Home / Recensione in Anteprima / Recensione in anteprima: “Black Dog Blues” di Rhys Ford

Recensione in anteprima: “Black Dog Blues” di Rhys Ford

L’elfo reietto Kai Gracen è convinto di aver esaurito il suo karma positivo quando uno Stalker umano vince la partita di poker in cui Kai è stato messo in palio e lo prende con sé. In seguito alla violenta fusione tra la Terra e l’Underhill, la razza umana e quella elfica si ritrovano a vivere in un mondo caotico e infestato da mostri, e gli Stalker sono gli unici disposti ad accorrere quando all’orizzonte si profilano oscure minacce. Anche se difficile, quella dello Stalker è una vita che Kai ama: buone ricompense, qualche amico e, soprattutto, è priva di altri elfi che possano ricordargli il suo passato. E poi uccidere i mostri è facile, specialmente perché anche lui è un mostro. Quando un signore dei sidhe di nome Ryder arriva a San Diego, a Kai viene affidato un incarico per la nuova Corte dell’alba. Sulla carta si tratta di una semplice spedizione lungo la costa durante la stagione degli amori dei draghi, allo scopo di salvare una donna umana incinta. Facile, veloce e, cosa più importante, remunerativo. Tuttavia Kai si trova invischiato in una faida familiare all’ultimo sangue dalla quale non ha alcuna speranza di sottrarsi. Nessuno si è mai arricchito facendo lo Stalker. Anzi, pochi di loro arrivano alla vecchiaia, e sembra che Kai non farà eccezione.

L’ultima volta che mi ero trovato davanti un altro sidhe mi ero sentito un po’ a disagio. Tutto quello che avevo sentito dire sul fremito dei sidhe quando si incontravano, sul canto del sangue della nostra razza e sul bruciante desiderio di toccarci era vero. Lui mi provocava un tremore e un desiderio maggiori di quelli che mi provocava Dalia. Maggiori di quelli che qualsiasi prostituta mi avesse mai provocato. Volevo strisciare nella sua bocca, lungo il suo corpo, e persino sotto la sua pelle. Se non avessi già deciso che lo odiavo non appena l’avevo visto, forse l’avrei fatto. “Sì?” ripetei, appoggiandomi la canna del fucile contro la spalla nuda. Tritone era dietro di me, una minuscola sentinella di pelliccia e denti. Non avevo molta fiducia nelle sue capacità di lottatore, ma quel gesto mi avrebbe scaldato il cuore, se solo non fossi stato convinto che stava solo aspettando che uno di noi due cadesse a terra morto in modo da potergli divorare gli occhi. Le parole che lui pronunciò subito dopo mi avrebbero fatto vomitare, se avessi avuto ancora qualcosa nello stomaco. Erano puro oro liquido, ribattuto in maniera morbida e ondulata. Non sentivo il linguaggio elfico da una vita e ormai non lo ricordavo quasi più. Forse sarei stato in grado di pronunciare qualche parola, ma oltre a ciò non capivo niente di quanto stava dicendo il signore dei sidhe. I ricordi, però… sentire di nuovo quella lingua mi diede la nausea e avrei voluto sbattergli la porta in faccia; avrei fatto qualsiasi cosa per scacciare le immagini che mi ossessionavano.”

Il mondo fatato degli elfi e di alcune creature magiche feroci, si è fuso completamente con il mondo umano. Questo ha cambiato l’aspetto della terra, ora esistono luoghi in cui, draghi e creature fantastiche scorazzano liberamente. Cani dall’aspetto infernale, sfuggiti alle mute dei loro padroni elfi assalgono a volte paesi e città, e i vari governi della terra sono così ridotti a dover pagare gli Stalker uomini e donne in grado di ucciderli, compensandoli per ogni pelle riportata. Kai Grancen è l’unico elfo Stalker, nessuno sa di preciso da quale Corte elfica provenga, e lui non parla mai del suo passato. Da giovanissimo è stato vinto a carte da Dempsey, uno Stalker che l’ha allevato e gli ha insegnato la Caccia. Umani ed elfi, quando i loro mondi si sono scontrati, hanno ingaggiato una guerra sanguinaria che ha fatto migliaia di morti, ora sono in pace, ma la convivenza non è sempre facile. A San Diego, un Signore Sidhe ha creato una Corte dell’Alba, e richiede i servizi di Kai per una missione, in cui la capacità di sopravvivere nei territori dei Draghi è indispensabile.

