Da non perdere
Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Chicago PD – episodio 5×06 “Fallen”

Recensione Serie Tv: Chicago PD – episodio 5×06 “Fallen”

 

Una puntata di “transizione”, così la definirei. Una puntata che ci mostra qualcosina dell’ultima arrivata, Haylay, e del suo temperamento, assolutamente caldo, come un po’ tutti gli agenti dell’Intelligence.

L’episodio si apre con una famiglia quasi del tutto decimata: madre e padre morti, figlio gravemente ferito. A colpirli è stato un uomo che cercava due chili di cocaina nascosti in casa. La vicina di casa descrive il sospettato: nero, alto (guarda caso!), che ha lasciato l’abitazione con un suv. Il primo sospettato è Quinton Kane, gestore dello spaccio di droga della zona.

A supporto della squadra, vista la particolarità dell’indagine, Voight chiede l’aiuto investigativo a Sean McGrady, un ex collega di Hayley. Un tipo presuntuoso, altezzoso e un po’ superdonna. Mentre Kane è tenuto sotto controllo, Ryan, il ragazzo gravemente ferito, si sveglia e riesce a comunicare ad Antonio un dettaglio sull’uomo che l’ha aggredito: ha un tatuaggio a forma di zampa su un braccio. Tale dettaglio permette alla squadra di catturare Kane e interrogarlo, ma con il decesso improvviso di Ryan cadono tutte le accuse, soprattutto la sua ormai impossibile testimonianza, così sono costretti a rilasciarlo.

Hayley non riesce a rinunciare al caso e si dà appuntamento con Sean per incontrare un informatore, ma quando sta per raggiungerlo sente alla radio di un poliziotto a terra a cui stanno sparando e si precipita in suo aiuto. Giunto sul posto scopre che il collega aggredito è proprio Sean che muore tra le sue braccia.

Inizialmente Voight incolpa Hayley di essere arrivata in ritardo all’incontro e le addossa la colpa della morte di Sean. La scientifica analizza la pistola del defunto collega e così si scopre che il sangue ritrovato appartiene a Kane. Grazie a questa prova la squadra va alla cattura dell’uomo. Nel frattempo però Voight viene a sapere che Kane ha parlato molto spesso con Ray e così decide di affrontarlo per poi scoprire che, secondo lui, il ragazzo è innocente e che vuole convincerlo a consegnarsi volontariamente, in quanto teme che possa essere ucciso durante la sua cattura. In questo modo Kane resta vivo nonostante l’arresto. Il caso quindi si chiude, almeno apparentemente.

Hayley infatti non è soddisfatta, qualcosa non le torna, quindi va alla scientifica per capirci di più.

Dal laboratorio manca una fiala con il sangue di Kane e capisce che Sean, indebitatosi a causa di scommesse sportive, si è suicidato e ha inscenato tutto per far ricadere la colpa su Kane e poter così morire da eroe concedendo alla famiglia un proficuo onorario per vivere dignitosamente. Hayley racconta tutto a Voight che, nonostante capisca la ragione della ragazza, la invita a tacere per permettere a quella famiglia di rialzarsi.

La puntata sembra concludersi quando un colpo di scena ci spezza il cuore o quantomeno ci dà una bella svegliata: Ruzek riceve una telefonata da Mia, capo dell’Intelligence che lo accusa di aver falsificato i file della sorella ubriaca al volante dell’auto dentro la quale c’era il figlio piccolo.

Lo ricatta dicendo che se non vuole essere accusato dovrà diventare i suoi occhi e le sue orecchie e tenere sott’occhio Voight.

Cosa farà Ruzek? Tradirà la sua squadra?

Ma la domanda ancora più importante è un’altra: Al che fine ha fatto?

 

CLICCA QUI per leggere le altre recensioni di Chicago PD:

 

 

 

 

 

baby.ladykira

Admin Founder del gruppo ROMANTICAMENTE FANTASY SITO
x

Check Also

Bright and High Circle

Recensione Serie Tv: The Romanoff 1×05 “Bright and High Circle”

  Salve Romanovs! Eccomi qui per recensire la quinta puntata di questa ...