Home » Recensione libri » Recensione: “Alaska La Resa Dei Conti – Serie: Evelyn Talbot #3” di Brenda Novak

Recensione: “Alaska La Resa Dei Conti – Serie: Evelyn Talbot #3” di Brenda Novak

«La paura non può impedirmi di vivere la mia vita»: è quello che si ripete ogni giorno la psichiatra Evelyn Talbot, soprattutto da quando si è trasferita ad Hanover House, la clinica di massima sicurezza in mezzo ai ghiacci dell’Alaska, dove studia le menti dei più efferati serial killer. Chi meglio di lei può guardare il male dritto negli occhi, dopo essere sopravvissuta alle torture di Jasper, il ragazzo che a sedici anni l’ha ridotta in fin di vita, sfuggendo poi a ogni tentativo di cattura? Adesso, a quarant’anni, si sente pronta a realizzare il sogno di avere un figlio con il suo compagno, l’affascinante sergente Amarok. Ma la gravidanza non arriva e nel frattempo, nei dintorni della clinica, cominciano a succedere fatti inquietanti. Una turista è scomparsa durante una bufera di neve, e quando Amarok giunge allo chalet ha subito un pessimo presentimento: la porta del capanno della legna è stata fatta a pezzi con un’ascia. I sospetti cadono sul fidanzato della ragazza, ma quando dalla neve riemerge non un cadavere di donna, bensì due, Amarok inizia a temere che ci sia in giro qualcuno di molto più pericoloso. Qualcuno con lo stesso modus operandi di Jasper. Molti anni prima Evelyn si era fatta una promessa: non essere mai più una vittima. Ma è davvero possibile sopravvivere due volte alla furia di un killer?

Parliamo del terzo e ultimo capitolo della Trilogia Alaska, che vede come protagonista Evelyn Talbot che, reduce da un trauma subito ad appena 16 anni, come ben sappiamo ha scelto l’Alaska per far costruire il carcere di massima sicurezza Hanover House.
Andy Smith è la nuova guardia carceraria che, “ironia della sorte”, si è trovato al momento giusto nel posto giusto e che le ha salvato la vita quando Lyman Bishop ha fatto irruzione in casa sua con l’intento di vendicarsi della dottoressa per averle portato via sua sorella.
Nonostante Evelyn riconosca di dovergli la vita, non riesce proprio a farsi andare a genio Andy Smith, c’è qualcosa di sinistro in quell’uomo, diciamo che in sua presenza una forte sensazione di disagio e pelle d’oca si impossessa di lei.
Amarok insiste nel capire se Evelyn lo ama così tanto da decidere di restare in Alaska per sempre o se farà come sua madre e lo abbandonerà da un giorno all’altro.
Dal momento che numerosi omicidi portano a pensare che Jasper Moore sia in Alaska, Evelyn è molto stressata e sotto pressione, pertanto Amarok decide di far venire Brianna, sorella di Evelyn, perché possa farle un po’ di compagnia nelle lunghe notti in cui lui sarà fuori a indagare.
Purtroppo la cosa funziona solo in parte, Brianna è in piena crisi poiché l’uomo che ama e che doveva sposare, l’ha lasciata per un’altra donna, oltre a ciò ha anche scoperto di essere incinta.
Uniamo tutte queste cose a una lite furibonda tra sorelle, a un incontro “casuale” tra Brianna e Andy e…
Non spoilero altro, vi consiglio di leggere questo libro molto attentamente per vedere finalmente il cerchio che si chiude, per collegare gli omicidi, collocare i vari personaggi e soprattutto…
Jasper Moore è realmente in Alaska per vendicarsi della fuga di Evelyn di vent’anni prima o si tratta di un emulatore?

1. Alaska
2. Hanover House
3. Alaska la resa dei conti

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “Unsteady” di F. Sally D.

Titolo: Unsteady Autore: F. Sally D. Genere: Contemporary Romance Pagine: 350 Volume: Autoconclusivo ...