Ryder, il Signore della Corte, è intrigato da Kai; nessun elfo vive lontano dai suoi simili, fra di loro esiste come un canto del sangue, un intrinseco desiderio di toccarsi. Per questo, la curiosità di conoscere la sua origine non gli dà pace, così come l’attrazione che da subito prova per Kai. La missione appare semplice e breve, la ricompensa enorme, ma Kai vi rinuncerebbe volentieri, entrare in contatto con gente della sua razza lo spaventa, troppo orribili sono i suoi ricordi. Ma il rifiutare questa missione non è previsto, la sua licenza come Stalker potrebbe essere ritirata. E Kai, suo malgrado, si trova in viaggio con l’affascinante Signore Sidhe, verso una città elfica, per prendere in consegna una donna umana giunta alla fine di una gravidanza, che potrebbe sconvolgere il mondo elfico fino alle fondamenta. Ma qualcuno è disposto a tutto perché questo non avvenga e Kai si troverà ancora una volta di fronte alla magia che ha reso la sua vita una tortura continua. Il passato che credeva di essersi lasciato alle spalle lo ha ritrovato e il giovane elfo dovrà lottare con tutte le sue forze per riuscire a sopravvivere.

Quello che va sicuramente rimarcato è che questo primo libro, decisamente particolare, non è un erotico, e anche la definizione M/M non è propriamente corretta. Questo è un fantasy, pieno di magia e creature fantastiche, che ci porta in un mondo stravolto da una fusione fra il mondo Underhill e quello della Terra, il come e il perché al momento non è ben specificato. In questo primo capitolo della serie, non esiste una vera e propria storia d’amore, Ryder e Kay si scambiano poco più di un bacio, e le preferenze sessuali del nostro giovane elfo sono assolutamente bisessuali: anzi, in una specifica frase si prospetta anche un possibile menage con Alexa, la cugina di Ryder, che non fa nessun mistero di trovare lo Stalker assolutamente di suo gusto, ma il tutto rimane a divenire. La trama è varia e piacevole, c’è molta azione, e i personaggi sono davvero ben descritti e interessanti. A mano a mano che scopriamo parti del passato di Kay saremo sopraffatti dal male che gli è stato fatto, e l’ultima parte ci regalerà una lotta senza respiro. Il mondo Underhill ci appare pieno di crudeltà e antichi preconcetti. Gli elfi vivono centinaia d’anni ma stanno perdendo terreno, la loro scarsa capacità di procreare li sta portando all’estinzione. Ryder intende impedirlo ma per farlo deve andare contro le credenze secolari della sua gente.

L’avere aiutato Kay gli ha regalato un nemico oscuro e potente che non si fermerà di fronte a nulla per riavere ciò che ritiene il suo personale giocattolo.

Se entrare in questo nuovo mondo è leggermente macchinoso, una volta superato il primo impatto la permanenza è davvero piacevole. Un fantasy originale, bei personaggi e una storia che promette risvolti interessanti. Non il libro che mi sarei aspettata, ma una gran bella sorpresa.

A cura di:

A cura di:

Recensione in anteprima: “Black Dog Blues” di Rhys Ford
Vota qui L\'articolo.

L’elfo reietto Kai Gracen è convinto di aver esaurito il suo karma positivo quando uno Stalker umano vince la partita di poker in cui Kai è stato messo in palio e lo prende con sé. In seguito alla violenta fusione tra la Terra e l’Underhill, la razza umana e quella elfica si ritrovano a vivere in un mondo caotico e infestato da mostri, e gli Stalker sono gli unici disposti ad accorrere quando all’orizzonte si profilano oscure minacce. Anche se difficile, quella dello Stalker è una vita che Kai ama: buone ricompense, qualche amico e, soprattutto, è priva di altri elfi…

Score

Voto Lucia63 4,5

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito.
Mi piace leggere e grazie a quest’amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri… e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest’ultimi come linee guida non come verità assolute…

x

Check Also

Recensione “Fuoco E Fiamme” di Abigail Roux (Serie Armi E Bagagli #9)

Sono passati cinque anni da quando gli Agenti Speciali Ty Grady e ...

error: Contenuti di proprietà di RFS