Da non perdere
Home / Made in Italy autori italiani famosi ed emergenti / Recensione in Anteprima: “L’importanza di chiamarti amore” di Anna Premoli

Recensione in Anteprima: “L’importanza di chiamarti amore” di Anna Premoli

Trama rosa

Giada sa bene di essere una ragazza dal carattere piuttosto difficile, quindi non si stupisce affatto di trovarsi in una fase della propria vita nella quale non va d’accordo quasi con nessuno: con il suo ragazzo storico la situazione è appesa a un filo e del rapporto con i suoi genitori… meglio non parlare. Ma Giada ha un obiettivo ben preciso: laurearsi con il massimo dei voti e il prima possibile. Il resto dei problemi può passare in secondo piano. Così credeva, almeno finché lo stage presso una prestigiosa società di consulenza di Milano non la mette di fronte a quello che per lei è sempre stato il prototipo dei ragazzi da evitare come la peste: Ariberto Castelli, fiero rappresentante del partito delle camicie su misura e dei pullover firmati. E tra loro c’è un precedente molto imbarazzante che potrebbe crearle qualche complicazione che non aveva assolutamente messo in conto…

Recensione in anteprima Rosa

Quanto ci si sbaglia a giudicare un libro dalla sua copertina… almeno tanto quanto etichettarlo dalle prime pagine! “L’importanza di chiamarti amore” è un romanzo che parte in sordina, montando dentro come un uragano al quale faticherete a sottrarvi, una tempesta tropicale dei sentimenti che stordisce e ammalia, obbligandovi a non staccare gli occhi dalle pagine sino all’ultima parola.
Tutto ha inizio in un’assolata Milano, ancora assonnata dal recente inverno; la città si stiracchia come un gatto sonnecchioso, muovendo i cuscinetti e presentandoci Giada. La nostra protagonista è ciò di più diverso da un’eroina romantica possa esistere! Scontrosa, ironica e altamente caustica, è il classico peperino inavvicinabile e che, per queste peculiarità, difficilmente viene notato dal genere maschile. Eppure un giorno il filo della sua esistenza viene ingarbugliato a quello di “Ari” (Ariberto Castelli “Vien-dal-mare” come è solita sbeffeggiarlo), un ragazzo semplicemente fantastico: bello, attraente, intelligente e infinitamente sensibile. Giada le prova tutte per odiarlo, o almeno per non farselo piacere, appioppandogli addirittura il discutibile soprannome “Berta”, nomignolo che avrebbe fatto impallidire anche un astro del firmamento… ma non lui!
Eppure Ari non desiste, e quando i loro spazi vitali entrano troppo in contatto a causa di uno stage nella stessa azienda… le cose precipitano!

Oddio, io detesto la gente carina! Specialmente quella che lo è quasi senza rendersene conto, come se fosse radicato in modo del tutto naturale dentro di loro. Mi mette terribilmente a disagio. Perché io invece non lo sono. Per niente. Sono anzi naturalmente scorbutica.”

Ma gli opposti si attraggono, e Ari è l’unico in grado di suonare le giuste corde dell’anima di Giada.
L’amore non scherza, e quando arriva spazza via ogni certezza, fa vacillare e sconcerta e infatti la ragazza ne è turbata. Non è pronta, o forse è solo la paura di essere felice con qualcuno così diverso da lei a tormentarla?
La Premoli riesce con la sua penna inimitabile a descrivere dei personaggi freschi e controcorrente, caratterizzandone la psicologia fin nei minimi dettagli. A tratti pare di dialogare con loro e di condividere le loro vivide emozioni, abbracciandone le problematiche e sospirando ai loro baci.
Giada è un’antieroina moderna; una giovane con la testa sulle spalle e una spiccata ironia, maschera dietro alla quale cela un animo fragile.
Berta ha lo charme dell’alta società, ma il fascino del ragazzo della porta accanto. Ha il cuore di un principe senza macchia e senza paura, ma non è altrettanto stucchevole. Insomma, devo confessarvi di essermi letteralmente innamorata di questo personaggio, così diverso dai bad boy ai quali siamo abituate da qualche tempo!
La scrittura di questa autrice, ormai affermata, è cresciuta con le sue opere, divenendo decisamente matura e assolutamente degna di gareggiare con le migliori penne del panorama internazionale, facendoci guardare con speranza al nostro meraviglioso made in Italy.
Mi mancano addirittura le parole per descrivere questo colorato romanzo, per nulla banale e mai scontato, dove la solita coppia di cliché sembra invertirsi i ruoli donando freschezza e vitalità alla storia.
Assolutamente consigliato, una lettura che non può di certo mancare nelle librerie delle amanti del genere romantico!

Fiamme-Sensualità-Medio NUOVA

Recensione a cura di:

Fruttina89

Editing a cura di:

Pandora

Acquistabile qui

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

x

Check Also

Raffaella Spano

Novità in Uscita: “Andrew: Il prologo” di Raffaella Spano (rapita #4)

    Titolo: Andrew: Il prologo (Rapita #4) Autore: Raffaella Spano Genere: ...

error: Contenuti di proprietà di RFS