Home / Inediti in Italia / Book Tour / Inediti in Italia: Book Tour “First Touch” di Laurelin Paige

Inediti in Italia: Book Tour “First Touch” di Laurelin Paige

first touch it's live-2

REEVE IS HERE!

Meet Reeve & Emily in First Touch by Laurelin Paige! This highly anticipated release is NOW LIVE!

Amazon US | Amazon UK | Barnes & Noble | iBooks |Google Play

first touch cover

Blurb_NUOVO
When Emily Wayborn goes home to visit her mom while on hiatus from her hit TV show, she receives a voicemail from her former best friend, Amber. Though the two were once notorious party girls, they haven’t spoken in years. Although the message might sound benign to anyone else, Amber uses a safe word that Emily recognizes, a word they always used to get out of sticky situations during their wild days. And what’s more chilling than the voicemail: it turns out that Amber has gone missing.
Determined to track down her friend, Emily follows a chain of clues that lead her to the enigmatic billionaire Reeve Sallis, a hotelier known for his shady dealings and play boy reputation. Now, in order to find Amber, Emily must seduce Reeve to learn his secrets and discover the whereabouts of her friend. But as she finds herself more entangled with him, she finds she’s drawn to Reeve for more than just his connection to Amber, despite her growing fear that he may be the enemy. When she’s forced to choose where her loyalty lies, how will she decide between saving Amber and saving her heart?

first touch tour 1

Excerpt_NUOVO
“Tell me something,” he said, overtly switching gears. “What’s with you and Chris Blakely?”
He’d been watching me at the Expo, then. Before he’d come outside after me.
His question about Chris was spoken casually, but it was purposeful. A more naïve woman might have missed it, but I was too experienced with men like him. He wanted me to know that I was in his sightline. That this was what it meant to be part of his life. That he would monitor me, if he felt like it; he’d rule me. And he expected me to submit.
I couldn’t decide if that freaked me out or thrilled me.
So I played coy. “He’s an actor. We’ve worked together on occasion. I guess we’re friends.”
I walked into the kitchen and got a glass from the cupboard. Chewing my lip, I filled it with filtered water from the sink and debated full disclosure regarding Chris…It was a long shot, but since I hoped to contact Chris for more information about Missy at some point, I decided the less I said the better.
I drank some of my water then set the glass down and leaned across the counter to watch Reeve. His fingers trailed across the spines. I couldn’t see the exact books, so I tried to think what was there. My Katherine Hepburn autobiography. My copy of Rebecca.
He stopped and pulled one from the shelf then flipped through it lazily. This one I recognized from the cover. PostSecret: Extraordinary Confessions from Ordinary Lives, one of my coffee table books. I collected them and had so many that most lived on my bookshelf rather than on my coffee table. This particular book was a printing of blog posts that shared secrets anonymously. Parts of it read like my diary, and I’d marked several pages with Post-it notes so I could easily come back to them. Reading it had always felt comforting.
Seeing it in Reeve’s hands, though, wasn’t comforting. He flipped through the pages, stopping on the ones I’d tagged. Chuckling at some. Growing somber at others. At one, he lifted his head toward me and nodded slightly as if confirming what he’d just thought, what he’d just read.
I ran through several confessions I knew by heart, trying to imagine which it had been—
“Again and again. Used.”
“I’m more scared of court than I was when he almost killed me.”
“I would do absolutely anything in the whole world if I thought it would make her happy.”
Whichever ones he was reading, any of them—all of them—were private. Too private for him to know spoke to me. Yet, I didn’t stop him. I let him sink one layer deeper under my skin.
It was bad enough that he was in my apartment—in an apartment that I paid for myself. His presence reminded me of a time when everything I owned had been given to me by men. The things I had now, though small in number and worth, were all mine.
Trying to distract myself from the anxiety Reeve’s invasion caused, I asked, “Why do you want to know about Chris anyway? Do you want me to fix you up? He’s got a fiancé, you know.”
Reeve shot me a glare. “Cute.”
He put the book back on my shelf and moved toward me. When he reached the counter, he said, “Chris doesn’t look at you like he has a fiancé.”
Ah. I’d forgotten Reeve was a jealous man. Or I’d underestimated the depth of his envy. Strangely, it was a fairly common trait of the kind of men I’d involved myself with in the past, the kind of men who had everything. I knew how to pander to them, knew what to say to put their insecurities to rest. No one could ever be man enough to compare with you, I’d say. It might have been what Reeve was looking for in regards to Chris.
But I couldn’t bring myself to give it to him. “A lot of men don’t look at me like they have a fiancé.”
Reeve leaned across the opposite side of the counter so we were face-to-face. “I don’t like that.”
Jealousy was generally boring, yet, on Reeve, it was fascinating. And, I suspected, dangerous. “You don’t? What are you going to do about it? Lock me up and never let me out in public?”
“I have some nice secluded resorts I think you’d like. My island properties are so beautiful you’ll forget you’re in a prison.”
He flashed his dimple. It was subtle, only noticeable when he smiled in a certain way, the way he was smiling now. And his eyes…I’d thought they were blue, but now I saw green flecks. They caught in the light. They caught me in them, made me feel warm. Made me feel trapped.
I stood up straight, distancing myself without moving away. “Look at you. Acting as if you have some claim to me. I think I already blew you off the other night.”
“Look at you, acting as if I’m a person that you blow off. I think I already warned you about me.” He was teasing as I’d been. But he wasn’t all at the same time.
My heart skipped a beat. “Another threat?”
“If you want it to be.” He looked at me like he had earlier—that intent way that saw through me, into me. Saw all my dark parts.
In a way, he was showing me his darkness as well.
My lip quivered, but I wasn’t scared. Well, not scared enough. “I do.”
His eyes sparked, and with that simple phrase, we entered into an agreement. He would have me. He would fuck me. He would bring me into his world.
And in return I’d let him break me.

