Da non perdere
Home / Anteprime dei Libri / Anteprima per gli inediti in Italia: recensione The Saint di Tiffany Reisz

Anteprima per gli inediti in Italia: recensione The Saint di Tiffany Reisz

Anteprima tra i libri di prossima uscita in lingua originale e quindi inediti in Italia.

La data prevista per la pubblicazione di “The Saint “di Tiffany Reisz è il 24giugno 2014.

Primo libro della serie “White Years”, con la quale l’autrice ci farà fare un tuffo nel passato, raccontando le storie dei protagonisti della sua precedente serie “Il peccato originale”.

Ringrazio Netgalley e la Harlequin MIRA per la gentile anteprima del libro.

Trama

Prima di diventare la più famosa dominatrice di Manhattan, Nora Sutherlin è stata semplicemente una ragazzina chiamata Eleonor.

La ribelle dagli occhi verdi Eleonor non ha mai incontrato una regola che non ha voluto infrangere. È stufa del fanatismo religioso della madre e dei limiti imposti dalla scuola cattolica, e proclama di non voler più andare in chiesa. Ma appena intravede il bellissimo e magnetico Padre Marcus Stearns – Søren per lei, e soltanto per lei – e la sua moto italiana degna di libidine, per lei il momento è illuminante. Eleonor si sente consumata, anche se sa che non è giusto essere innamorata di un prete.

Ma quando un errore dettato dalla disperazione potrebbe costare a Eleonor tutto, è Søren che si fa avanti per salvarla. Quando giura di ripagarlo con la sua più completa obbedienza, un mondo intero le si apre davanti, mentre lui le rivela i suoi segreti più profondi che cambieranno tutto.

Il pericolo può essere gestito… il dolore essere ben accolto. Tutto sta per cominciare.

Recensione

Senza parole. Questo libro mi ha emozionato così tanto, che adesso dopo averlo finito, mi sento come svuotata, incredula che possa avermi dato tanto e al tempo stesso che ora mi lasci qui da sola a tentare di esprimere in parole quello che ho provato leggendolo.

Non so esagero nel dire che è la più bella storia d’amore che abbia mai letto, e ancora mi mancano molti pezzi del loro mosaico. Perché Nora, Søren e Kingsley per me sono questo: un meraviglioso mosaico, un’opera che si deve apprezzare nel suo insieme, ogni pezzo è diverso, ma si incastra perfettamente l’uno con l’altro e separatamente non avrebbero la stessa bellezza, e non sarebbero riusciti a creare in me questo groviglio di pensieri ed emozioni.

Quando dico la più bella storia d’amore mai letta non intendo qualcosa di simile a Romeo e Giulietta. “The Saint”, come tutti i libri della serie “Il peccato originale” della Reisz sono una lettura per adulti, con scene di sesso descritte in modo molto esplicito e contenuti BDSM importanti, a causa della natura dei protagonisti, che esprimono la loro sessualità anche con atti di sadismo e masochismo, sempre consensuali.

Eppure nonostante questo, quanto amore c’è in nel libro, in tutti i suoi protagonisti.

Il libro inizia nel presente con Nora che sta attraversando un momento per lei veramente pieno di dolore, è da sola in Germania e una persona che la conosce la segue, riesce a convincerla ad accettare il suo aiuto, anche se per Nora accettare l’ aiuto di questa persona per poter dimenticare per una notte il dolore lacerante che ha dentro, avrà un suo prezzo, ma è disposta a pagarlo.

Torna con la mente al passato, raccontandogli come se fosse una fiaba la sua storia e quella di Søren, per poi aiutarlo a comprendere e capire anche Kinglsey.

Questo dovrebbe essere il libro di Søren, dove si racconta il suo passato e il suo incontro con Nora, attraverso il quale l’autrice vuole far comprendere come possa aver avuto origine il rapporto che li lega.

Non riesco a vedere questa storia solo così, sarebbe riduttivo mettere lui al centro di tutto e basta. Lui è il sole? Sì, lo è per Nora, lo è per Kingsley, ma in questa storia Nora è una stella luminosa, che risplende di luce propria, sono rimasta incantata de questa ragazzina ribelle, che ha già compreso a quindici anni di essere diversa dagli altri, ma accetta la sfida e decide di essere comunque se stessa, nonostante questo possa farla soffrire.

