Da non perdere
Home / Emozioni in tartan / La leggenda della foca di Sule Skerry

La leggenda della foca di Sule Skerry

 

Questa leggenda proviene da una ballata delle Isole Orkney. Una giovane donna giaceva in lacrime con un bambino tra le braccia; la sua disperazione veniva dal fatto che il padre del suo bambino, avendola lasciata sola,  le era sconosciuto.

Il padre del piccolo era in realtà una foca, che era tornata al mare subito dopo l’incontro amoroso con la donna.

leggenda-foche-Sule-Skerry-1

Un giorno, mentre la donna era intenta a cullare il suo bambino, una foca le apparve dinnanzi, con queste parole: «Sono il padre del tuo bambino, ma non posso sposarti. Fornirò il necessario per provvedere a lui, ma quando il bimbo raggiungerà il settimo anno di età, tornerò e lo porterò via con me, nel mondo a cui appartiene». Così dicendo, la foca gettò vicino alla donna un sacchetto di pelle pieno di monete e scomparve subito dopo nel mare.

Fu così che la donna crebbe e curò il piccolo da sola, dall’infanzia alla fanciullezza. Il bambino crebbe forte, felice e in salute, ma la madre sapeva che più cresceva, più si accorciava il tempo che passavano insieme.

Alla fine, quando il bambino aveva compiuto da poco i sette anni, arrivò il giorno tanto temuto: si trovavano sulla riva del mare, intenti a giocare, quando la foca apparve di nuovo, invitando la donna ad avvicinarglisi.

«È giunto per me il tempo è giunto per me di reclamare mio figlio», disse la foca. «Prendi questo denaro come ricompensa per averlo curato fino ad oggi». Mise nelle mani della donna un altro sacchetto di monete e poi prese il bambino e gli mise una catena d’oro attorno al collo.

«Se ti dovessi trovare qui sulla spiaggia e vedere un gruppo di foche, guarda quella che avrà questo collare: sarà il segno che tuo figlio sta bene».

«Ma cosa sarà di me?», domandò la donna mentre la foca stava per tornare in mare con il fanciullo. «Non ho un marito, e adesso nemmeno più un bambino. Cosa farò?»

«Troverai un altro da amare», rispose la foca, «un uomo buono verrà – un soldato – e passerai molti anni felici insieme a lui. Ma verrà una mattina di Maggio quando tuo marito scenderà sulla costa e ucciderà due foche. Una sarà tuo figlio, e l’altra sarò io». Detto ciò, la foca ed il piccolo si tuffarono in mare e scomparvero.

Gli anni passarono. Proprio come aveva predetto la foca, la donna trovò un soldato da amare, un uomo onesto e leale e, sebbene ella non potè mai dimenticare la foca e suo figlio, trascorse anni felici con il suo compagno.

Una mattina il soldato uscì di casa con la sua pistola e, al ritorno, raccontò di avere ucciso due foche; una di esse aveva al collo una catena d’oro. Quando la donna vide il gioiello, il suo cuore si spezzò: aveva capito che anche le ultime parole della profezia della foca si erano avverate.

 

leggenda-foche-Sule-Skerry

 

Articolo a cura di:

Rily

 

Editing a cura di:

Babila

La leggenda della foca di Sule Skerry
Vota qui L\'articolo.

Gred

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

x

Check Also

16 Luoghi in cui passeggiare a Edimburgo nel 2016

Edimburgo è splendida per gli amanti degli spazi aperti. Non dovete nemmeno ...

error: Contenuti di proprietà di RFS