Da non perdere
Home / Blog Tour / Inediti in Italia: Blog Tour “Atlas” di Alyne Roberts

Inediti in Italia: Blog Tour “Atlas” di Alyne Roberts

 

ARAtlasBookCover6x9_BW_MEDIUM

GoodReads

Synopsis

Stella lost everyone and everything important to her. After all the lies and hiding, she’s ready for a fresh start somewhere where her brother’s enemies won’t find her. One last night out turned into her worse nightmare. The morning she should be moving away from all the painful memories, she finds herself a captive by exactly who she was running from.

Atlas is determined to finish what they started. Stella is unknowingly the key to solving the unanswered questions her brother left behind. Taking advantage of their sexual chemistry at the club, he forced her to his lake house. He promised her protection but Stella made a promise of her own: Trust no one, especially the man responsible for ruining her life.

What happens when Stella’s life depends on trusting Atlas? What happens when keeping Stella is risking everything he worked for? What if neither one is willing to let go?

BuyNow

Amazon I iBooks I B&N I Kobo I Smashwords

Teaser

perfect nude body parts studio isolated on black ** Note: Shallow depth of field

Non potevo sopportare di vederla mezza nuda per un’altro minuto. Offuscava la mia capacità di giudizio ed era una cosa di cui andavo orgoglioso, non permettere mai che succedesse. Dovevo essere arrabbiato e duro, ma stavo diventando duro nei posti sbagliati.

 

B&w picture of affectionate couple during romantic foreplay

“Lo dirò una volta sola, Stella,” disse con voce bassa e profonda. “Non lasciare mai più che ti tocchi.  Lascerei ferite più profonde e spiacevoli di quanto potrebbe fare qualsiasi altro mostro.”

Excerpt

 

We clashed together like a tragic wreck. It was wet and hard, his lips taking mine and crushing them. I moaned into his mouth and his grip on my throat tightened. The pressure wasn’t enough to cut off air, but I felt his touch and no one else’s.

Atlas kissed like he lived. He was powerful and forceful, taking whatever he wanted. His tongue parted my lips and I opened to him. I felt the rumble in his chest when he tasted me. His hand squeezed tighter and I welcomed the pleasurable pain. It was exciting and daring at the same time; a toxic mixture.

I squeezed my knees together, pinning his hips between my shaky legs. His body was hard and hot on mine. Atlas grabbed behind my knee and pulled, making me slide down to the floor. He never once released my lips as he lowered me to the floor and hovered over my body. The tile was cold on my back, cooling me down as I was burning up.

I could feel him all over me, although he was only touching my lips and neck. He devoured my mouth and I let him. If I could remember these touches and this moment in the house, maybe I could keep my sanity. Something less devastating to concentrate on and relive in my memories.

Growing bold, or impatient, I put my hands on his shoulders. The muscles flexed under my palms, and I loved the powerful feeling. His hand tightened on my throat when I dug my nails into his back. Atlas was holding back and restraining himself. I could feel it in his body. He could easily break me into a thousand pieces.

“This is a bad idea, Little Star,” he said with his lips brushing mine. “I will hurt you. That’s what I do.”

“I’m already hurt,” I whispered back.

Atlas pulled away to look down at me. He took in my lips that were red and swollen from his kisses. My neck that was under his hand, covering any marks. He watched my chest heaving and panting under my wet shirt.

Without warning, he gripped the neckline with both hands and tore the shirt down the middle. He pulled it open and lowered his lips to the skin between my breasts. I gasped when his tongue tasted me. I squirmed under him, but he pinned me with his body. I was trapped again. No matter what I did, Atlas had me trapped. I’m wasn’t sure I cared at that moment.

“You think I can make you feel better?” he asked, his mouth trailing down my stomach.

I couldn’t answer him. I didn’t know if I thought I would feel better. I might feel numb. I could feel less angry. Was someone who only brought me pain and fear capable of taking away those feelings as well? Even he said himself, he hurts. All I knew was that right then, I didn’t feel any of that.

I opened my eyes and watched as Atlas licked and sucked his way back up my stomach. Out of the corner of my eye, I saw the glint of metal on the floor.

His gun.

AboutTheAuthor

Alyne lives in Ohio with her husband, two dogs and cat. Working full time in an office all day, she spends her nights reading, writing or watching an entire TV series in a night. She refuses to grow up and loves Disney movies and anything with owls. She couldn’t live without her coffee or her furry “children”.

Alyne wrote her first novel titled “Light to the Darkness” in 2014, followed by the Conflicted Encounters Series.

To stay up to date on what Alyne is working on, teasers and more: Sign up for the newsletter.

AuthorLinks

WebsiteOUAA_SocialMedia_FacebookInstagramTwitter

tour-host-ouaa

Trama

Stella ha perso tutti e tutto ciò che era importante per lei. Dopo tutte le bugie e il dover rimanere nascosta, è pronta per un nuovo inizio in qualunque posto in cui i nemici di suo fratello non possano trovarla. Ma un’ultima notte fuori si è trasformata nel suo peggior incubo. La mattina in cui avrebbe dovuto allontanarsi da tutti i ricordi dolorosi, si ritrova prigioniera proprio di quelli da cui stava scappando.

Atlas è determinato a finire quello che aveva iniziato. Stella è inconsapevolmente la chiave per chiarire una domanda, che suo fratello aveva lasciato senza risposta. Approfittando della loro attrazione sessuale al club, lui l’ha costretta ad andare nella sua casa sul lago. Le ha promesso protezione, ma anche Stella si era fatta una promessa: non fidarsi di nessuno, soprattutto dell’uomo responsabile di averle rovinato la vita.

