Recensione: “I figli di Danu – Il Richiamo” di Melissa Pratelli (I figli di Danu #1)

  Penelope Lee Johnson e una ragazza di 16 anni che, a ...

error: Contenuti di proprietà di RFS