Home / CITAZIONI: dentro i libri, i telefim e i film. Le frasi più belle / Citazioni dalla serie Dark Hunter di Sherrilyn Kenyon

Citazioni dalla serie Dark Hunter di Sherrilyn Kenyon

Notte di piacere

Il signor scopami sono un figo è un vampiro! Pensò Amanda….”Mi succhierai il sangue??” chiese a Kyrian, lui aggrottò un sopracciglio con fare sardonico

“ Ti sembro forse un avvocato?”

“Notte di piacere”
Fantasy lover
Dotato di forza sovrumana e coraggio senza pari, era benedetto dagli dei, temuto dai mortali, e desiderato da tutte le donne che lo vedevano.

(Fantasy lover )

La pelle e la chioma dorata, gli occhi sfavillanti di un guerriero, si diceva che il suo solo aspetto fosse sufficiente a soddisfare le donne, che una volta toccate dalla sua mano venivano accecate dal piacere. Nessuna poteva resistere al suo fascino.

(fantasy lover)

Ecco il dannato Julian di Macedonia

(fantasy lover)

Selena mise a forza un libro nelle mani riluttanti di Grace…

“L’ho trovato l’altro giorno in quella vecchia libreria vicino al museo delle cere. Era coperto da una montagna di polvere”

Grace guardò la copertina del libro e rimase a bocca aperta.

Non aveva mai visto una cosa del genere.

L’uomo nel disegno era affascinante, e l’immagine stessa del tutto sconcertante per i suoi dettagli.

Se non fosse stata disegnata, avrebbe giurato che si trattasse di una fotografia di qualche antica statua greca.

Ritto nel suo nudo splendore, l’uomo trasudava potere, autorità e cruda, animalesca sensualità.

(Fantasy lover)

Con la bocca asciutta, Grace fece scorrere lo sguardo sui suoi muscoli rigonfi, in perfetta porzione con il peso e l’altezza. Seguì quei muscoli lisci e duri fino alla profonda rientranza che divideva i suoi pettorali, giù fino lo stomaco simile a un asse da stiro che implorava solo di essere toccata da una donna.

Fino al suo ombelico.

E poi al suo…

Bè, nessuno si era preoccupato di mettere una foglia di fico li. E perché avrebbero dovuto quale persona sana di mente avrebbe voluto coprire una fornitura maschile tanto ben fatta?

E a tal proposito, chi avrebbe avuto bisogno di affari a batterie con quello in casa?

(Fantasy lover)

Il volto di Selena si fece mortalmente serio. “ quel ragazzo chi ti ho mostrato ….Julian…è uno schiavo d’amore greco sotto il completo controllo e totalmente devoto a chi lo evochi”

(Fantasy lover)

“Sollevata di saperlo ancora in vita,provò a scuoterlo nuovamente dal torpore “Ehi,bel tenebroso vestito di pelle! Mi senti?”. Lui emise un rantolo gutturale, poi sollevò lentamente le palpebre. Amanda trasalì alla vista dei suoi occhi. Erano talmente scuri da sembrare neri e,quando si focalizzarono su di lei,si dilatarono minacciosamente.”

Notte di piaceri

Rimise la lama al suo posto e si piegò per infilarsi lo stivale. Nel farlo, il capotto si aprì sulla parte posteriore concedendo ad Amanda uno scorcio davvero piacevole.

Oh si,gran bel culetto.

La bocca di Amanda era completamente asciutta, quando infine Kyrian si drizzò di nuovo, mostrandosi nella pienezza del suo metro e novantacinque di altezza.

(Notti di piacere Sherrilyn Kenyon)

“D’accordo fustaccio” gli rispose piccata “Non sono una bimba ingenua che non sa fare di meglio che sgranare i propri occhioni di fronte allo stallone vestito da capo a piedi di pelle nera. E lascia perdere le tue tattiche da macho, non funzionano con me. Sappi che in ufficio mi chiamano la rompipalle”

Kyrian la guardò aggrottando le sopracciglia. “Fustaccio?” ripetè incredulo. Non gli era mai capitato nel corso della sua lunghissima vita che qualcuno avesse avuto l’ardire di rivolgersi a lui con quel tono. Da uomo mortale, aveva messo in fuga interi eserciti di soldati romani terrorizzati al suo arrivo. Erano pochi gli uomini che avevano osato a guardarlo dritto negli occhi. Da cacciatore oscuro poi, le schiere di demoni e di Apollinei tremavano al suo cospetto. Il suo vero nome veniva sussurrato con timore e rispetto, e questa donna lo aveva chiamato…”Stallone vestito da capo a piedi di pelle nera” ripeté Kyrian a voce alta. “Non credo di essere mai stato insultato così

“allora devi essere figlio unico!”