Non ha una figura paterna affidabile, anzi meglio perderlo che trovarlo, la madre non ha fatto mistero di vederla come un grosso problema nella sua vita, un errore di gioventù che le ha impedito di realizzare il suo sogno di diventare suora.

E poi arriva Padre Stearns, un uomo più adulto, che a causa del suo ruolo nella comunità, dovrebbe essere per lei solo una fantasia proibita: ma Eleonor si sente attratta inesorabilmente dal nuovo prete della sua chiesa.

Søren, alias padre Marcus Stearns, riconosce subito che per lui Eleonor è ” l’Unica”, la sua più grande tentazione e un pericolo latente per il suo ruolo ecclesiastico.

La bellezza di questo loro incontro, del loro rapporto è che non si nascondono mai dietro a paure o preconcetti.

Søren è l’unica persona che incoraggia Nora, la spinge a credere in se stessa e tenta di proteggerla e tenerla al sicuro dai pericoli che la circondano. La spinge a crescere e nel momento peggiore della vita di Nora interviene per aiutarla, esponendosi in prima persona.

Il loro rapporto per volere di Søren si mantiene casto, lui ha bisogno che Nora sia in grado di crescere, vivere una adolescenza il più normale possibile, fare le sue esperienze, per poi essere in grado di poter veramente scegliere lui, perché il bagaglio che si porta dietro Søren non è cosa da poco.

La sua infanzia è stata terribile, scoprire la sua natura sadica poi per lui è stato un vero shock e ha trovato un equilibrio con se stesso e la sua capacità di controllo attraverso i Gesuiti e la chiesa. Non potrà mai rinunciare a questa parte di se stesso, ma non vuole e non può rinunciare a Nora e al loro legame.

Nel libro oltre al passato di Søren, viene anche raccontata l’evoluzione della loro storia e Kingsley è un protagonista importante anche in questo momento. Conosce molti segreti di Søren, è molto legato a lui, ma non può fare a meno di entrare a far parte anche della vita di Nora. Sin dalla sua prima apparizione l’ho adorato, così brutalmente irriverente e franco.

La forza del personaggio di Søren credo sia la sua accettazione per se stesso, non ha rimorsi, ha trovato il suo equilibrio e questa è la sua forza e quello che riesce a trasmettere agli altri. A volte, lo leggerete, impersona anche il ruolo di ” angelo vendicatore” in modo terribile, ma non mi sarei aspettata niente di meno da lui, e il suo non pentirsi delle sue azioni è quello che infonde negli altri una profonda consapevolezza di quanto sia forte il suo amore e istinto di protezione nei loro confronti.

Forse, paragonandolo agli altri libri della serie “Il peccato originale”, il numero di scene di sesso presenti in questo è minore, anche se non manca nulla da questo punto di vista… ma credo che l’intento di Ms Reisz fosse veramente quello di mettere al centro di tutto, il legame unico che si crea tra Nora e Søren.

La prima metà del libro l’ho divorata, ho riso grazie alla sfrontatezza di Nora, mi sono divertita per l’imperturbabilità delle risposte di Søren a Nora durante i loro incontri, sono rimasta incantata dalla capacità di lui di metterla davanti a tutto per proteggerla ed aiutarla.

Poi mi sono fermata, non volevo finire il libro e continuavo a rileggere le pagine indietro e alla fine mi sono decisa a proseguire, sapendo che una volta terminato di leggerlo avrei sentito il vuoto. Follia? Non lo so, non credo, penso e spero che molte di voi grazie a questa storia proveranno le stesse cose che ho provato io.

Fiamme Sensualità super hot

Ayliss72

Anteprima per gli inediti in Italia: recensione The Saint di Tiffany Reisz
5 su 15 voti

baby.ladykira

Oltre ad essere l' Admin founder del Sito di Romanticamente Fantasy, sono una libraia ed adoro tutti i libri in genere, dai cartacei ai digitali. Oltre alla passione dei libri, sono una telefilm e film dipendente ^_^
x

Check Also

Anteprima Italiana: Prossimamente in uscita in Italia “Lord’s fall” #5 Elder Races/Ciclo delle Razze Antiche

Era stato annunciato su Facebook che questa serie bellissima (interrotta dalla Leggereditore) sarebbe ...

error: Contenuti di proprietà di RFS