Cosa succede quando la vita di Stella dipende dal fatto di fidarsi di Atlas? Cosa succede quando proteggere Stella mette a rischio tutto ciò per cui lui aveva lavorato? E se nessuno dei due fosse disposto a lasciar perdere?

Estratto_NUOVO

 

Sbattemmo l’uno contro l’altro come un tremendo scontro automobilistico. Dure e bagnate, le sue labbra presero la mie schiacciandole. Gemetti nella sua bocca mentre la sua stretta sulla mia gola si fece più forte. La pressione non era abbastanza da togliere l’aria, ma io sentivo il suo tocco e nient’altro.

Atlas mi baciò allo stesso modo in cui viveva. Lui era potente e energico, prendeva ciò che voleva. La sua lingua separò le mie labbra e io mi aprii a lui. Sentii un brontolio nel suo petto quando mi assaggiò. La sua mano strinse di più e io accolsi quel piacevole dolore. Era eccitante e audace allo stesso tempo; un miscuglio tossico.

Strinsi le ginocchia, bloccando i suoi fianchi tra le mie gambe tremanti. Il suo corpo era duro e caldo sopra il mio. Atlas mi afferrò dietro le ginocchia e tirò facendomi scivolare per terra. Non rilasciò mai le mie labbra mentre mi abbassava sul pavimento e incombeva sul mio corpo. Le piastrelle erano gelide sulla mia schiena, raffreddandomi mentre io stavo bruciando.  

Lo sentivo dappertutto su di me, anche se mi stava solo toccando le labbra e il collo. Mi divorò la bocca e lo lasciai fare. Se fossi riuscita a ricordare questi tocchi e questo momento, nella casa, forse avrei potuto mantenere la mia sanità mentale. Qualcosa di meno devastante su cui concentrarmi e da rivivere nei miei ricordi. Diventando più coraggiosa, o impaziente, misi le mani sulle sue spalle. I muscoli si flettevano sotto i miei palmi e amavo quella sensazione potente. La sua mano si serrò sulla mia gola quando gli affondai le unghie sulla schiena. Atlas si stava dominando, stava trattenendo se stesso. Potevo sentirlo nel suo corpo. Lui avrebbe potuto rompermi in mille pezzi.

“Questa è una brutta idea, Piccola Stella,” disse sfiorandomi la labbra con le sue. “Ti farò soffrire. È questo quello che faccio.”

“Io soffro già,” gli sussurrai in risposta.

Atlas si scostò per guardarmi. Osservò le mie labbra che erano gonfie per i suoi baci, il collo che era sotto la sua mano che copriva qualsiasi segno. Mi guardò il petto pesante e ansimante sotto la mia maglietta bagnata.

Senza preavviso, afferrò la scollatura con entrambe le mani e strappò la maglia lungo il centro. La aprì e portò le labbra sulla pelle tra i miei seni. Ansimai quando la sua lingua mi assaggiò. Mi dimenai sotto di lui, ma mi immobilizzò con il suo corpo. Ero di nuovo intrappolata. Non importa cosa facessi, Atlas mi teneva in trappola. Non ero sicura che mi importasse in quel momento.

“Pensi che io possa farti sentire meglio?” Chiese, mentre con la bocca scendeva lungo il mio stomaco.

Non riuscii a rispondergli. Non so se pensavo che avrei potuto sentirmi meglio. Avrei potuto sentirmi intorpidita. Meno arrabbiata.

Poteva qualcuno che mi provocava solo dolore e paura, essere in grado anche di cancellare quei sentimenti? Anche se come affermava, lui faceva soffrire, tutto ciò che sapevo era che in quel momento non provavo nessuno di quei sentimenti.

Aprii gli occhi e guardai mentre Atlas leccava e succhiava tornando su lungo il mio stomaco. Con la coda dell’occhio vidi il bagliore del metallo sul pavimento.

La sua pistola.

 

Biografia

Alyne vive in Ohio con suo marito, due cani e un gatto. Lavora a tempo pieno in un ufficio tutto il giorno e passa le serate a leggere, scrivere o a guardare un’intera serie tv in una notte. Si rifiuta di crescere e ama i film di Disney e qualunque cosa abbia dei gufi. Non riesce a vivere senza il caffè o i suoi “bambini” pelosi.
Alyne ha scritto il suo primo romanzo, intitolato “Light to the Darkness”, nel 2014 seguito dalla serie Conflicted Encounters.
Per rimanere aggiornati sui lavori di Alyne, sui teaser e molto altro ancora, iscrivetevi alla newsletter..
Lei adora comunicare con le lettrici quindi sentitevi libere di seguirla

 

 

Traduzione a cura di: PiperitaPatty

Editing a cura di:

Liz

Inediti in Italia: Blog Tour “Atlas” di Alyne Roberts
5 su 1 voti

baby.ladykira

Oltre ad essere l' Admin founder del Sito di Romanticamente Fantasy, sono una libraia ed adoro tutti i libri in genere, dai cartacei ai digitali. Oltre alla passione dei libri, sono una telefilm e film dipendente ^_^

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.

x

Check Also

Inediti in Italia: Review & Excerpt Tour “Shade’s Lady” di Joanna Wylde * Reapers MC #6.5

      From New York Times Bestselling author Joanna Wylde, comes SHADE’S LADY, ...

error: Contenuti di proprietà di RFS