(Kyrian e Amanda “Notti di piacere Sherrilyn Kenyon)

“Chi era il tuo idolo da piccolo? Boris Karloff?”

“Annibale a dire la verità”

(Kyrian e Amanda “Notti di piacere Sherrilyn Kenyon)

“Cos’è un cacciatore oscuro??” gli chiese “ E’ qualcosa tipo Buffy l’ammazza vampiri?”

Lui si mise a ridere. “ Già sono una piccola adolescente emaciata che se ne va in giro a caccia di vampiri tutta impettita, indossando orecchini che i vampiri stessi potrebbero strapparmi dalle orecchie e infilarmi su per il …”

“Lo so che non sei una ragazza. Ma che cos’è un cacciatore oscuro?”

“In poche parole faccio fuori le creature che vagano nella notte”

(Kyrian e Amanda “Notti di piacere Sherrilyn Kenyon)

“Amico mio sei un vero disastro! E che dire delle manette?”

Il cacciatore oscuro condusse Amanda verso l’autista. “Niente se non vuoi morire”

“Okay” riprese quest’ultimo bonariamente. “Posso immaginarmelo, ma abbiamo un altro problema, non passerai inosservato in una sacca da cadaveri con quelle addosso.

Qualcuno ti noterà di certo”

“Ho pensato anche a questo” rispose l’altro “Se qualcuno ti fa domande, digli che sono morto per un infarto durante uno sfrenato rapporto sessuale con lei”

(Kyrian e Tate “Notti di piacere Sherrilyn Kenyon)

Per gli dei ! E poi chiamavano torture quelle che gli avevano i romani! Il loro miglior carnefice era un dilettante se paragonato all’agonia mentale e fisica che la vicinanza di Amanda gli procurava ora

(Kyrian e Tate “Notti di piacere Sherrilyn Kenyon)

Kyrian si sdraiò,quando Tate gli andò accanto, e Amanda vide che sulla spalla sinistra aveva un piccolo arco doppio e una freccia che sembravano impressi a fuoco.

(“Notti di piacere Sherrilyn Kenyon)

“ Allora, da quanto tempo sei un vampiro?” Volle sapere Amanda. “Te l’ho detto” rispose a denti stretti. “Non sono un vampiro. Sono un cacciatore oscuro”

“ E che differenza fa?” Kyrian le rivolse un’ occhiata ostile. “La differenza è che di norma io non uccido gli umani, ma, se non la smetti di interrogarmi, potrei fare un’eccezione.”

(Kyrian e Amanda “Notti di piacere Sherrilyn Kenyon)

“Oh Dio ho appena baciato un vampiro”

“ Per gli dei ho appena baciato un umana!”

Amanda guardò Kyrian strizzando gli occhi. “Ti prendi gioco di me?”

(Kyrian e Amanda “Notti di piacere Sherrilyn Kenyon)

Nessuno l’aveva mai stretta così. In maniera così possessiva. Così completa. Si sentiva come protetta in un bozzolo creato dalla forza di Kyrian. E la cosa più bizzarra era che nel profondo la cosa le piaceva ben più di quanto sarebbe mai stata disposta ad ammettere.

(Kyrian e Amanda “Notti di piacere Sherrilyn Kenyon)

Raggiunto il parcheggio male illuminato Amanda fischiò tra se e sé, vedendo una Lamborghini Diablo parcheggiata in uno dei posti riservati ai dipendenti.

Deve essere di qualche chirurgo.

Così pensò, finché Kyrian non si avvicinò alla vettura.

“Che fai?” gli chiese

“Entro nella mia macchina”

La bocca le so spalancò.”E’ tua questa?”

“No “ disse sarcastico “Provo a rubarla con la chiave che ho in mano”

“Mio Dio” disse quasi senza fiato. “Devi essere straricco.”

Lui abbassò gli occhiali sul naso, per rivolgerle un occhiata irritata. “E’ incredibile quanti soldi si riescano a mettere da parte in duemila anni.”

“Sei davvero così vecchio?” gli chiese scettica.

Annuì. “Duemilacentoottantadue anni lo scorso luglio per essere precisi”

Amanda si morse il labbro inferiore, mentre i suoi occhi precorrevano il suo corpo perfetto da un capo all’altro. “Li porti bene per essere un vecchietto. Io stessa non ti avrei dato più di trecento anni.”