 

Last Kiss (Book Two) A First and Last Novel
Releases June 14th, 2016

Pre-order NOW!
Amazon US |Amazon UK |iBooks |Nook |Kobo

first touch tour 4

laurelin paige

About the Author rfs 1

Laurelin Paige is the NY Times, Wall Street Journal, and USA Today Bestselling Author of the Fixed Trilogy. She’s a sucker for a good romance and gets giddy anytime there’s kissing, much to the embarrassment of her three daughters. Her husband doesn’t seem to complain, however. When she isn’t reading or writing sexy stories, she’s probably singing, watching Game of Thrones and the Walking Dead, or dreaming of Michael Fassbender. She’s also a proud member of Mensa International though she doesn’t do anything with the organization except use it as material for her bio.

STALK HER: Website | Facebook | Twitter | Goodreads | Pinterest

GIVEAWAY
$50 Amazon Gift Card
Swag Pack
a Rafflecopter giveaway

Share link: http://www.rafflecopter.com/rafl/share-code/MDk5NjRmMDM5ZDM4YTBjYWM0YzAyYzM0NGI2ODRhOjc3OQ==/?

Trama
Quando Emily Wayborn torna a casa per fare una visita alla madre durante una pausa del suo show televisivo, trova un messaggio nella segreteria telefonica da parte di Amber, che un tempo era la sua migliore amica.
Nonostante la loro fama di ragazze “festaiole”, non si sentono da diversi anni.
A qualsiasi altra persona il messaggio potrebbe sembrare innocuo, ma Amber utilizza una parola di sicurezza che Emily riconosce, una parola che usavano per uscire da situazioni difficili durante i loro giorni da ribelli. Quello che è ancora più agghiacciante del messaggio vocale è la scoperta che Amber è sparita.
Determinata a rintracciare la sua amica, Emily segue una catena di indizi che la guida verso il misterioso milionario Reeve Sallis, proprietario di una catena di alberghi e noto per i suoi affari poco chiari e la reputazione da playboy.
Con l’obiettivo di trovare Amber, ora, Emily deve sedurre Reeve per conoscere i suoi segreti e scoprire le frequentazioni della sua amica. Mentre si ritrova sempre più coinvolta con lui, scopre di essere attirata da Reeve non solo per la sua connessione con Amber, nonostante il crescente timore che lui possa essere il nemico. Quando sarà obbligata a scegliere verso chi schierare la propria lealtà, come farà a decidere se salvare Amber o salvare il proprio cuore?

“Non so cosa sia riguardo a te.”

La sua voce era tesa, l’unico segno che non era totalmente in controllo di sé.

