Home / Senza categoria / Alle sorgenti del fantastico. Recensione: “Hania il regno delle tigri bianche” di Silvana De Mari

Alle sorgenti del fantastico. Recensione: “Hania il regno delle tigri bianche” di Silvana De Mari

“Hania il regno delle tigri bianche” è il prequel della trilogia Hania.

In questo breve racconto l’autrice narra gli eventi precedenti la nascita di Hania, quando il regno delle Sette Cime era una piccola valle felice, governata dal re Harin, buono e lungimirante, discendente del Cavaliere della Luce.

Regno circondato da alte cime, abitate dalle bianche tigri, da folti boschi, muri naturali che tengono distanti gli abitanti degli altri regni.

Il Re è molto amato dai suoi sudditi, ma non ha eredi, un problema per la futura stabilità del regno fatto di fragili alleanze pronte a rompersi in qualsiasi momento.

Nel castello reale vive un ragazzo di nome Dartred, figlio del maestro d’armi, addetto alle cronache ma soprattutto fabbro, ruolo importate, “il fabbro era il Dio del fuoco”.

Dartred che affianca il padre nella fucina, quando arriva un nano di nome Rastid a lavorare per il genitore, impara insieme a lui i segreti dei nani, maestri nel forgiare l’acciaio e nel fabbricare una chiave che apra tutte le serrature.

Dopo anni la Regina da alla luce una bambina, Haxen, tanto attesa dal Re.

Re Harin decide che la Principessa deve imparare a difendersi oltre a conoscere i classici lavori femminili, così insegna personalmente alla figlia a usare la spada e a tirare con l’arco.

Il giovane Dartred si unisce al Re nell’insegnare alla Principessa, rendendola più forte, allenamento che aiuta lo stesso Dartred a essere più agile, dovendo scansare i colpi della bambina.

Haxen ogni volta che colpisce Dartred si sente in colpa e dopo non continua l’allenamento.

Entrambi i ragazzi imparano a difendersi e a conoscere le avventure del Cavaliere della Luce, e di come difendeva gli indifesi, i due diventano in qualche maniera amici: la Principessa e il suo scudiero.

Il nano Rastid forgia una chiave che apre tutte le serrature, una spada d’acciaio per la Principessa e una per Dartred.

Dartred, vede in Haxen la sua futura Regina, ma non è per tutti così, il re Mago, il nonno di Haxen, percepisce il futuro molto nero, paventando l’arrivo del Signore Oscuro.

Un triste giorno il re Harin va a caccia senza il suo scudiero Dartred, e viene ucciso da una tigre bianca, cosa molto strana visto il secolare accord di non belligeranza, tra abitanti del regno e I feline bianchi.

Haxen e tutto il regno sono orfani, con la morte del Re crolla il fragile equilibrio che teneva la valle al sicuro, passati i mesi invernali i regni confinanti scendono in guerra.

Con una Regina debole e una Principessa ancora bambina, le redini vanno al re Mago, nonno di Haxen, che, purtroppo non lungimirante come il figlio, rende il regno ancora più debole.

Con la guerra arriva la febbre, uccidendo più della guerra, Dartred e i suoi due fratelli diventano orfani, e ormai senza niente da mangiare, dopo aver venduto tutto, il ragazzo cerca cibo rubando, ma viene scoperto subito e incarcerato. Purtroppo il re Mago a causa degli eventi ha reso ancora più severe le pene, e un semplice furto di pane è punito con la pena capitale.

Haxen con astuzia, portandogli i suoi unici averi tra cui una spada fatta dal nano Rastid riesce a far scappare il ragazzo che dovendo fuggire dalla città, parte per il nord dove si combatte. Dartred promette che farà di tutto per liberare il regno.

Il ragazzo si unisce ai mercenari e in poco tempo grazie alla bravura nel combattere e creare strategie valide (grazie ai racconti del Cavaliere di Luce) ne diventa il comandante, con il nome di ‘Il Temerario’, nessuno infatti conosce il suo vero.

Il Temerario nel mezzo di una battaglia si trova di fronte la tigre bianca, la stessa che uccise il Re, D. scorge una strana luce negl’occhi dell’animale, cattivi pieni di odio, ma dopo una lunga lotta riesce ad abbattere l’animale.

Dartred, un giovane fabbro cambia quindi le sorti della Guerra: iniziano ad arrivare rinforzi e così riescono a vincere e dopo anni, a riportare dopo anni.

Dartred non torna alla vita precedente, anche se di nascosto controlla i fratelli e la Principessa.

La pace è tornata, ma per quanto tempo? L’Oscuro Spirito ha perso una battaglia, ma non la guerra, un essere malvagio che per molti non esiste, ma il male c’è e sta progettando la prossima mossa.

Dopo aver reso il ventre della Regina sterile, anche se la voglia di vivere della nascitura ha avuto la meglio, nelle sembianze di una tigre, ha ucciso il re Harin creando la guerra… ma la forza di un ragazzo di diciassette anni insieme all’aiuto di un nano ha ribaltato l’esito.

L’Oscuro Signore ha già un’idea, colpire Haxen, abbattere colei che aveva salvato il ragazzo, convinto la madre, messo in moto tutto.

Haxen era stato un errore, lei aveva la forza del padre e la dolcezza della madre. Doveva fermarla, profanarla, ucciderla non sarebbe bastato. Colpendo il suo ventre… le avrebbe fatto concepire un figlio, che lei sarebbe stata costretta a uccidere come unica alternativa all’essere distrutta… Un bellissimo bambino muto, ombroso, insopportabile, incapace di gioire per il latte o per l’affetto, non un bambino meglio una bambina…”

Un breve racconto, ma sufficiente per amare Dartred, un ragazzo fiero pieno di valori, che lotterà per il suo Re, la sua Principessa, seguendo sempre gli insegnamenti del Cavaliere di Luce. Sono curiosa di vedere cosa farà in futuro.

Consiglio la lettura, la lotta eternal tra il bene e il male, che ognuno di noi nel proprio piccolo mondo personale deve affrontare, come Dartred che decide di rubare sebbene sapesse che si poteva risolvere diversamente, oppure in grande, come la guerra tra regni che creando solo caos e morte, poteva essere evitata con decisioni diverse. I fili invisibili vengono tirati dall’Oscuro Signore, ma sta ai singoli personaggi scegliere tra bene e male.

Lettura per ragazzi adolescenti, dagli undici ai tredici anni, ma anche una piacevole lettura fantasy per adulti.

 

Fiamme-Sensualità-Nulla NUOVA

Recensione a cura di: E'owyn

Editing: Tayla

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “La Fuga di Logan” V. F. Nolan – G. C. Johnson

Prima pubblicazione: 1967 Autori: William F. Nolan, George Clayton Johnson Titolo ...