(Kyrian e Amanda “Notti di piacere Sherrilyn Kenyon)

A prima vista Julian era un uomo straordinario quanto Kyrian. Aveva capelli della stessa tonalità e gli occhi più azzurri che Amanda avesse mai visto. Il suo viso era perfettamente scolpito. Ma, tenendo conto che si trattava del figlio della Dea graca Afrodite, non c’era da sorprendersi.

(Notte di piacere Sherrilyn Kenyon)

Talon sogghignò. “T-rex, accanto a lui non ti sembra di essere carino e coccoloso???”
(Talon ad Acheron riferito a Valerio- “Abbraccio della notte” Sherrilyn Kenyon)

Era un Cacciatore oscuro e lei era una contabile. Mai erano esistite due persone più incompatibili. Ciononostatante il suo cuore non le dava ascolto. C’era una parte di lei che lo desiderava con un ‘intensità che fino ad allora non aveva creduto possibile. E da qualche parte, nel profondo delle sua mente, nnon poteva fare a meno di chiedersi cosa avrebbe dovuto fare per liberarlo dal suo giuramento di Cacciatore oscuro.

Notte di piaceri

Voleva soltanto qualcosa nella sua vita che le facesse guardare con fiducia al futuro. Qualcosa che la rendesse felice allo stesso modo in cui suo padre aveva sempre reso felice sua madre.

La morte dei suoi genitori l’aveva derubata di tutto quello che possedeva. La sua sicurezza, la sua fede, il suo senso di giustizia; ma, più di tutto, aveva perso il loro amore incondizionato e il loro sostegno emotivo.
Sherrilyn Kenyon “Fantasy Lover”

Una cosa che aveva imparato presto nella sua fanciullezza era che non veniva nulla di buono dal conoscere a fondo le persone.

Sentendo le tenebre opprimenti che si chiudevano intorno a lui, spremendo l’aria dai polmoni mentre gli laceravano il corpo dal dolore.

Dopotutto, gli uomini avevano bisogno solo di tre cose per essere felici: cibo, sesso e un telecomando.
Anche se la sua prigione di timidezza non era mai stata tangibile, sapeva come ci si sentiva nel trovarsi da qualche parte ad ascoltare delle persone e non essere parte di loro. GUARDARE DENTRO STANDO FUORI.

…occhi penetranti che di certo potevano leggere la sua anima. La ipnotizzavano come quelle di un mortale predatore che stesse acquietando la sua preda.

Nelle sue braccia, conoscerai il paradiso.

Ecco il dannato. Julian di Macedonia. Stringilo al petto e invoca tre volte il suo nome sulle ali della mezzanotte alla luce della luna piena. Allora egli verrà da te, e fino al prossimo ciclo di luna piena il suo corpo sarà ai tuoi ordini.

Dotato di forza sovraumana e coraggio senza pari, era benedetto dagli dèi, temuto dai mortali e desiderato da tutte le donne che lo vedevano.
“Sei ubriaca?” lei ridacchiò di nuovo “Forse solo beatamente brilla, Brilla come il brillantante.”

Raggiunto il parcheggio male illuminato, Amanda fischiò tra sé e sé, vedendo una Lamborghini Diablo parcheggiata in uno dei posti riservati ai dipendenti. [….] Deve essere di qualche chirurgo . Così pensò, finché Hunter non si avvicinò alla vettura. “ Che fai?” gli chiese.

“Entro nella mia auto.”

La bocca le si spalancò.”E’ tua questa?”

“No” disse sarcastico. “Provo a rubarla con la chiave che ho in mano.”

“Mio Dio” disse quasi senza fiato . “Devi essere straricco”

Lui abbassò gli occhiali sul naso, per rivolgerle un occhiata irritata.”E’ incredibile quanti soldi si riescano a mettere da parte in duemila anni.”

[…] “Sei davvero così vecchio?” gli chiese scettica.

Annuì “Duemilacentoottantadue anni lo scorso luglio, per essere precisi”

Amanda si morse il labbro inferiore, mentre i suoi occhi percorrevano il suo corpo perfetto da un capo all’altro. “Li porti bene per essere un vecchietto. Io stessa non ti avrei dato più di trecento anni”

(Notti di piacere Amanda e Kyrian)

A prima vista Julian era straordinario quanto Kyrian. Aveva capelli della stessa tonalità e gli occhi più azzurri che Amanda avesse mai visto. Il suo viso era perfettamente scolpito. Ma, tenendo conto che si trattava del figlio della dea greca Afrodite, non c’era da sorprendersi.