“Ma non riesco a cancellarti dalla mia mente.

Hai contaminato i miei pensieri. Continuo a

ricordare il tuo corpo nelle mie mani mentre ti toccavo. Le parti

di te che non ho toccato. I suoni che facevi. Lo sguardo dei tuoi occhi.

Mi perseguiti, Emily.

Estratto_NUOVO

“Dimmi una cosa,” disse lui, cambiando completamente discorso. “Cosa c’è tra te e Chris Blakely?”
Mi aveva tenuto d’occhio alla Expo, allora. Prima di uscire allo scoperto con me.
La sua domanda su Chris era stata espressa in modo casuale, ma aveva un suo fine. Una donna più ingenua non lo avrebbe notato, ma avevo troppa esperienza con uomini come lui. Voleva che io sapessi che mi teneva di vista. Questo era quello che voleva dire far parte della sua vita. Che mi avrebbe controllato, se gli andava di farlo; mi avrebbe dominato. E si aspettava che io mi sottomettessi.
Non riuscivo a decidere se la cosa mi spaventava o mi eccitava.
Feci finta di niente. “È un attore, abbiamo lavorato insieme a volte. Penso di poter dire che siamo amici.”
Andai in cucina e presi un bicchiere dal pensile.
Morsicandomi un labbro, lo riempii di acqua filtrata dal lavandino, decidendo se dire tutta la verità riguardo a Chris… Era un tentativo, ma visto che speravo a un certo punto di contattare Chris per avere più informazioni riguardo a Missy, decisi che meno avessi detto, meglio era.
Bevvi un po’ di acqua mettendo giù poi il bicchiere e mi appoggiai al bancone per osservare Reeve. Le sue dita scorrevano lungo i volumi. Non potevo vedere quali fossero esattamente i libri, così cercai di pensare a cosa stava lì. La mia autobiografia di Katherine Hepburn. La mia copia di Rebecca.
Si fermò e ne tirò fuori uno dallo scaffale, sfogliandolo pigramente. Quello lo riconobbi dalla copertina. PostSecret: Extraordinary Confession from Ordinary Lives (PostSecret: Confessioni straordinarie da vite ordinarie), uno dei libri che tenevo sul tavolino da caffè. Li collezionavo e ne avevo così tanti che molti di loro vivevano più sul tavolino da caffè che nella libreria. Questo libro particolare era una copia cartacea di post presi da blog di chi condivideva in modo anonimo i propri segreti.
Parte di essi avrebbero potuti essere come il mio diario e avevo segnato diverse pagine scrivendo note su dei Post-it, così avrei potuto tornare a trovarli facilmente. Leggerli era sempre stato confortante.
Vederli tra le mani di Reeve, invece, non era confortante. Girò le pagine, fermandosi su una di quelle che avevo segnato. Ridacchiò per qualcosa. Divenne serio per altre. A una in particolare, sollevò la testa per guardarmi, annuendo lievemente come per confermare quello che aveva appena pensato, quello che aveva appena letto.
Ripensai a diverse confessioni che conoscevo a memoria, cercando di immaginare quale fosse stata…
“Ancora e ancora. Usata.”
“Sono più spaventata quando vengo corteggiata di quanto non lo fossi quando mi aveva quasi uccisa.”
“Farei qualsiasi cosa al mondo se pensassi che la renderebbe felice.
Qualunque stesse leggendo, qualsiasi tra di esse – tutte – erano private. Troppo private per lui per sapere di potermene parlare. Eppure, non lo fermai. Gli permisi di andare ancora di più sotto la mia pelle.
Era già poco bello che fosse nel mio appartamento – in appartamento per il quale pagavo da sola. La sua presenza mi ricordava di un tempo nel quale tutto quello che avevo mi era stato dato da uomini. Le cose che avevo adesso, anche se era poche e non di grosso valore, erano però completamente mie.
Cercai di distrarre me stessa dall’invasione che Reeve causava. Chiesi, “Perché comunque vuoi sapere riguardo a Chris? Vuoi che vi presenti? Ha una fidanzata, lo sai?”
Reeve mi lanciò un’occhiataccia. “Carina.”
Rimise a posto il libro sullo scaffale e si mosse verso di me. Quando raggiunse il bancone, disse, “Chris non ti guarda come uno che ha una fidanzata.”
Ah. Avevo dimenticato che Reeve era un uomo geloso. O avevo sottovalutato quanto fosse profonda la sua possessività. Stranamente, era un tratto abbastanza comune tra il tipo di uomini con cui ero stata coinvolta in passato, il genere di uomini che avevano tutto. Sapevo come soddisfarli, sapevo quello che dovevo dire per tranquillizzare le loro insicurezze. Nessuno può essere abbastanza uomo da essere paragonato con te, avrei detto. Poteva essere quello che Reeve stava cercando nei confronti di Chris.
Ma non riuscivo a spingere me stessa a dirglielo. “Un sacco di uomini non mi guardano come se avessero una fidanzata.”
Reeve si sporse in avanti dalla parte opposta del bancone, così che fossimo faccia a faccia. “È una cosa che non mi piace.”
La gelosia in generale era noiosa, invece, su Reeve, era affascinante. E sospettavo, pericolosa. “Davvero? Cosa hai intenzione di fare al riguardo? Chiudermi a chiave e non farmi mai uscire in pubblico?”
“Ho alcuni resort carini e appartati che penso ti potrebbero piacere. Le mie proprietà sull’isola sono così belle che ti dimenticheresti di essere in prigione.”
Mise in mostra una fossetta. Era piccola e si notava solo quando sorrideva in un certo modo, il modo nel quale stava sorridendo adesso. E i suoi occhi… Avevo creduto fossero blu, ma adesso potevo vedere delle pagliuzze verdi. Imprigionavano la luce. Tenevano imprigionata me, facendomi sentire caldo. Facendomi sentire in trappola.
Mi raddrizzai, prendendo le distanze da lui senza allontanarmi.
“Guardati un po’. Ti comporti come se avessi qualche diritto su di me. Pensavo di averti scaricato l’altra notte.”
“Guardati un po’, ti comporti come se io fossi una persona che hai scaricato. Ti avevo avvisato su di me.” Mi stava prendendo in giro come lo avevo fatto io. Ma nello stesso tempo non era così.
Il mio cuore perse un battito. “Un’altra minaccia?”
“Se vuoi che lo sia.” Mi guardò come aveva fatto prima – con l’intento di leggere attraverso di me, vedermi dentro. Vedere tutti i miei lati più oscuri.
In un certo modo, mi stava mostrando allo stesso tempo le stesse oscurità che aveva in lui.
I suoi occhi si illuminarono e con quella semplice frase avevamo raggiunto il nostro accordo. Mi avrebbe avuto. Mi avrebbe scopato. Mi avrebbe portato nel suo mondo.
In cambio avrei lasciato che mi spezzasse.

