Da non perdere
Home / Otaku per passione / Recensione “Hiiro no Kakera”

Recensione “Hiiro no Kakera”

 

Benvenuti carissime fenici. Oggi vorrei proporvi la recensione di  Hiiro no Kakera

L’avete visto? Cosa ne pensate?

 

Hiiro no Kakera

Titolo originale: Hiiro no Kakera

Titolo inglese: Scarlet Fragment

Titolo Kanji: 緋色の欠片 玉依姫奇譚

Nazionalità: Giappone

Categoria: Serie TV

Genere: Magia,  Reverse-Harem,  Scolastico,  Sentimentale,  Soprannaturale

Anno: 2012

Stagioni: 2

Episodi prima stagione: 13

Episodi seconda stagione: 13

Stato in patria: completato

Stato in Italia: Doppiaggio inedito

Disponibilità: sottotitoli tramite fan sub

 

Lei scopre di essere la discendente di una principessa con grandi poteri magici, e si ritrova ad essere affiancata da un gruppo di ragazzi stupendi pronti a proteggerla.

I personaggi sarebbero perfetti per una bellissima storia d’amore, ma come è giusto che sia dato il tipo di anime, si segue principalmente il filone della battaglia contro i cattivi….

Konnichiva cari lettori,

quest’oggi vi parlerò di Hiiro no Kakera  un anime amabilissimo. La storia è ambientata in un paesino di campagna in Giappone ai tempi nostri, e spesso vedremo i protagonisti vestiti con abiti della tradizione giapponese, poiché la storia è incentrata all’interno di un antico tempio. Paesaggi caratteristici della campagna ed immensi boschi con laghi e montagne all’orizzonte faranno da sfondo, tutta questa bellezza ahimé nasconde tante strane creature, alcune pericolose più di altre.

 

La protagonista si trasferisce dalla nonna che è in realtà una sacerdotessa dotata di straordinari poteri magici ed è la guardiana del tempio, nonché la reincarnazione della principessa Tamayori. Nell’antichità questa principessa sconfisse un grande male e le sue discendenti, fra cui la giovane Tamaki , sono le guardiane di alcuni sigilli che tengono imprigionata una potente spada che potrebbe distruggere per sempre il mondo.

 

Principessa Tamayory

 

Tamaki è all’oscuro di questo insolito destino. Frequenterà una scuola come tutte le sue coetanea ma avrà affianco a lei dei ragazzi abili nelle arti marziali. Nel destino di questi cinque ragazzi, la loro esistenza è legata a proteggere la discendente della principessa Tamayory e proteggere i sigilli dalle forze oscure.

 

 

Qui nella foto ci sono i 5 guardiani. Il primo a sinistra sarà un personaggio misterioso e ambiguo, scoprirete da che parte sta solo verso la fine.

 

 

I cinque ovviamente sono anche molto belli (trovarne così tutti insieme già di per sé lo trovo straordinario), coraggiosi, pieni di grinta e carisma. Faranno di tutto per compiere il loro dovere. All’inizio non accettano di buon grado il dover seguire questa sconosciuta ragazza che non sa niente del loro mondo, anzi spesso metterà a rischio la sua vita, incurante del pericolo.  Le cose miglioreranno quando anche lei accetterà la sua nuova condizione e non sentendosi da meno dei suoi compagni, indagherà e cercherà di far riaffiorare i suoi poteri sopiti per poter essere utile alla causa e diventare la vera Principessa Tamayori.

 

I Logos entreranno presto in scena e cercheranno in tutti i modi di sconfiggere i guardiani. Il loro obiettivo è impossessarsi dei manufatti nascosti all’interno della foresta e poi rompere il sigillo che tiene prigioniera la leggendaria spada Onikirimaru. All’interno di essa si trova il male assoluto ed è un’arma micidiale per chi riuscirà ad impugnarla.

La prima serie è incentrata più sulla conoscenza dei vari protagonisti ed in cosa consiste essere un guardiano ed una Principessa Tamayory, indi non vedrete scene d’amore o troppi sentimentalismi ma apre le porte per la seconda serie che diventerà più drammatica e sicuramente farà breccia nei cuori dei più romantici.

Nella seconda serie i cattivi saranno sempre più spietati, la fiducia verrà a mancare e Tamaki scoprirà finalmente chi è. Lei ricorderà la vita della Principessa Tamayori di come sconfisse l’Onikirimaru, soprattutto di come amò il re degli inferi. Lotterà fino alla fine per la sua vita, per l’uomo che ama e per i suoi amici e compagni.

 

 

La nonna è il personaggio che ho più detestato in entrambe le due serie. Non solo non aiuterà minimamente la nipote a scoprire chi realmente lei sia ma nella seconda serie, decide di dare Tamaki in sacrificio per sigillare la spada leggendaria. Altro che parenti serpenti, la nonnina non ha completamente il sangue che le scorre nelle vene. Odiosissima!

 

Fra leggende, vita scolastica, nuove amicizie ed un tempio pieno di misteri, la nostra giovane protagonista vedrà la sua esistenza completamente cambiata ma come ogni eroina che si rispetti diventerà forte e riuscirà a compiere il suo destino.

La storia è molto intrecciata, spesso vi capiterà di non capirci molto ma alla fine tutti i nodi verranno al pettine. 😉

Se amate i fantasy e le storie a lieto fine, questo è l’anime che fa per voi. Buona visione ed a presto.

a cura di

Francesca

x

Check Also

Recensione: “Blame!” di Tsutomi Nihei

Categoria: Film d’animazione Episodi: 1 Durata: 106 min. Regista: Hiroyuki Seshita Scrittore ...

error: Contenuti di proprietà di RFS