(Notti di piacere S. Kenyon)

“Priapo mi ha imprigionato in un rotolo di pergamena. Sono stato uno schiavo del sesso per duemila anni, prima che mia moglie mi liberasse”

(Notti di piacere S. Kenyon Julian a Kyrian)

“ Mi dispiace per quella saetta” disse Julian. “Se avessi saputo che…”

“Non è colpa tua. Non potevi sapere che avevi venduto la mia anima. Non è esattamente il modo di iniziare una conversazione. Ciao, sono Kyrian, ehi, non ho l’anima. E tu?”

“Non sei divertente”

“ Sicuro che lo sono, è solo che tu non hai mai apprezzato il mio senso dell’umorismo.

“Ma solo perché tu lo tiravi fuori sempre e soltanto quando eravamo a un passo dalla morte”

(Notti di piacere S. Kenyon Kyrian e Julian)

Kyrian si ricordava perfettamente che Atolycus, il figlio di Julian, di appena cinque anni, aveva sostituito i crini di cavallo dell’elmo di Julian con piume d’uccello- per far piacere al padre- prima che quest’ultimo partisse per la battaglia. Julian era stato uno dei comandanti più temuti dell’esercito macedone, eppure, piuttosto che ferire i sentimenti del figlio, aveva orgogliosamente indossato il suo dono di fronte a tutti i suoi uomini. E nessuno aveva osato deriderlo. Neanche Kyrian.

(Notti di piacere S. Kenyon)

Amanda salì le scale percorse il corridoio . Passò davanti al bagno proprio nel momento in cui Kyrian ne stava uscendo con asciugamano intorno ai fianchi.

Si scontrarono. Kyrin la prese per le spalle per raddrizzarla, i suoi occhi si dilatarono, quando la riconobbe. Amanda trasalì, rendendosi conto che il suo braccialetto d’argento si era impigliato nella spugna dell’asciugamano. Kyrian sembrava in grado di divorarla, e in effetti era proprio ciò che lei desiderava. Che la divorasse. Completamente. Fino all’ultima parte del suo corpo con estremo piacere.

“Bè, questo è interessante” disse Kyrian con una punta di divertimento nella voce.

Amanda non sapeva come fare con il polso pericolosamente vicino alla protuberanza che d’un tratto era apparsa sotto l’asciugamano. Perché mai non riuscivano a staccarsi l’una dall’altro?

(Notti di piacere S. Kenyon)

“Riesco a sentire i tuoi pensieri, più o meno come tu hai origliato la conversazione tra me e Julian”

(Notti di piacere S. Kenyon Kyrian e Amanda)

“Per rispondere alla domanda che non hai il coraggio di farmi, non devi far altro che spostare il braccio e lo saprai”

“Saprò cosa?”

“Se senza l’asciugamano sono altrettanto stuzzicante”

I l suo viso avvampò, poiché Kyrian aveva usato esattamente le sue parole per descrivere ciò che lei aveva paura persino di pensare. Prima di riuscire a muoversi da sola, lui la lasciò andare e lasciò l’asciugamano rimanesse appeso soltanto al suo braccialetto. Amanda spalancò la bocca alla vista di Kyrian completamente nudo. Il suo corpo tonico era perfettamente scolpito

(Notti di piacere S. Kenyon Amanda e Kyrian)

Aperta la porta Sunshine, si immobilizzò nel vedere tre uomini tutti col livello di testosterone fuori dalla scala Richter. Erano davvero fantastici. Talon era vestito con pantaloni di pelle neri e una maglietta attillata che si abbarbicava a ogni fessura della sua stupenda perfezione mascolina. Era in piedi in cucina a parlare con due uomini incredibilmente attraenti. Uomini vestiti come professionisti e non come sbandati.

“ Ciao Sunshine” la salutò Talon “Questi sono i miei amici Kyrian Hunter e Julian Alexander”

L’abbraccio della notte Sherrilyn Kenyon

Talon prese l’asciugamano e rosa e se lo avvolse sui fianchi, mentre Sunshine cercava un rasoio da dargli. Finalmente lei si alzò con un rasoio rosa e uno spazzolino da denti. Talon arricciò le labbra al pensiero di usare oggetti tanto femminili. “Tra quello che hai, c’è niente che non sia rosa?”

“Ho un rasoio viola se preferisci”

“Per favore”

Sunshine ne tirò fuori uno rosa più scuro.

“Quello non è viola “ disse Talon “E’ rosa anche quello” rispose Talon infastidito.