 

“Smettila di preoccuparti, occhioni blu.

Non ho intenzione di lasciarti in balìa dei lupi,

preferisco essere l’unico a divorarti.”

Biografia
Laurelin Paige è l’autrice della serie bestseller “Fixed Trilogy” per il NY Times, Wall Street Journal e USA Today. Ha un profondo debole per qualsiasi bel romanzo d’amore e diventa estremamente eccitata ogni volta che c’è un bacio, per l’imbarazzo delle sue tre figlie. Suo marito invece non sembra lamentarsene. Quando non sta leggendo o scrivendo storie sexy, probabilmente la potreste trovare a cantare, guardare Games of Thrones o Walking Dead o a sognare di Michael Fassbender. È orgogliosa di far parte del Mensa International, anche se non fa niente per questa organizzazione, tranne che usarla come materiale da citare nella sua biografia.

Traduzione amatoriale di Ayliss72

editing a cura diLiz

Inediti in Italia: Book Tour “First Touch” di Laurelin Paige
Vota qui L\'articolo.

baby.ladykira

Oltre ad essere l' Admin founder del Sito di Romanticamente Fantasy, sono una libraia ed adoro tutti i libri in genere, dai cartacei ai digitali. Oltre alla passione dei libri, sono una telefilm e film dipendente ^_^

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

x

Check Also

Inediti in Italia: Release Blitz “Hard Justice” di Lori Foster * Body Armor #2

  NEW YORK TIMES bestselling author Lori Foster returns with the second ...

error: Contenuti di proprietà di RFS