Da non perdere
Home / Made in Italy autori italiani famosi ed emergenti / Recensione in Anteprima: “Ciliegio in fiore” di Nora Noir

Recensione in Anteprima: “Ciliegio in fiore” di Nora Noir

Trama

Beatrice lavora nell’ufficio stampa di una multinazionale giapponese. È forte, attraente e determinata, forse anche troppo, ma tutte le sue certezze crollano quando una sera, rincasando prima dal lavoro, trova il suo compagno a letto con un’altra. L’episodio la costringe a guardarsi dentro: la sua vita ha bisogno di un cambiamento. Netto. Il volantino, visto per caso sulla bacheca dell’azienda, che invita a provare un “Corso di Geisha”, sembra essere l’inizio di questo viaggio interiore… e non solo! Beatrice incontra Alessandro e tra cerimonie del tè, passeggiate tra le vie illuminate per il Natale e kimono un po’ troppo stretti, la sua femminilità inizia a sbocciare prepotente e sensuale, come un ciliegio in fiore. Dalla mente e dal cuore di un’autrice che racconta l’erotismo in modo elegante e profondo, un romanzo di grandi passioni e forti sentimenti.

Recensione

Rimanere affascinati dall’Oriente può cambiare la vita in meglio, ecco la morale di questa bella favola contemporanea. Il romanzo di Nora Noir ci presenta un singolare scorcio di Giappone nella Milano tutta italiana e ci fa sognare a occhi aperti una dimensione diversa, dove una donna – se vuole – può frequentare un corso e diventare geisha, così da modificare radicalmente il corso della sua vita. La nostra protagonista si trova alle prese con una situazione sentimentale disastrosa, ma un volantino stravolgerà le carte in tavola e le riserverà parecchie sorprese, non ultima l’amore.
Appena ho iniziato a leggere questo romanzo ho pensato: “Lo farei volentieri anche io un corso per diventare geisha”. Non vi fate ingannare dalla parola, in realtà si nasconde ben più di quanto comunemente si pensi. Una geisha deve prima di tutto conoscere un’arte difficile: educare se stessa alla vita. Facile? Difficile? Molte donne non riuscirebbero, ma Sakura è decisa ad arrivare fino in fondo e provare a se stessa che in fondo i disastri non vengono sempre per nuocere.
Cosa ho amato particolarmente di questo romanzo breve? È vero, i riferimenti al Giappone sono tremendamente suggestivi e riescono a coinvolgere nella lettura, ma mi ha colpito soprattutto il senso di ricerca che l’autrice trasmette. Beatrice cerca se stessa e il suo posto nel mondo, un po’ come chiunque di noi. Vorremmo che qualcuno ci guidasse e dicesse: “È lì che devi stare, fai così e tutto andrà bene”. Le ricette facili non esistono e lo dimostra anche questo romanzo. Ci vuole impegno, disciplina, volontà e coraggio per ritrovarsi. E chissà… quando la vita ti volta le spalle, gli incontri più strani sono quelli che potrebbero avere un senso. Come dice la filosofia giapponese: niente avviene per caso e ciò che ci capita ha un motivo.

«E infine, le ultime tre sono qui perché hanno capito che la loro vita così com’è ha qualcosa che non funziona, che non è andata secondo le aspettative, e sono pronte a mettersi in discussione, a ripartire da zero, a cercare un qualcosa che non sanno definire».

Secondo particolare che mi ha appassionata: l’amore. Beatrice vuole amare, ma ancora di più, cerca disperatamente qualcuno che la ami. E non perché non sia autosufficiente, ma perché in fondo a se stessa sa che l’amore è una componente fondamentale per sentirsi completi e sta cercando l’altra metà. Be’, è complesso: gli uomini tradiscono, ingannano, mentono e si inventano scuse terribili, perciò Sakura ha quasi perso la speranza. Poi, però, qualcosa accade e arriva anche lui.
Esiste quel “qualcuno” che può avvicinarsi a noi ed entrare nelle dinamiche dei cambiamenti che avvengono veloci e possono turbarci. A Bea succede, nel momento più inaspettato conosce un uomo e il corso da geisha finalmente le darà gli strumenti per conquistarlo. Come? Forse la scrittrice vi potrà dare qualche dritta in merito, perciò leggete il romanzo, io ne ho tratto insegnamento, magari riuscirò a conquistare un uomo con le direttive di Ume-san. Mai sottovalutare una geisha! Anche la cerimonia del tè ha un suo perché.

Ho scoperto che essere sereni e in pace con se stessi ti regala anche il fantastico sentimento di non gioire delle disgrazie degli altri. Anche di chi ti ha fatto molto, molto male.

Non è il primo scritto di Nora Noir che leggo. Dopo Candy Apple e Minorca mi amor, posso dire che Ciliegio in fiore mi conferma cosa avevo pensato di questa autrice: una penna di talento e soprattutto uno stile capace di colpire per la freschezza e l’accuratezza. A tratti riesce a trasmettere l’intensità delle emozioni, a tratti invece si distingue per la semplicità con la quale è in grado di far diventare un personaggio una semplice persona, da amare e con cui condividere pagine.
Perciò vi consiglio Nora Noir in tutte le salse. Una scrittrice in gamba si distingue anche per la capacità con la quale cambia soggetti, crea situazioni, evoca nuovi istanti sempre diversi in cui è fattibile ritrovarsi. Io non so se esista o meno un corso per diventare geisha a Milano, però l’idea che ha avuto la scrittrice si è trasformata subito in realtà, travolgendomi con la sua quotidiana possibilità. Perché no, dice il lettore mentre legge, in fondo potrebbe succedere. A me è successo di innamorarmi di questa autrice e di volerla seguire nelle sue pubblicazioni.

Come dice una poesia che avevo letto da ragazzina, «ciò che è effimero sfiora la perfezione».

Fiamme Sensualità hot

Recensione a cura di:

Malia-firma

Editing a cura di:

Firma Rubina

Recensione in Anteprima: “Ciliegio in fiore” di Nora Noir
5 su 5 voti

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

x

Check Also

Non so se odiarti o amarti, di Corinne Savarese e Lidia Ottelli

  In uscita il 30 Luglio 2017     Il colpo di ...

error: Contenuti di proprietà di RFS