L’abbraccio della notte Sherrilyn Kenyon

Vestito tutto di nero, Zarek indossava jeans, stivali da motociclista e una maglietta a maniche lunghe. Pareva del tutto incurante dell’aria fredda e umida caratteristica delle notti invernali di New Orleans. Aveva un orecchino d’argento a forma di spada lunga all’orecchio sinistro, con l’elsa fatta ti teschio e ossa incrociate. Zarek uscì dall’elicottero con un ghigno reso ancora più sinistro dal suo pizzetto corvino. I lisci capelli neri gli sfioravano le spalle e aveva occhi nerissimi.

L’abbraccio della notte Sherrilyn Kenyon

Talon guardò Valerio avvicinarsi, aveva incontrato il generale romano solo una volta, quando era arrivato per assumere i compiti di Cacciatore oscuro di Kyrian.

I capelli neri del romano erano tirati indietro in una coda impeccabile. Indossava pantaloni neri pieghettati, mocassini, maglione a collo alto e un lungo capotto di cachemire

I nostri destini, e le nostre sorti sono stati maciullati e mescolati insieme da un bizzarro evento che ha avuto luogo quando ero solo un ragazzino, e maledico il giorno che la prima volta chiamai amico Acheron Parhtenopaeus. Io sono Nick Gautier. E questa è la storia della mia vita e di come le cose sarebbero dovute andare.

(Infinity S. Kenyon)

Acheron era un onnipotente immortale di undicimila anni, alto poco più di due metri con i capelli verde scuro vestito con abiti neri in pieno stile goth, con un chiodo borchiato da motociclista, era una figura impressionante che faceva rabbrividire per la paura chiunque lo incontrasse. Ma non era solo l’altezza a far esitare chi si trovasse al suo cospetto. Era quell’aura letale da: Ti farò così male da far ronzare le orecchie persino ai tuoi antenati.

(Infinity S. Kenyon)

“Appartengo a una dea Nick”
“A quale?”
“Artemide. Ne hai mai sentito parlare?”
“La dea greca della luna giusto?”
“La dea è associata ad Artemide, ma in realtà la della luna è Selene. Artemide è la dea della caccia”
“E cosa caccia?”
“La maggior parte dei giorni caccia me” rispose Ash sottovoce. Schiarendosi la voce, parlò più forte.
“Al momento è in pensione. La maggior parte degli antichi dei greci è potente solo quando è adorata dagli adepti al loro culto”.
Ash e Nick
Infinity

“Quanti anni hai?” Doveva essere vecchissimo “Due, trecento anni?”
Ash fece una smorfia “Più di undicimila anni”
Ash e Nick
Infinity
“Sei tenero e carino, ma non dimenticare mai, ragazzino, che io sono un carnivoro che viene da un tempo e un luogo in cui era necessario uccidere e scuoiare il cibo prima di mangiarlo.”
Ash e Nick
Infinity

Nick cercava di immaginare Ash vestito come un cavernicolo goth, con il perizoma nero borchiato, che inseguiva le tigri dea denti a sciabola e poi le uccideva con una lancia…C’erano le tigri con i denti a sciabola 11.000 anni fa??
Infinity

Julian era il più duro figlio di puttana che si sia visto su un campo di battaglia. Nessuno è mai riuscito a sconfiggerlo in battaglia. Al confronto Jackie Chan e Chuck Norris sembravano impostori .

(Infinity Kyrian di Tracia su Julian di Macedonia)

Acheron aveva lunghi capelli neri con le meche verdi, portava un paio di occhiali da sole scuri che impedivano a Nick di vedere i suoi occhi. Vestito tutto in nero con il teschio fosforescente di un vampiro sulla t-shirt, portava uno zaino nero a tracolla. Uno zaino su cui era stampato il simbolo dell’anarchia

(Infinity S. kenyon )

Acheron Partenopeus era un uomo dai molti segreti e dai molto poteri. Come primo Dark Hunter e loro capo, era stato lui che aveva stabilito, più di 9000 anni prima, le relazioni esistenti tra loro e d Artemide, dea della caccia, che li aveva creati. Era un lavoro che raramente gli piaceva e una posizione che aveva sempre odiato. Come una bambina capricciosa, la cosa che Artemide amava di più era vedere fino a dove poteva spingerlo prima che lui la richiamasse all’ordine. Il loro rapporto era complesso e si basava sull’equilibrio di potere. Solo lui possedeva le capacità per tenerla calma e razionale.
La maggior parte del tempo.

Balla col diavolo

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy

Lascia un Commento

x

Check Also

Dentro Il film: “Le fate ignoranti”

  Per quella parte di te che mi ...