Home / Recensione libri / Made in Italy / Recensione in anteprima: “Non chiamarmi dolcezza” di Rossella Gallotti (Spin Off di Lo Scrigno di Sam)

Recensione in anteprima: “Non chiamarmi dolcezza” di Rossella Gallotti (Spin Off di Lo Scrigno di Sam)

Clare Thomas è un agente del B.A.U. davvero in gamba. È una donna forte, risoluta, sicura di sé e di ciò che vuole nella sua vita: niente complicazioni. Ama la sua routine, detesta i cambiamenti e le sorprese perché non le può controllare, adora la sua vita così com’è.

Gli uomini? Un delizioso passatempo cui dedicare attenzione, giusto per quella manciata di ore in cui ha voglia di rilassarsi e divertirsi. Nessuna relazione, nessuna preoccupazione. E soprattutto mai mischiare lavoro e piacere. I coinvolgimenti sono pericolosi. Su questa regola non transige.

Dylan Parker è un detective della polizia di New York. Chiede l’intervento del B.A.U. per catturare un pirata della strada che miete vittime a Manhattan, nel territorio di competenza del suo distretto. Dylan è incredibilmente bello e prestante, esattamente il tipo d’uomo che accende la curiosità di Clare. Per lei, però, il lavoro viene prima di tutto. Chiuso il caso, solo per una volta, si concederà qualche ora bollente con il bel detective. 

Non sarà così semplice però rispettare questa sua regola perché l’attrazione che li coinvolge dal primo incontro è difficile da ignorare. Se Clare, lotta contro se stessa per rispettare la sua convinzione, Dylan la provoca, perché non ha alcuna intenzione di sprecare tempo. La vuole. Il prima possibile. E assolutamente non concepisce l’accontentarsi di poche ore condivise.

Indagini, azioni sul campo, rivelazioni inaspettate, momenti bollenti di attrazione incontrollabile. È ciò che vivranno i due protagonisti in un braccio di ferro dove la risolutezza di Clare vacillerà e nuove emozioni mai provate prima, mineranno la tranquillità della sua routine.

Chi vincerà il piccante braccio di ferro? Che cosa succederà al termine delle indagini? 
Clare riuscirà a mantenere la sua vita lontano dalle complicazioni e ancorata alla sua routine?

Spin-off di Lo Scrigno di Sam il romanzo è conclusivo, ma contiene NUMEROSI E IMPORTANTI SPOILER DI LO SCRIGNO DI SAM. Se ne suggerisce la lettura, esclusivamente dopo aver letto il romanzo principale.

Il romanzo contiene alcune scene di sesso esplicito.

Non chiamarmi Dolcezza è un romanzo autoconclusivo di Rossella Gallotti, spin-off de Lo scrigno di Sam. Si consiglia di non leggerlo prima del precedente, perché contiene alcuni spoiler che guasterebbero il piacere della lettura e anche il finale, ovviamente!

Mi attirava molto questo libro (no, non è una novella) su Clare, perché lei mi aveva già incuriosito nel volume precedente. Il suo carattere forte, così sicura di sé non solo nel lavoro, ma anche nella vita, mi aveva conquistato. Quale donna, anche solo ogni tanto, non vorrebbe sentirsi come lei? Avere tutto sotto controllo, senza coinvolgimenti o sorprese, perché qualcosa di più profondo potrebbe farti perdere la bussola, l’attenzione, e farti ritrovare con una pallottola in corpo e metri sotto terra.

L’autrice non mi ha deluso nemmeno questa volta nella caratterizzazione dei personaggi, sempre molto complessa anche nelle descrizioni. Trovo interessante leggere entrambi i punti di vista. L’unica pecca, come nello scorso volume, è per i dettagli come refusi e virgole non sempre nel posto giusto (anche se ho notato un bel miglioramento rispetto al libro precedente). Questa la motivazione per non aver dato un giudizio del tutto positivo.

Non è sano provare emozioni così intense, non può esserlo. Come può far bene sentirsi consumati dal desiderio in questo modo? Come può non esistere più nulla tranne lui e pensare di continuare a stare bene senza di lui?
Scaccio questi pensieri dalla mia mente. Non ci voglio pensare. Non ora.

Nonostante i molti capitoli, è come se il libro fosse diviso in due parti. La prima in cui Clare e Dylan si conoscono e lui cerca di farla capitolare prima del tempo, e quello che lei stessa si è imposta: ovvero la fine delle indagini sul caso in corso. La seconda, in cui si ritrovano a compiere un percorso che li troverà sempre in contrasto e pronti a sfidarsi su molti fronti. L’attrazione, il desiderio, e il bisogno reciproco sono il vero filo conduttore del libro, sia dalla parte di Clare, sia da quella di Dylan. Ma riuscirà lui alla fine a farla capitolare?

Sei il paradiso, donna. Lo sai, vero? Un paradiso di fuoco” ansima afferrandomi per i capelli e posando la fronte contro la mia. I nostri sguardi sono legati ora. Una bruciante passione lampeggia nelle sue iridi blu. Non ho più saliva in bocca né aria nei polmoni.

Se nella prima parte del libro pensavo di aver evitato l’angoscia (sentimento preponderante che mi ha accompagnato nella lettura de Lo scrigno di Sam, la storia fra Sam e Alessia), nella seconda ci sono ricaduta come in un buco nero. Una lettura emozionante, anche se a volte ho alzato il sopracciglio perché, da lettrice e tenendo a Clare, avrei preferito che alcune scene si fossero svolte diversamente o non fossero accadute affatto. Dylan poteva evitare alcune uscite infelici, o erezioni indesiderate. L’autrice ha voluto però snodarsi lungo queste strade impervie, quindi ho letto ogni parola con angoscia e qualche lacrima qua e là. Continuerò ad adorare Clare e il suo modo di reagire alle avversità che la vita le rovescia addosso.

La storia è arricchita da flashback su Lo scrigno di Sam, ma anche sulla vita sia di Claire sia di Dylan. Tutti molto interessanti per riuscire a comprendere il loro carattere e ciò che vorrebbero dalla vita.

L’immagine finale del libro della conversazione su WhatsApp è fantastica!

Ho preferito non svelarvi nulla di ciò che accade realmente fra le pagine, ma soltanto i miei pensieri, le impressioni e le emozioni. Posso solo consigliarvi di leggerlo e scoprire l’intera trama, così come il precedente.

Poi fatemi sapere se ogni tanto Dylan non si sarebbe meritato un bel calcione nel sedere!

A cura di:

Clare Thomas è un agente del B.A.U. davvero in gamba. È una donna forte, risoluta, sicura di sé e di ciò che vuole nella sua vita: niente complicazioni. Ama la sua routine, detesta i cambiamenti e le sorprese perché non le può controllare, adora la sua vita così com’è. Gli uomini? Un delizioso passatempo cui dedicare attenzione, giusto per quella manciata di ore in cui ha voglia di rilassarsi e divertirsi. Nessuna relazione, nessuna preoccupazione. E soprattutto mai mischiare lavoro e piacere. I coinvolgimenti sono pericolosi. Su questa regola non transige. Dylan Parker è un detective della polizia di New…

Score

Voto Nivienne 4

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Recensione: “La dodicesima clessidra” di Isabella Vinci

Titolo: La dodicesima clessidra Autore: Isabella Vinci Genere: Paranormal Romance Editore: Lettere ...