Home / Recensioni MM / Doppia recensione di “Cuore infranto” Cate Ashwood – Serie Hope Cove

Doppia recensione di “Cuore infranto” Cate Ashwood – Serie Hope Cove

TramaOliver Parrish è solo al mondo da quando è nato. Quando lo sceriffo Owen ‘Mack’ Macklin si presenta sui gradini di casa sua per dargli la notizia che sua sorella è morta, rimane sconvolto. Decide comunque di andare a Hope Cove, nel Maine, sperando di imparare a conoscere quella sorella che non ha mai saputo di avere. Mentre cerca di incastrare questi nuovi elementi nella sua vita solitaria, non è certo che si adatteranno perfettamente.
La sua vita viene scombussolata ancora di più quando s’innamora dell’irresistibile cittadina di Hope Cove e di Mack, l’ugualmente irresistibile sceriffo. Ma quando riceve la devastante notizia delle vere cause della morte della sorella, Oliver non sa se rimanere a combattere per l’amore e una vita piacevole, o limitare i danni e fuggire.

RecensioneL’opinione di Martina

Inizio col dire che ho adorato questo libro! Da subito mi sono affezionata ai personaggi e alla loro evoluzione nel corso del romanzo.
Oliver, chef di un ristorante italiano, ha alle spalle un’infanzia difficile: abbandonato dalla madre tossicodipendente, è dovuto crescere fin troppo in fretta e già all’età di quattordici anni ha dovuto iniziare a lavorare per poter sbarcare il lunario. La sua passione per la cucina è l’unica cosa che l’ha aiutato a superare i momenti difficili ed è la sua vita, finché un giorno, quando torna a casa dal lavoro, trova un uomo ad aspettarlo sotto casa sua e da lì tutto inizierà a cambiare.
Quell’uomo così affascinante, di nome Mack, sceriffo della piccola cittadina di Hope Cove, rivelerà a Oliver di avere una sorella che purtroppo è deceduta prima di riuscire a mettersi in contatto con lui, ma che gli ha lasciato tutto ciò che aveva in eredità. Inizialmente scioccato dalla scoperta, declina l’offerta dello sceriffo di seguirlo nel Maine, ma poi preso dalla curiosità decide di andare con l’uomo per cercare di scoprire di più sull’unica famiglia che aveva e che ha perso ancor prima di conoscerla. L’unica cosa che non si aspetta da quel viaggio è l’attrazione che nascerà fra lui e Mack. Una passione intensa e travolgente, ma anche dolce e carica di sentimenti che dopo alcune difficoltà decollerà verso l’amore. Come ho detto ho amato i due personaggi, in particolar modo Mack. Mi è piaciuto il modo in cui ha affrontato i suoi sentimenti per Oliver, il fatto che anche se non avesse mai provato nulla di così intenso per un uomo non si sia fatto prendere dal panico, ma abbia invece esplorato questa cosa.
Aspetto con ansia il secondo romanzo della serie e non posso far altro che consigliarvi questa meravigliosa lettura.

Fiamme Sensualità hot

Martina

L’opinione di Chicolena

Ho letto la storia di Oliver, attraverso i suoi occhi ed il suo cuore. Ho “visto” un ragazzo, cresciuto solo , senza affetti e senza famiglia, cercare il coraggio di prendere al volo un’occasione che potrebbe cambiargli la vita e realizzare i suoi sogni.
La perdita di una persona mai conosciuta, a cui era legato dagli stessi geni, lo porta ad attraversare un Paese e stravolgere le proprie abitudini. Arrivato in una piccola cittadina dove tutti conoscono tutti, si troverà a dover fare i conti con emozioni tanto forti quanto nuove, come amore, famiglia ed amicizia. Per chi non li ha mai provati, è difficile comprenderli ed accettarli. E l’unico modo per Oliver di riuscirci è uscire dal suo bozzolo protettivo e scoprire il piacere di vivere, e non solo coabitare, insieme agli altri.
Trovarsi coinvolto sentimentalmente con il bellissimo sceriffo Mack non sempre facilita le cose.
In questo punto, mentre scrivo, mi fermo. Perché dovrei darvi la mia opinione ed onestamente sono un po’ combattuta. C’è questa sensazione che non riesco ad esprimere facendo scorrere le dita sulla tastiera.
Avete presente quando ascoltate una nuova canzone per la prima volta? Il ritmo è li che vi prende, c’è un crescendo che vi fa intuire che potrebbe esserci un esplosione di suoni da travolgervi il cuore. Ma poi? Nulla, non succede. E rimani con la sensazione di aver perso qualcosa senza mai averla avuta. Ecco, mi sento un po così.
La storia è carina, ma poteva essere molto di più, molto più intensa e coinvolgente.
Il passato di Oliver e le difficoltà che ha dovuto affrontare nel crescere richiedevano, a mio avviso, un maggior approfondimento, per comprendere meglio le sue difficoltà relazionali.
I“tempi”, inoltre, sono troppo veloci: i sentimenti dei due protagonisti diventano forti nell’arco di pochissimi giorni. Capisco il colpo di fulmine, ma un uomo etero che, dopo due soli giorni, prende e sbatte contro il muro, divorandolo di baci, un altro uomo che praticamente non conosce, direi che è un po’ eccessivo.
Le scene d’amore o di sesso , come le vogliamo chiamare , sono troppo abbondanti. Vi posso assicurare che normalmente non me ne lamenterei, ma qui in alcuni punti mi sono domandata se il libro non fosse solo quello. Ovviamente no, ma…
E mi sarebbe piaciuto poter leggere anche il punto di vista di Marck, il suo tormento, le sue difficoltà nello scoprire ed accettare questa parte sconosciuta di se stesso, ma la narrazione avviene solo ed esclusivamente tramite quello di Oliver.
Insomma, una storia con grande potenzialità da cui mi sarei aspettata di più.

Fiamme Sensualità hot

Chicolena

Editing a cura di

LadyLeonor

baby.ladykira

baby.ladykira
Admin Founder del gruppo ROMANTICAMENTE FANTASY SITO

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

Recensione: “Il corridore” di Parker Williams

Buongiorno Fenicette oggi la nostra Aina ha recensito ...